ARIETE: COME SARA’ IL 2017

IMG_2385

ARIETE
Per raccontare il 2017 dell’Ariete ho scelto “Il diavolo veste Prada”, perché ricordi un po’ Andy Sachs (Anna Hathaway), una ragazza grintosa, intelligente e determinata che si aggiudica un posto di lavoro per il quale la maggior parte delle ragazze di New York avrebbe fatto carte false. Diventa l’assistente personale della temibile Miranda Priestly, direttrice della rivista Runaway, un lavoro che le da tutto: successo, potere e denaro, ma che la trasforma lentamente in qualcosa che non le appartiene. Non vede più gli amici, le persone che sono a lei più vicine non la riconoscono più, la sua relazione va in frantumi, finché in un momento d’illuminazione e di grande coraggio Andy prende atto della situazione, prende il cellulare sul quale campeggia in nome “Miranda” e lo lancia in una fontana a Parigi. Quel suo grande “NO” equivale alla liberazione di Spartacus, che spezza le catene e si libera da soggezione e senso di inadeguatezza. Ma allo stesso tempo, quel “no” riaccende tutta una serie di “sì”, di aspirazioni, principi e desideri che rappresentano i contorni dell’immagine della “vera” Andy, che negli anni accanto a Miranda erano rimasti compressi e in qualche misura “traditi”.

Anche per l’Ariete, questo sarà un anno di grandi “SI” e di grandi “NO”, e prima ancora un anno di grandi bilanci e confronti con se stessi. E’ un po’ come guardarsi allo specchio e passare in rassegna le “cose” più importanti della propria vita, che si tratti di progetti lavorativi, iniziative di crescita personale o relazioni interpersonali. Uno specchio che mostra gli effetti di alcune scelte degli ultimi anni (in particolare dal 2010 ad oggi): se sono scelte che funzionano, che ti avvicinano al centro dei tuoi desideri più veri e profondi, giunge il momento di esprimere il “sì” di una conferma importante. Se sono, al contrario, scelta che lentamente ti hanno allontanato dal centro della carreggiata e fatto scivolare verso una vita che non riflette i tuoi desideri più profondi, arriva il momento di prenderne atto e di smontare tutto ciò che rappresenta un ostacolo all’espressione di ciò che sei realmente. E’ un risveglio di grinta e determinazione che non ammette “se” o “ma”. Le cose nelle quali ti riconosci vengono confermate e rilanciate un’ottava più in alto; le cose nelle quali non ti riconosci più, o che ti conducono a rinnegare te stesso, fanno la fine del cellulare di Andy: lanciate nella fontana.

Questo vale nel lavoro, soprattutto nel campo dei rapporti interpersonali: se una collaborazione, un rapporto di società o di associazione non funziona più, arriva il momento di aggiustarlo o, in alcuni casi più estremi, di smontarlo. Ma, al contrario, i rapporti che “funzionano” bene sono rafforzati e consolidati da accordi più formali e solenni, e per molti questo è l’anno di creazione di nuove società o forme di condivisione di sforzi e risultati lavorativi.

E questo, naturalmente, vale anche nel cielo dell’amore, dove questo nuovo Ariete targato 2017 non ammette zone grigie di ambiguità. Giove transita, infatti, in Bilancia nella casa delle relazioni e spinge molti a volere di più: per le coppie forti, questo sarà l’anno del consolidamento di una relazione con un “sì” più solenne o con un inizio di convivenza. Ci si sceglie con più determinazione. Al contrario, le coppie che hanno degli elementi d’instabilità o di non-ufficialità, arriva il momento di fare un passo più deciso verso il consolidamento e l’ufficializzazione. E’ come se arrivassi il momento di alzare la posta in gioco nella vita delle coppie: chi è sicuro delle proprie scelte, “vede” e rilancia a sua volta. Chi non è (più) sicuro di una scelta, mette tutto in discussione e di fronte ad una richiesta del partner (“voglio di più”) rischia di lasciare il tavolo.

Questo vale soprattutto per le coppie che hanno affrontato nel 2016 le acque di una crisi o per le coppie che continuano a vivere nell’ombra della clandestinità. Chi si è accontentato per anni di una relazione a metà, con una persona indecisa, irresponsabile o impegnata arriva a un punto in cui le cose vanno messe nero su bianco. Già dalla parte finale del 2016, molti nati del segno hanno preso in mano le redini e hanno affrontato in maniera diretta il partner, richiamandolo a maggiore presenza, attenzione, sensibilità, o iniziando a discutere di una separazione, se ormai non c’era più margine per stare insieme. Chi decide di dare una nuova opportunità ad un partner con il quale c’è stata una crisi più o meno profonda, lo fa dando delle condizioni ben precise, perché questo nuovo Ariete non è più disposto a scendere a patti o compromessi.

In particolare, c’è un periodo dell’anno – che va da febbraio a maggio con il moto retrogrado di Venere – che parla proprio di “fine” e di “nuovo principio” delle relazioni ed evidenzia una fase di rinnovamento molto forte. Si tratta di un vero e proprio “portale” che introduce un cielo dell’amore più bello e solido. E’ qui che le coppie più forti si scambieranno una promessa, andranno a convivere o metteranno in cantiere un bebè. Ed è in questo periodo, invece, che le coppie più fragili inizieranno le trattative per comprendere se c’è margine per restare insieme – cercando un nuovo centro comune, un nuovo equilibrio tra priorità condivise e priorità personali – o se invece è giunto il momento di pensare a strade separate.

Anche per i single, tra febbraio e maggio, potrebbero esserci nuovi incontri che non sempre son del tutto chiari o limpidi e per questo potrebbe esserci un tira e molla. E’ molto importante che sin dall’inizio l’Ariete pretenda chiarezza, definizione e ufficialità per i nuovi rapporti, rifiutando zone grigie di ambiguità, mettendo condizioni chiare e magari andando un po’ lenti all’inizio, senza buttarsi a capofitto sin dai primi momenti. Un altro periodo particolarmente ricco d’incontri è il mese di Agosto, che rappresenta un mese di rilancio per molti nati del segno che hanno appeso il cuore ad un chiodo da tempo.

Insomma, a me questo sembra un anno importante e ricco di occasioni, che può richiedere scelte, decisioni o cambiamenti talvolta non facili, ma che hanno il pregio di rimettere l’Ariete al centro della propria vita e di non accettare più compromessi o situazioni che negli ultimi anni l’avevano fatto scivolare lontano dal centro dei propri desideri. Il comune denominatore di questi cambiamenti è sempre lo stesso: nel 2017 si cammina verso una nuova indipendenza, più matura e centrata, e saltano molti paletti che hanno imbavagliato la tua libera espressione. E’ un cielo che rimette nelle tue mani il timone delle tue scelte: si spezza un incantesimo che ti ha portato negli ultimi anni a proiettare sugli altri un potere che in realtà è solamente tuo.

Ricordi il Mago di Oz? Era un omino venuto dal cielo (semplicemente perché giunto in mongolfiera) che il popolo di Oz scambia per il salvatore, annunciato da una profezia, che sconfiggerà la strega cattiva. Gli attribuiscono ogni potere magico: se piove, è colpa sua; se splende il sole, merito suo. In realtà, dietro la maschera c’è solo un omino che, a parte qualche dote da illusionista, non ha alcun vero potere. Anche tu, negli scorsi anni, hai proiettato sugli altri una serie di «poteri» che in realtà erano solo nelle tue mani. Questa è la più grande conquista del 2017: guardare dietro la maschera e scoprire che l’unico vero Mago della tua vita sei tu.


Ariete-1024x5351


IL NUOVO LIBRO DI SIMON E’ IN FINALMENTE LIBRERIA!
DISPONIBILE SU >>IBS<<>>AMAZON<< E IN TUTTE LE LIBRERIE E STORE ONLINE!

LEGGI L’OROSCOPO 2017 PER GLI ALTRI SEGNI >>CLICCANDO QUI<<


comments

Oroscopo