BENVENUTA VENERE IN ACQUARIO!

Venere in ACQ

BENVENUTA VENERE IN ACQUARIO!
Ciao a tutti! Come state? Dal 7 dicembre Venere ha lasciato il Capricorno per entrare in Acquario, dove resterà fino al 3 gennaio. Ogni volta che un pianeta cambia segno, cambia anche il modo in cui il pianeta esprime la propria energia.

Venere è il pianeta dell’armonia, degli accordi e della capacità di rinunciare a parte del proprio ego per andare incontro all’altro. E’ naturalmente il pianeta dell’amore, proprio perché l’amore è fatto innanzitutto di capacità di accogliersi e di andare incontro all’altro per condividere una direzione di vita. Ma è anche il pianeta dei rapporti di collaborazione, dei contratti (che prevedono diritti e doveri a favore e a carico di entrambe le parti), e di ogni forma di accordo.

A Venere quindi è affidato il “Ministero delle Relazioni“, e nelle prossime settimane eserciterà questa propria funzione di “governo” alla maniera dell’Acquario, segno libero, portato per natura a rompere schemi e convenzioni. Sul piano personale, Venere in Acquario potrebbe portare una forte spinta ad esprimere sentimenti ed emozioni con maggiore slancio, libertà e apertura, senza curarsi troppo delle convenzioni. Significa prendere l’iniziativa e agire per conquistare ciò che il cuore desidera.

Il precedente transito di Venere in Capricorno (attivo nelle settimane passate) ha senz’altro posto l’accento sugli aspetti dell’amore più legati all’impegno e alle responsabilità di una relazione. Ha spinto molte coppie che non erano del tutto definite o che vivevano elementi di instabilità a dare contorni più certi alla propria relazione. Ha spingo molti a fare un salto in una dimensione più matura e responsabile di un rapporto.

Anche per i cuori solitari, Venere in Capricorno può aver posto l’accento sull’aspetto più “impegnativo” dell’amore: per Venere in Capricorno, l’amore deve durare nel tempo, deve essere un progetto di lungo termine, e fin qui naturalmente nulla di male. Ma per chi parte con una nuova storia, Venere in Capricorno può aver comportato dubbi e incertezze: “durerà?”, “c’è da fidarsi?”, e mille domande di questo genere. Insomma, un tipo di energia senz’altro utile e costruttiva ma certamente non “leggera”.

Venere in Acquario, invece, rappresenta una prima inversione di tendenza rispetto a quest’aspetto più rigoroso dell’amore. L’Acquario è un segno con due “governatori” planetari. L’uno (Saturno) guarda al passato, l’altro (Urano) guarda sempre al futuro. Ecco perché con Venere in Acquario, ognuno di noi potrebbe oscillare tra un aspetto nostalgico e malinconico per ciò che non fa più parte della nostra vita, e un aspetto che vuole rompere la stasi e guardare avanti, lasciandosi alle spalle ciò che in passato non è andato. E questo aspetto che rompe le catene del passato e ingrana la marcia verso il futuro è senz’altro quello che finisce per prevalere. Per questa ragione, l’insegnamento principale di Venere in Acquario è forse di superare la malinconia per ciò che ormai è andato, o il timore di ripetere alcuni sbagli del passato, per tornare a scommettere sulla voglia di star bene.

I primi a beneficiarne sono i segni d’Aria (Gemelli e Bilancia) e prima di tutti l’Acquario, che camminerà con Venere accanto fino al 3 gennaio, una Venere che è sinonimo soprattutto di novità: di nuovi progetti per le coppie, ma soprattutto di nuovi incontri per i cuori solitari. Quest’onda di novità coglie soprattutto i single più incalliti o scoraggiati, quelli che hanno chiuso da tempo il cuore in un cassetto: arriva il momento di ricredersi e di ricominciare a guardarsi intorno animati da nuovo ottimismo, e gli incontri non tarderanno a premiare questo spirito di rinascita. Ma ciò che cambia, prima di ogni altra cosa, è l’atteggiamento verso l’amore dei cuori solitari: si sa, siamo spiriti liberi (mi ci metto dentro anch’io…), desideriamo l’altro accanto a noi, ma abbiamo paura di perdere quell’indipendenza che per noi è vitale. Questa Venere nel segno ci consente, come in “Qualcosa è cambiato”, di essere meno gelosamente attaccati ai nostri rituali e alle nostre abitudini, ci consente di abbassare il ponte levatoio e far entrare l’altro senza paura che ci invada. E, da questo piccolo “scatto”, tutto cambia. Per adesso iniziamo a guardarci intorno, e ne riparliamo all’epoca del nostro compleanno!

Ma anche i Gemelli e la Bilancia che ne beneficiano grazie al trigono, con un’iniezione di vitalità, grinta, energia, coraggio, voglia di cambiare le cose e un pizzico di fortuna in più negli incontri. Tanto più che Venere raggiunge anche Marte in Acquario: quest’onda di novità è sostenuta anche dalla capacità di riprendere in mano il timone delle scelte personali senza rischiare che una nuova relazione possa comportare il rischio di perder di vista le priorità personali.

Anche l’Ariete e il Sagittario ne colgono l’ottima spinta grazie al sestile che porta sia proposte e nuovi contatti utili al mondo professionale (Venere governa anche i contratti e le trattative) che incontri e nuove conoscenze che risvegliano il cuore. Per il Leone, che ne riceve l’influsso in opposizione, significherà fare un salto di qualità nei rapporti accettando la sfida di rinunciare ad un po’ della propria libertà individuale in cambio di una relazione più profondamente vissuta. Per i cuori solitari del Leone può significare una vera e propria “chiamata” a rimettere gioco il cuore!

Un discorso a parte meritano Toro Scorpioneche nel corso del transito incontreranno il pianeta in quadratura al proprio Sole di nascita. La quadratura ha solitamente il sapore della sfida e produce “azione”. Non è un aspetto che crea tensione perché dura non più di una giornata (a seconda della data di nascita). Per il Toro la “sfida” potrebbe riguardare la necessità di accettare maggiori responsabilità in amore. Il partner potrebbe richiedere attenzioni o aver bisogno di un maggiore supporto, ma questo tipo di “impegno” non spaventa affatto un segno accogliente ed accudente come il Toro, anzi! Lo Scorpione al contrario potrebbe avvertire un senso di scoraggiamento in amore, soprattutto chi è reduce da una recente delusione. Lo Scorpione tende a creare legami viscerali, vissuti con particolare intensità e non senza un pizzico di possessività. Anche il Toro ama i legami solidi e che durano nel tempo. I suoi valori principali in una coppia sono tenacia ed affidabilità. Per queste ragioni, al di là della quadratura, entrambi i segni potrebbero non dialogano bene con la “leggerezza” ariosa dell’Acquario e trovarla eccessivamente “mobile”.

Per tutti gli altri segni l’ingresso di Venere in Acquario non crea particolari aspetti dinamici con il Sole di nascita, ma dovrebbe comunque portare un’aria piacevole di novità e di leggerezza.

All’inizio di quest’anno, il precedente transito di Venere in Acquario (18 febbraio – 12 marzo 2016) portò dei piccoli passi avanti nella questione dei diritti civili delle coppie omosessuali. D’altro canto, per associazione d’idee, questi due ingredienti astrologici producono spesso una visione più aperta e progressista: Venere è il pianeta dell’amore, delle relazioni ma anche degli accordi sociali, e l’Acquario è il segno che rivoluziona lo status quo e introduce il progresso. Mi auguro che anche quest’anno questo prezioso transito ed il successivo transito di Venere in Pesci (segno della con-passione) ci consentano di adottare un occhio più democratico ed empatico verso i diritti e le esigenze di chi fa parte di una minoranza, qualunque essa sia.

D’altro canto, uno dei messaggi più belli dell’Acquario, a mio avviso, è questo: il solo fatto che le cose per lungo tempo siano state in un certo modo non esclude che ad un certo punto possano essere riviste, aggiornate, migliorate, per creare nuovi equilibri. Perché tutto è costantemente in movimento, in perenne evoluzione, e (con un’unica eccezione) non esiste istituzione, concezione o paradigma che sia fuori dal tempo e che vada bene indiscriminatamente per qualsiasi era e periodo storico sociale. L’unica eccezione, la sola cosa che resta immutabile nel tempo, da sempre e per sempre, è l’amore tra le persone. Per l’appunto.

comments

Bollettino del Cielo