IL CORAGGIO DI RINASCERE

Light

IL CORAGGIO DI RINASCERE
Conchita Wurst, “Rise like the phoenix

Ciao a tutti! Come state? Una decina di giorni fa abbiamo avuto la Luna Nuova in Leone. Era il 21 agosto, e se n’è parlato tantissimo perché ha dato vita all’Eclissi totale di Sole. Colti dall’euforia dell’evento, non abbiamo parlato del suo significato più intimo ed emotivo. Stasera ho riascoltato questo brano emozionantissimo che mi ha dato l’ispirazione per questo post (per ascoltarla potete CLICCARE QUI).

Il Leone è il segno del coraggio e dell’espressione personale. Il suo insegnamento ci parla della nostra unicità, di quell’insopprimibile desiderio che tutti abbiamo di risplendere e riverberare i raggi della nostra identità su ciò che ci circonda. Non mi riferisco naturalmente solo ai nati sotto il segno del Leone, perché ognuno di noi ha un frammento di Leone dentro di sé. E’ il segno governato dal Sole, quello stesso sole di cui ognuno di noi rappresenta un frammento unico e irripetibile. E la vita non è altro se non un Viaggio verso lo splendore di questo frammento di Sole.

Trovare la giusta frequenza, le giuste attività, i giusti percorsi per farlo splendere al meglio è la sfida più bella e importante con la quale ognuno di noi si confronta nel corso della vita. E’ una strada fatta di difficoltà, di apparenti “punti morti” e di cambiamenti di direzione. E’ come liberare un diamante dal carbone, o trovare e portare alla luce una pepita avvolta nella roccia brulla.

A questo proposito, questo post e questo brano musicale sono dedicati a tutti coloro che scrivono su questa pagina confidando a questa “famiglia” le loro difficoltà, i loro timori e le loro paure di essere caduti nella vita sbagliata…la Fenice rinasce dalle proprie ceneri proprio dopo aver attraversato quello che in termini velici si chiama “punto morto”. Le vele sbattono e il vento non porta. Tutto è fermo e ogni manovra sembra impossibile. È un fuoco che brucia e purifica, anche se può apparire terrificante e distruttivo. È il fuoco della rinascita e proprio da lì rinasce il desiderio di rimboccarsi le maniche e ricominciare. Ogni volta che ascolto questo brano pensando a questo nostro Viaggio dell’Eroe mi colpisce e mi commuove.

La dedico all’Ariete, che con grande fatica ha dovuto imparare a ricondurre a se stesso un potere che proiettava sugli altri e che diventava un blocco di condizionamenti.

La dedico al Toro, che nello specchio degli Altri, delle relazioni di coppia più strette e profonde ha dovuto imparare a guardare e riconoscere una nuova Immagine di se stesso.

La dedico ai Gemelli, che sono nel pieno di un salto di qualità che non sempre sanno come attuare; si muovono sempre più velocemente ma a volte perdono la direzione.

La dedico al Cancro, che sta imparando l’importanza di prendersi cura di se stesso e di volersi bene; a volte gli manca il coraggio di lasciarsi andare e di sfuggire dalle abitudini, e a volte intuisce che fuori da quella zona di conforto c’è un Mondo che lo aspetta.

La dedico al Leone, che dopo anni di allenamenti di umiltà sta per tornare alla ribalta, e che nonostante le continue prove non ha mai perso il coraggio e la voglia di tornare a splendere.

La dedico alla Vergine, che sta imparando che le proprie energie non sono infinite e che oltre alla cura per gli altri deve prendersi cura anche e soprattutto delle proprie esigenze.

La dedico alla Bilancia, che con grande fatica sta imparando la lezione dell’indipendenza e di un pizzico di individualismo che non guasta.

La dedico allo Scorpione, che tra breve riceverà la visita di Giove. Si allontana il tempo della demolizione con Saturno nel segno, e arriva il momento della ricostruzione.

La dedico al Sagittario, colpevole di essere fidato ed affidato al prossimo perdendo di vista quel minimo di auto-protezione e di autodifesa necessarie per la sopravvivenza e che finalmente ricomincia a fatica a riappropriarsi di ciò che gli spetta.

La dedico al Capricorno, che ha dovuto guardare in faccia le proprie paure più recondite e dominarle, ricostruendo un senso più profondo del proprio sé.

La dedico all’Acquario, sospeso tra desiderio di rivoluzione personale e necessità di procedere con ordine e metodo; sospeso tra la voglia di partite al galoppo e la necessità di rispettare un trotto a volte estenuante.

La dedico ai Pesci, che a volte sanno, vedono e sentono più di quanto vorrebbero, e devono lottare giorno per giorno perché questa loro immensa sensibilità non gli impedisca di tenere i piedi per terra.

Nei momenti di difficoltà siamo tutti Fenici, attraversiamo tutti il fuoco della purificazione, che può atterrire ma che nasconde la più splendida opportunità della vita, la possibilità di Rinascere dalle proprie ceneri e di volare di nuovo e più in alto di prima.

Questa è per tutti noi, per i momenti in cui tutto sembra perduto, e poi tutto ricomincia con più slancio di prima. Questo è stato forse il messaggio più forte della recente Luna Nuova in Leone: nessuna contrarietà può spegnere il Sole interiore della dignità e quell’insopprimibile richiamo alla vita che brucia dentro ognuno di noi. A volte è una brace ardente, a volte una fiammella spaurita, ma non si spegne mai. Ed è proprio quel fuoco interiore che ci spinge a superare i momenti più difficili e a rinascere dalle nostre ceneri.

Con amore,
xxx
S*

comments

Bollettino del Cielo