BUON COMPLEANNO, ZODIACO!

CAPODANNO ZODIACALE

COMPLEANNO DELLO ZODIACO

Ciao a tutti! Come state? Lunedì 20 marzo è una giornata importante: alle ore 11.30 del mattino, il Sole lascia il segno dei Pesci ed entra in Ariete, dando il Via a un nuovo anno zodiacale. E’ un vero e proprio “Capodanno Zodiacale”. È la scintilla che riaccende il motore: luce e calore iniziano a crescere e l’intera macchina della natura torna in movimento.

Il passaggio dai Pesci all’Ariete è forse lo “scatto” più importante dell’intero anno zodiacale. I Pesci sono l’ultimo segno di un ciclo che volge al termine, ma sono anche il segno che viene “prima del primo atto” di un nuovo ciclo, e ne preparano il campo. Per questo motivo, le ultime settimane sono state un tempo dell’attesa, con un cielo rarefatto e sospeso, animato da mille intuizioni e sensazioni sottili.

Il senso del passaggio in Ariete si può riassumere in un’unica, potente parola che sintetizza il senso del “primo segno”: Azione! Non a caso, l’Ariete è il segno che “insegna” all’intero Zodiaco l’importante dell’iniziativa e dell’intraprendenza. L’Ariete dice: “da qualche parte, bisognerà pure partire!” E’ il segno che racchiude in sé l’irrefrenabile spinta alla vita del primo germoglio di primavera. Il seme ha riposato per tutto l’inverno, custodito nel ventre della terra protetta della progettualità, ma ad un certo punto deve sfidare le intemperie e uscire allo scoperto. Se quel primo germoglio stesse a chiedersi “sarà il momento giusto?”, o “là fuori potrebbe esserci una capretta pronta a mangiarmi”, l’inverno non finirebbe mai e tutto resterebbe sospeso in una perenne attesa.

Ed è lì che arriva l’Ariete, con la prepotente e vitale spinta della primavera, e dice: “Partiamo”. E’ quel fatidico primo passo nella direzione della realizzazione dei propri desideri. E’ l’inizio del movimento, il passaggio da OFF ad ON, e proprio per questo è spesso il più difficoltoso di tutti.

Ogni segno riceve a proprio modo questa irrefrenabile chiamata all’azione (e, ancor più, alla vita), alcuni sono più “pronti” per propria natura a lanciarsi in nuove cose, altri sono più timorosi e si chiedono se sono davvero pronti, ma per tutto lo Zodiaco questo è un momento in cui le energie si rimettono in moto. L’ho paragonato al Capodanno “classico” del 31 dicembre perché ne ha tutte le caratteristiche di un anno “vecchio” che ci lasciamo alle spalle e di un Nuovo anno cui dare il benvenuto. Con gli stessi rituali: con qualcosa che non ci rappresenta più da lasciarci alle spalle, e con qualcosa che invece ci “somiglia” da portare con noi in questo nuovo capitolo di vita, illuminandolo con la potenza dei nostri desideri. Ecco un po’ il senso da dare alla mattinata di lunedì, e ci tenevo a dedicargli un post con un po’ di anticipo in modo che ognuno di noi possa prendere la mira ed esprimere i giusti desideri.

Perché, è bene ribadirlo, siamo noi tramite i nostri “desideri” a tracciare la rotta del viaggio da compiere in questo nuovo anno. E naturalmente più chiare e propositive sono le direzioni dei nostri desideri, più lineare e ben definita sarà la rotta del viaggio. I desideri espressi al negativo («Spero che non mi accada questo o quello») non danno al nostro “navigatore” interno una direzione ben chiara, e danno spesso vita a un anno in rimessa, vissuto tutto in panchina. Diversamente, i desideri espressi al positivo («Quest’anno mi prefiggo di realizzare questo obiettivo, inauguro quest’attività, dò forma a questo progetto») attivano direzioni di crescita ben definite verso una nuova immagine di noi stessi, che ancor prima di esistere nella realtà tridimensionale vive già dentro di noi.

Tutti pronti, quindi, a soffiare sulle simboliche candeline del compleanno dello Zodiaco che si festeggerà lunedì mattina alle 11.30 e che, in fondo, è il compleanno di ognuno di noi. Gli dedicherò molti altri post nella prossima settimana, anche perché coincide quasi con il “nostro” compleanno: questa pagina, infatti, è nata proprio il 30 marzo di (quasi) 4 anni fa, in quell’indimenticabile sabato pomeriggio in cui la mia vita cambiò irreversibilmente. Per il momento, dedichiamo qualche pensiero alle linee di cambiamento che possono avvicinarci alla “versione migliore di noi stessi”, e prepariamoci ad esprimere i nostri desideri!

Un abbraccio e buon sabato a tutti!
Con amore,
xxx
S*

comments

Bollettino del Cielo