IL TUO FILM PER IL 2018: ACQUARIO (“DR. CREATOR”) – Parte 2

IL TUO FILM PER IL 2018: “DR. CREATOR, SPECIALISTA IN MIRACOLI” – Parte 2

Dal grande al piccolo, questo è l’anno in cui inizia la ristrutturazione del tempio interiore ed esteriore. Si parte dalla casa, da un potente desiderio di alleggerire e rinnovare gli spazi, di dare una seconda vita alle cose e gli oggetti che possono risorgere, ed eliminare quelli che ormai sono solo gusci vuoti. C’è il desiderio di creare superfici libere, spazi bianchi che possano essere nuovamente riempiti. Di alleggerire gli armadi, affinché non siano più accumuli di ricordi ma contengano esclusivamente ciò che collima perfettamente con un’immagine attuale. E si arriva al tempio interiore, ad affrontare vecchi nodi e paure che stanno lì da anni, in attesa di essere sciolti, perché la vita è troppo frenetica per trovare tempo per loro. O perché, nel timore di affrontarli, ci siamo riempiti la vita a dismisura. Forse sono vere entrambe le cose. Sia come sia, proprio per dare anche al nostro tempio interiore la giusta priorità, arriva il momento di alleggerirla un po’ la vita, di sgravarci di qualche impegno che magari non è del tutto indispensabile, di dire qualche “no” che tanto non “muore nessuno”. Perché poi, alla fin fine, i “no” danno anche nuova luce ai “sì”, che diventano più genuini e sentiti perché nascono dalla radice del desiderio di farla davvero una cosa, e non dal timore di deludere le aspettative degli altri.

Potrei dirti che con Giove in Decima casa il lavoro cresce, che arriva il momento di cogliere i frutti degli sforzi degli ultimi anni. Che è un cielo che parla a gran voce di conferme, promozioni e riconoscimenti. Che si diventa più “visibili”, più apprezzati e stimati, e sarebbe senz’altro vero. Potrei dirti che per i più giovani questo cielo del 2018 corrisponde ad un giro di boa importante, come il raggiungimento della maggiore età, o un’esame di maturità, o una laurea, una pietra miliare che chiude una fase di vita e ne apre un’altra più impegnativa ma anche più indipendente e ricca di soddisfazioni. Sarebbero tutte affermazioni vere e le snoccioleremo nei prossimi oroscopi. Ma se dovessi individuare un tema di fondo che prende il sopravvento su tutti gli altri, è proprio quello di una scelta importante che permette alla tua vita di prendere una direzione più precisa, definita e soprattutto più somigliante a ciò che sei e desideri. Che pone fine ad un periodo più scisso e frammentato di sperimentazioni personali, individua la direzione più giusta e la imbocca senza freni e paure.

Anche per l’amore, questo può essere davvero un anno decisivo che esprime maturità e voglia di impegnarsi. Un anno di scelte coraggiose che ancora una volta richiama il tema del film che ho scelto. Se un amore ha ancora vita dentro di sé, arriva il momento di rompere gli indugi e fare sul serio. Qualcuno negli ultimi anni ha vissuta una relazione con il freno a mano tirato per paura di perdere un po’ di indipendenza, o di dover mettere da parte alcune priorità personali. Mi riferisco ad esempio a chi sta insieme da anni ma non ha mai preso in considerazione l’idea di una convivenza, di un matrimonio o di un primo figlio. Quest’anno molti Acquari sentiranno il desiderio profondo e genuino di accorciare una distanza, di abbassare un ponte levatoio perché, avendo costruito una maggiore sicurezza interiore, non si sentiranno più “invasi” dall’altro. E potrebbero sorprendere il partner (e ancor prima se stessi) con una proposta che arriva come un fulmine a ciel sereno: sposiamoci, compriamo casa, trasferiamoci all’estero insieme, mettiamo al mondo un bebè. E’ come se l’Acquario dopo una lunga (e talvolta affannata) rincorsa, si sentisse finalmente in grado di spiccare un balzo in una dimensione affettiva vissuta con impegno e pienezza. Allo stesso modo, per chi negli scorsi anni ha tenuto in piedi una relazione ormai “esanime” solo per paura di restare solo, o di perdere un punto fermo importante, arriva il momento di prendere il toro per le corna: o c’è la reale possibilità di rilanciare il rapporto, oppure tanto vale prendere strade separate. Come in Match Point, l’anello non può più stare in equilibrio sulla rete: o cade nella metà campo del “sì” e di una scelta piena e decisa, o cade nell’opposta meta campo del “no” ed è meglio lasciar perdere.

Questo desiderio di crescita e maturità tocca anche i cuori solitari, nei quali si risveglia il desiderio di trovare un nuovo amore con la “A” maiuscola. E, di conseguenza, iniziano a puntare gli occhi su persone con le quali ci sia una reale possibilità di costruire. Anzi, molti si rendono conto di aver investito energie su persone distanti, sia in termini geografici che di età, forse proprio per non arrivare mai al punto in cui le cose si fanno più serie e la relazione progredisce. A volte ci impuntiamo su persone con le quali non c’è grande strada davanti perché, sotto sotto, non ci sentiamo pronti a far ripartire il cuore. Nel nuovo anno, invece, termina una fase di “ristrutturazione” dell’affettività e arriva il momento di lanciare davvero il cuore tra le stelle e vedere cosa accade.

Insomma, appare forte e chiaro un unico filo rosso: nel 2018, per l’Acquario è tempo di andare a prendersi le cose che realmente desidera, sgomberando il campo da paure interiori e da ostacoli esterni che negli ultimi anni potrebbero averlo portato a non andare fino in fondo. Arriva il momento per Harry Wolper di liberare nel mare aperto le cellule della moglie così a lungo conservate come una reliquia di un passato sacro, e di dire “ti amo” a Meli, espressione di un presente “vivo” che pone le basi per un futuro più bello e luminoso.

Con amore,
xxx
S*


oroscopoAcquista ora il nuovo libro di Simon! COME SARA’ IL 2018? Simon & the Stars racconta il nuovo anno con la formula che in poco tempo l’ha reso l’astrologo più amato dal web. Il suo sguardo preciso e poetico non si limita alle previsioni ma, attraverso simboli, riflessioni e consigli, ci aiuta a esplorare (e affrontare meglio) questo nuovo capitolo della nostra vita. Come in un viaggio sulla macchina del tempo, infatti, Simon ci accompagna non solo verso il futuro , ma anche in un passato che gioca un ruolo fondamentale. Per capire da dove veniamo, chi siamo, e dove stiamo andando. In questo modo, l’oroscopo diventa un prezioso strumento in grado di indicare in quale punto della nostra storia personale ci troviamo, e quali traguardi o sfide abbiamo di fronte a noi. Proprio come un orologio, ci aiuta a leggere e interpretare il passaggio del tempo e gli snodi di una trama che, giorno dopo giorno, siamo noi a scrivere. Non a caso, anche quest’anno il racconto di ogni segno è affidato a un film, una narrazione emotiva e universale, che permette di comprendere meglio le tematiche principali del 2018. E, soprattutto, aiuta a mettere a fuoco la conquista che nel nuovo anno aggiunge un tassello al nostro continuo percorso di crescita e maturazione. Una novità di questa nuova edizione è «Un giorno per» al termine di ciascun oroscopo mensile: un prezioso calendario di date propizie da segnare sul nostro taccuino.

comments

Oroscopo