OTTOBRE 2015 – ARIETE

8924805_sARIETE – MESE DI BILANCI

Ottobre rappresenta per l’Ariete quel periodo che io definisco di l’anti-compleanno, ossia quella fase che segue di 6 mesi il tuo ultimo ritorno solare (il tuo ultimo compleanno) e segna il punto di culmine del tuo anno “personale”. In questo periodo vedi con maggiore chiarezza (e soprattutto “senti” con l’emotività) cosa stai diventando e dove questo ciclo di vita annuale ti sta portando. E’ un mese che può suggerirti moltissimo su te stesso.

In particolare, sotto il “riflettore” di questo Sole sarà l’area delle relazioni personali e delle collaborazioni professionali più strette e importanti per te. Questo è un tema sempre importante per il tuo segno, che è tra i più indipendenti dello Zodiaco, non ama condizionamenti e limitazioni della libertà personale. Tema ora più importante che mai, dal momento che il Sole e Mercurio transitano proprio nella casa delle relazioni. Se i rapporti personali più stretti non sono del tutto armonici, in queste settimane potresti vederli come un freno alla tua crescita.

In questo senso, Ottobre può essere un’altalena tra la voglia di farcela da soli, l’insofferenza verso alcuni legami familiari, affettivi o professionali che ai quali tendi ad appoggiarti, e l’opposta reazione di paura, per esempio, che può avere un bambino alla prima pedalata sulla bicicletta dopo aver tolto le rotelline alle quali era ormai abituato. Si tratta del mese dell’anti-compleanno, un mese per certi versi potentemente “rivelatore” ed è proprio su questo tema che si concentrano le rivelazioni più importanti.

Come saprai benissimo se hai letto le scorse “puntate”, il tuo cielo è cambiato radicalmente negli ultimi mesi.

Il primo a cambiare posizione è stato Giove (a metà agosto). Ha lasciato il trigono dal Leone, ed è entrato nella tua Sesta casa in Vergine, dove a ottobre transita anche Marte. L’ingresso di Giove in Vergine ha inaugurato una nuova fase che consiste nel tirare le somme, selezionando le attività e le proposte che vale la pena di coltivale, sulle quali vale la pena di puntare, scartando il resto.

È un Giove che “lavora” alla creazione di un nuovo ordine, di un sistema metodico e funzionale che possa sorreggere la costruzione di nuove soddisfazioni in grado di durare nel tempo. Ti aiuta a mettere a terra le novità, semi in grado di fruttificare in attività concrete e remunerative. A condizione che tu sappia scegliere, selezionare, e scartare ciò che non serve. E’ un importante “pilastro” del tuo nuovo cielo, che ti porterà a costruire nuove e più profonde fondamenta di sicurezza personale. Per questo da qui inizia una fase di bilancio che condurrà (nel corso dei prossimi sei mesi) a una fase di revisione. Ciò che ha dato prova di “funzionare bene” costituirà la base della tua “nuova” vita. Ciò che invece perde colpi e non produce risultati si può tranquillamente lasciare lungo la via.

Questo vale nel lavoro, tra progetti, iniziative e collaborazioni professionali. Ma vale anche nel mondo dei sentimenti e delle relazioni affettive, dove alcuni rapporti mostrano di aver fatto il proprio tempo. Il nuovo Giove ti spinge a selezionare le persone con cui condividere la tua affettività (che si tratti del partner o delle amicizie più importanti), ma ti rende anche più “attento”, accresce la tua capacità di notare i bisogni dell’altro e prendertene cura. Riporta nuova armonia in coppia e in famiglia, riaccende il dialogo e la capacità di comprensione reciproca.

Il secondo a cambiare posto è stato Saturno, che il 18/9 ha lasciato lo Scorpione dopo un lungo transito durato quasi tre anni, dal 26/11/2012 al 23/12/2014, e poi nuovamente dal 16/6 al 18/9 di quest’anno. Il “vecchio” Saturno in Scorpione ti ha spinto a mettere le mani nelle tue paure più profonde, quelle che rappresentavano un limite e un freno alla crescita e allo sviluppo di una personalità libera ed equilibrata. Non è stato un transito facile perché ti ha messo faccia a faccia con il lato “più buio”, pescando paure e condizionamenti dal tuo inconscio e costringendoti a guardare proprio da quella parte. Perché nella maggior parte dei casi le “paure” nascono proprio dal buio e dalla difficoltà di vedere le cose per ciò che sono realmente. Tanto che tutte le paure hanno una radice comune, che potremmo chiamare la “madre delle paure”: la paura di aver paura. E alla base di questa mega-paura c’è l’incapacità di ciascuno di noi (chi più chi meno) di riconoscersi il proprio valore e di comportarsi in modo realmente “libero”. E qui arriviamo al “nodo” dei transiti di ottobre: liberarsi da condizionamenti e riappropriarsi del proprio “potere” personale, inteso come capacità di lasciare la propria impronta creativa sull’ambiente circostante anziché subirlo passivamente.

Insomma, un transito impegnativo dal quale fuori però più forte e centrato, pronto ad accogliere il nuovo Saturno, che resterà a tuo favore per molto tempo con un lungo trigono dal Sagittario: un importante alleato che ti aiuta a dare concretezza ai progetti di cambiamento. Soprattutto per chi medita un cambio di scenario nel lavoro o un trasferimento all’estero, il nuovo transito di Saturno in Sagittario consente di trovare le giuste soluzioni, la giusta mediazione tra voglia di cambiamento e concretezza, procedendo un passo per volta, avvicinandosi a mete e traguardi importanti con passo fermo e deciso.

Diciamo quindi che se ottobre è il mese del “faccia a faccia” con te stesso, dell’Ariete allo specchio che vede se stesso, possiamo dire anche che in questo momento di rivelazione così importante e delicato sei sostenuto da un ottimo cielo di concretezza e di centratura (con Giove in Sesta casa). Hai affrontato le tue paure, sei più consapevole di quanto vali e di quanto puoi pretendere per te stesso (Saturno in trigono) e ora puoi agire con più fermezza, chiarezza d’intenti e determinazione. E se qualcosa negli ultimi tempi è uscito silenziosamente dal binario della centratura, hai tutta la forza di riportarlo nella giusta rotta.

Anche per l’amore, ottobre è un mese d’importanti confronti. Venere transita ancora in trigono dal Leone e stimola il romanticismo e l’apertura verso l’altro. Giove in Vergine, come dicevo prima, rende più attenti e sensibili ai bisogni e alle esigenze del partner. A condizione, però, che si tratti di bisogni e non di capricci. Perché in questo caso, sotto questo cielo di determinazione e centratura, il “nuovo” Ariete probabilmente dice “no”.

Per molti nati del segno l’estate ha portato lo scambio o il rinnovamento di un’importante promessa d’amore. Alcuni hanno fissato la fatidica data. A volte il test di gravidanza ha mostrato un segno “+” a sorpresa. Alcuni hanno deciso di cambiare casa. Insomma, per le coppie solide è stata un’estate all’insegna di nuovi, importanti progetti a due. Ora però è tempo di confrontarsi con l’impegno economico di questi progetti e con le nuove responsabilità che potranno comportare nei prossimi mesi. E un po’ di pressione legata al lavoro e alle finanze è da mettere in conto, soprattutto per chi svolge un’attività di impresa o di libera professione e non ha uno stipendio “costante”. Non c’è da preoccuparsi, il cielo è protetto. Ma, per tornare all’inizio di questo oroscopo, è un cielo dove governa un Giove in Vergine che “premia” l’ordine, la pianificazione e la gestione attenta delle risorse. Non è tempo per un salto nel vuoto, ma per un decollo graduale e controllato in una nuova dimensione di vita. E come ogni decollo, richiede di tenere sotto controllo la strumentazione di bordo e i livelli di carburante.

Anche i cuori solitari hanno intenzioni serie, segno che i desideri e le priorità di vita sono mutate. Venere in Leone favorisce i nuovi incontri specialmente nella prima metà del mese. Attenzione però a non ingolfarsi in storie complicate che, a breve, potrebbero mostrare il lato più fragile.

VOTO: 7,5
METRONOMOmarcia impegnata

comments

Oroscopo