BUON COMPLEANNO, CAPRICORNO!

capricornflickr1

BUON COMPLEANNO, CAPRICORNO!

Ciao a tutti! Ieri il Sole ha lasciato il segno del Sagittario ed è entrato in Capricorno, superando un altro “punto cardinale” dell’anno, il Solstizio d’Inverno. Ed è soprattutto agli amici del Capricorno, che oggi iniziano un nuovo “Giro intorno all’anno”, che va quest’augurio. Ma questo post è anche per tutto il resto dello Zodiaco, perché da oggi il Sole consegna a tutti noi un nuovo messaggio di progettualità e di costruzione delle cose nel tempo.

Il Capricorno è il terzo e ultimo segno di Terra, e con il resto della «famiglia» condivide il valore della concreta realizzazione delle cose. È una terra diversa da quella del Toro («la terra del mattone», simbolo di stabilità) e da quella della Vergine («la creta duttile», simbolo di elasticità e ingegno): quella del Capricorno è «la terra dei grandi progetti», la realizzazione prospettica dell’ingegnere.

Inizia al solstizio d’inverno, il giorno più breve e la notte più lunga dell’anno, e all’apparenza è severo, come lo sono le condizioni climatiche di questo mese nel quale la luce del giorno si riduce a un pallido affaccio e l’oscurità della notte sembra dominare la scena. Ma durante il letargo invernale della natura, sotto la crosta dei ghiacci la vita pulsa e si prepara a manifestarsi in una nuova esplosione di luce e di colori. Allo stesso modo, il Capricorno può apparire freddo, severo, distaccato, ma sotto questa coltre nasconde una sensibilità e una profondità emotiva fuori dal comune.

In pieno inverno, la natura non può essere altro che «un progetto», una potenzialità realizzativa che attende la scintilla della primavera per esplodere. Allo stesso modo, l’archetipo del Capricorno è progettuale, lungimirante. A lui interessano scorciatoie o colpi di fortuna, ma ama le grandi conquiste, fatte d’impegno, dedizione, disciplina e strategia. È una progettualità latente che ciascuno di noi sente nascere nel proprio intimo e lavora per portare all’esterno il progetto tramite la sua realizzazione. È potenza che diventa atto attraverso la dedizione quotidiana e l’impegno.

È governato da Saturno, simbolo planetario della struttura, con quei suoi incredibili anelli, signore di realismo e sobrietà, che gli dona quell’atteggiamento forse anche un po’ disincantato e con i piedi per terra. Il Capricorno «sa» che il rispetto delle leggi della realtà produrrà un risultato solido e duraturo, proprio come le regole della fisica e della staticità garantiscono che un edificio venga su stabile e capace di resistere nel tempo. Quando l’archetipo del Capricorno presente in ognuno di noi «funziona» al meglio, riusciamo a vedere con chiarezza la nostra strada e a orientare le nostre scelte di vita in quella direzione di realizzazione e centratura così importanti da raggiungere.

Proprio come il Costruttore dei Pilastri della Terra di Ken Follett: là dove gli altri non vedono che la brulla terra, la sua visionaria immaginazione già intravede la Cattedrale che un giorno sorgerà su quell’altura. Ciò che agli altri appare come materia «grezza», per il Capricorno è materia «prima» per la costruzione del suo grande «edificio». La sua vita, i suoi sforzi, le sue scelte e i suoi amori acquistano un senso e uno scopo perché rientrano in un progetto fondamentale, quello che siamo venuti a realizzare su questa terra.

La storia recente del Capricorno non è stata semplice. Dal 2008 (quando Plutone è entrato nel segno) è iniziata una fase di grandi risvegli. Molti nati del segno da allora hanno iniziato ad intuire quale fosse il proprio “grande progetto”, con una nova consapevolezza che in molti casi ha lavorato “per contrasto”: mostrandoti cosa non fa per te, ti faccio comprendere quale sia la tua vera vocazione. Da allora, per molti Capricorni è iniziato un percorso di riavvicinamento al proprio centro.

Un percorso di risalita della china che negli anni dal 2011 al 2014 ha mostrato i suoi capitoli più difficili. Il Capricorno è un segno orgoglioso, vorrebbe sempre farcela da solo, mentre in quegli anni ha dovuto chiedere aiuto, spesso alle persone sbagliate, a soci che si sono dimostrati immeritevoli, o legandosi a contratti che non hanno portato i benefici sperati.

In questo senso, il 2017 ha proprio il senso di tirare su le reti e raccogliere il frutto di tutti gli sforzi e di tutti i sacrifici degli ultimi anni (in molti casi, dal 2008 ad oggi) per muovere un primo passo verso la realizzazione del grande progetto. Perché – dice il cielo del 2017 – i tempi sono maturi. Perché questa lunga fase d’ideazione e preparazione dell’impresa è durata a sufficienza e arriva il momento di muovere un primo e più deciso passo verso la vetta. Anche a costo di concedersi un azzardo: o la va, o la spacca.

Questo significa che per chi sogna un cambiamento lavorativo al quale ha dedicato i propri sforzi negli ultimi anni, arriva il momento in cui occorre regalarsi una possibilità più seria e coraggiosa. Perché, appunto, i tempi sono maturi, perché giunti a questo punto del cammino o ci si prova fino in fondo, oppure arriva il momento di “archiviare” un progetto e dedicarsi ad altro. Ed è per questo che sarà un anno decisivo, dove non mancherà la paura di sbagliare, la sensazione di sentirsi occhi e giudizi addosso, ma nel corso del quale prevarrà la verità di ciò che realmente desideri. Anche a costo di compiere un “piccolo” azzardo che, considerando il senso di disciplina e il realismo del segno, non sarà mai un vero e proprio “azzardo” perché poggia sulla costruzione di anni. Un anno che consente di sentirsi più vicini all’obiettivo e più vicini alla propria “verità”, più sereni e in pace con se stessi e di conseguenza con gli altri.

Si dice che il Capricorno sia la capretta di montagna, che con passo saldo e deciso, piano piano guadagna la vetta delle soddisfazioni più alte. E quando è vicina alla vetta, si può finalmente rilassare e godere la vista del mare. O, in altri termini, quando si sente “realizzato” può dar voce all’oceano emotivo della propria sensibilità e vivere più a fondo gli affetti. E proprio per questa ragione, in un 2017 che consente grandi goal per la carriera, molti Capricorni si sentiranno di riaprirsi all’amore. Perché gli ultimi anni, così “ripidi” di difficoltà, così affannati di delusioni e scoraggiamenti vari, hanno blindato anche il cuore di molti single che, tra febbraio e maggio, potrebbero sentire la “chiamata” e dare inizio al “disgelo”.

Buon compleanno a tutti gli amici del Capricorno! E
Con amore,
xxx
S*


LEGGI QUI L’OROSCOPO MENSILE!
LEGGI QUI L’OROSCOPO SETTIMANALE


IL NUOVO LIBRO DI SIMON E’ IN FINALMENTE LIBRERIA!
DISPONIBILE SU >>IBS<<>>AMAZON<< E IN TUTTE LE LIBRERIE E STORE ONLINE!

comments

Bollettino del Cielo