BUON COMPLEANNO ACQUARIO!

sun_aquarius-2-380x235

BUON COMPLEANNO ACQUARIO!

Ciao a tutti! Come state? Il Sole è entrato ieri nel segno dell’Acquario, corrispondente all’Undicesimo Archetipo dello Zodiaco – la “Condivisione” – al quale vorrei dedicare questo post e la splendida immagine di Micheal Meyer che ne fotografa l’anima.

ACQ MEYERIl colore di fondo è il verde, che solitamente è associato all’elemento Terra, e per questo motivo secondo me lo sfondo quadrettato rappresenta l'”ORDINE” come lo possiamo percepire da una prospettiva strettamente materiale o – se vogliamo – tradizionale. Il Cerchio (che rappresenta solitamente lo Spirito) sfuma questi contorni così rigorosamente definiti e riorganizza la materia su base 12. Dodici blocchetti neri che saltano subito all’occhio ma anche dodici blocchetti bianchi che ne costituiscono il complementare “al negativo” e che assieme ricostruiscono un altro differente quadrato (e quindi ricostruiscono la materia).

La base 12 sembrerebbe essere la costante naturale per eccellenza: 12 mesi, 12 segni zodiacali, 12 note musicali, 12 apostoli…il 12 rappresenta un ciclo completo. Il numero 13 in questo senso rappresenterebbe il n.1 di un ciclo superiore e forse è per questo che spaventa e inquieta in quasi tutte le culture occidentali. Il 13 sarebbe così una sorta di apostrofo, una virgola evolutiva che trasforma il cerchio in spirale elevandolo verso un cerchio superiore.

L’Acquario nel suo essere “visionario” intuisce probabilmente questa virgola evolutiva con una sua logica alternativa (siamo sempre nel regno “mentale” dei segni d’Aria). Non è ovviamente l’unico: ciascun segno ha le proprie vie per intuire queste stesse elevazioni, ma l’Acquario riesce a tradurre tutto questo sul piano logico e a trasformarlo in un “sistema” dotato di regole e costanti. Ecco probabilmente il senso dei blocchetti (diversamente) organizzati.

Il colore dominante, dicevamo prima, è il verde, ma il cerchio si delinea e si ri-definisce grazie ad un giallo luminoso, tradizionalmente associato alla logica e all’elemento Aria). Mi sembra una perfetta sintesi simbolica del principale insegnamento di questo segno: scomporre e ricomporre la materia sulla base di un’intuizione di ordine superiore che viene tradotta in sistema, regola, teorema per poter essere applicata o scartata.

Ognuno di noi ha almeno un elemento in Acquario nel proprio tema natale. Un pianeta, un “angolo” cardinale, un nodo o quanto meno una “casa”, e quindi una “zona di comportamento” che funziona secondo le regole di questo segno. E’ il nostro spirito visionario, la capacità di intercettare idee che precorrono i tempi e di portarle “a terra”.

Ma tutto questo non esaurisce l’Archetipo del segno, che ha un’ulteriore, fondamentale tassello: il bisogno di condividere e di far circolare le idee. L’Aria dell’Acquario è l’Aria che unisce, e proprio per questo l’Acquario non solo vuole capire, ma anche e soprattutto far capire agli altri, far appassionare gli altri alle stesse cose che lo appassionano, stimolare ed appagare la loro curiosità. L’idea di condividere infiamma il suo desiderio di ricerca e di comprensione.

Ogni volta che ci affiora alla mente un’idea che potrebbe anche apparire folle alla luce delle comuni credenze ma che a noi – sotto sotto – sembra perfettamente sensata, faremmo meglio a seguirla ed approfondirla! Sono le idee che provengono dall’Archetipo Acquario che ognuno di noi ha dentro di sé, e molte volte precorrono i tempi!

Per trenta giorni, i temi associati al segno dell’Acquario saranno particolarmente forti nelle nostre esperienze quotidiane, incorniciando un mese nel corso del quale sarà molto importante riuscire a guardare le cose da una diversa e più larga prospettiva, senza fermarsi alle apparenze, ma cercando di immaginare, intuire e inventare.

E’ la stessa Natura che ce lo suggerisce: l’Acquario è il segno di “metà inverno”, un periodo dell’anno in cui natura e vegetazione sono nel pieno della fase di “non-manifestazione”. La natura tornerà nel pieno del rigoglio, come ogni anno, ma se dovessimo “giudicarla” da ciò che vediamo in questi giorni, ci sembrerebbe assente e in pieno declino. Occorre l’immaginazione unita alla “conoscenza” del funzionamento delle cose (altro elemento associato all’archetipo acquariano, che della Conoscenza è sempre in cerca) per inserire questa fase decadente nel ciclo di cui fa parte e comprenderne la funzione.

Questo sforzo mentale di comprensione e d’inserimento di ogni tassello di realtà in un contesto più largo, governato dall’armonia dei cicli, è lo stesso che ciascuno di noi dovrebbe compiere nelle prossime settimane sulla propria vita.

Buon mese dell’Acquario a tutti!
Un abbraccio grande.
A dopo!
xxx
S*

comments

Bollettino del Cielo