L’ALCHIMIA DEL TEMA DI NASCITA: GLI ELEMENTI

10357697_241087142748600_6723018954675638420_o

Fin dai tempi della filosofia di Empedocle, Aristotele e poi Tolomeo (padre dell’astrologia pre-medievale) i Quattro Elementi hanno avuto un’importanza centrale nell’analisi della Natura. Quattro diversi modi dell’Essere, quattro differenti espressioni di energia vitale.

Anche in Astrologia, non poteva mancare l’impronta degli elementi.

Il Fuoco dell’ispirazione e della passione. La Terra della concretezza e della realizzazione materiale delle cose. L’Aria della logica e del pensiero e l’Acqua delle emozioni. E poi, con Jung, il fuoco dell‘Intuizione, la Terra della Sensazione, l’Aria della Ragione e l’Acqua del Sentimento.

La dominanza, la carenza o l’assenza di un certo elemento nel tema natale fornisce indicazioni formidabili sulle caratteristiche di una persona.

Come si calcola la Matrice Elementale? Allora, si parte dal tema di nascita. Per sapere di cosa si tratta, CLICCA QUA!, mentre per calcolarlo io consiglio Astrologiainlinea.it oppure Astro.com. Basta inserire i dati (data, luogo e ora di nascita) e il sistema genererà il grafico.

Poi iniziamo a vedere in quali segni (o meglio: in quali elementi) cadono i pianeti. Prenderemo in considerazione i cosiddetti pianeti “Personali” (il Sole, la LunaMercurio, Venere, Marte, Giove e Saturno), perché i pianeti più “remoti” sono generazionali e influenzano meno questi aspetti. Oltre ai pianeti, prendiamo in considerazione anche il segno in cui cade l’Ascendente (che nel grafico si trova a sinistra, come alle “ore 9” di un orologio ed è indicato come “AC” o “ASC”) ed il Medio Cielo (che nel grafico si trova in alto, come alle “ore 12” di un orologio ed è indicato come “MC”).

I pianeti non hanno tutti lo stesso “peso”: al Sole, alla Luna e all’Ascendente attribuite 2 PUNTI, a tutti gli altri pianeti 1 PUNTO. A seconda dell’elemento del segno in cui cadono, iniziate ad attribuire i punti ai vari elementi. I segni di Fuoco sono l’Ariete, il Leone e il Sagittario. I segni di Terra il Toro, la Vergine e il Capricorno. I segni d’Aria i Gemelli, la Bilancia e l’Acquario. I segni d’Acqua il Cancro, lo Scorpione e i Pesci.

AD ESEMPIO

Sole in Leone (Fuoco) —-> 2 punti al Fuoco
Luna in Pesci (Acqua) —-> 2 punti all’Acqua
Ascendente in Ariete (Fuoco) —-> altri 2 punti al Fuoco
Medio Cielo in Capricorno (Terra) —-> 1 punto alla Terra
Mercurio in Vergine (Terra) —-> 1 punto alla Terra
Venere in Bilancia (Aria) —-> 1 punto all’Aria
Marte in Gemelli (Aria) —-> 1 punto all’Aria
Giove in Sagittario (Fuoco) —-> 1 punto al Fuoco
Saturno in Toro (Terra) —-> 1 punto alla Terra

FUOCO: 5 punti
TERRA: 3 punti
ARIA: 2 punti
ACQUA: 2 punti

Se avrete fatto tutto correttamente, i punti totali da attribuire saranno DODICI. Per stabilire la dominante è sufficiente calcolare quale elemento abbia ottenuto il “punteggio” più elevato. Nel caso dell’esempio, la dominante è senz’altro FUOCO, seguito dalla TERRA, mentre gli altri due elementi (ARIA e ACQUA) sono ben equilibrati.

Se prevale l’Elemento FUOCO il temperamento è energico, grintoso e appassionato. C’è un naturale spirito di iniziativa e un forte senso di curiosità. Se alla dominante di Fuoco corrisponde una scarsa presenza di Terra, la difficoltà può essere quella della concretizzazione delle proprie iniziative. Se ad essere scarsa è l’Aria, la sfida può essere quella di filtrare lo spirito di iniziativa con la logica ed il ragionamento, per evitare di lanciarsi in avventure “sventate”. Se c’è poca Acqua, la persona dovrà imparare a tenere in considerazione anche le emozioni (soprattutto altrui) nel perseguire i propri slanci creativi.

Se invece prevale l’elemento TERRA, il temperamento è più cauto, prudente, concreto. La durata delle cose, la solidità di un progetto o di una relazione, l’affidabilità di un partner sono i valori principali. L’elemento terra è pragmatico, sta con i piedi per terra. I segni di Fuoco ai suoi occhi sono incostanti e un po’ esagerati nelle loro manifestazione di entusiasmo, specie se alla dominante terra di accompagna una carenza o scarsità di Fuoco. Agli occhi della Terra, invece, l’Aria sembra troppo astratta e teorica, mentre l’Acqua eccessivamente emotiva ed instabile.

Se prevale l’elemento ARIA, il temperamento è più logico, distaccato e difficilmente si lascia andare ad onde emozionali o a brucianti entusiasmi, che sono invece manifestazioni rispettivamente dell’Acqua e del Fuoco. Il limite dell’Aria è forse nella difficoltà di dare concretezza ad un’intelligenza più teorica che pratica. Molto spesso occorre quella parte “terra” per fare i conti con la realtà, con la scarsità di risorse come il tempo o altre “materie prime”, tutti fattori che l’Aria tende a prendere un po’ sottogamba nella sua vocazione ad un ragionamento più “archetipico” e meno materiale.

Se infine prevale l’elemento ACQUA, siamo nel regno delle emozioni. La persona con la dominante Acqua sarà sensibile ed empatica, e tenderà a dialogare con le emozioni. I segni d’Aria le appariranno troppo freddi e logici. I segni di Fuoco troppo irascibili e frenetici. Dialogherà meglio con i segni di Terra, che però (in caso di prevalenza d’acqua con carenza di terra) potranno sembrarle eccessivamente rigidi e materialisti.

Questo è solo per darvi un piccolissimo assaggio iniziale perché attraverso gli elementi si possono capire tantissime sfumature sia del carattere che della compatibilità di coppia. Ne riparlerò approfondendo la cosa. È come avere in mano i colori di base e divertirsi a mischiarli ottenendo tutta la varietà della gamma cromatica.

Se volete, provate a calcolare il vostro elemento dominante insieme all’elemento più scarso, e condividete qui i risultati così ne parliamo insieme! Ovviamente, potrebbe essere che gli elementi siamo uniformemente rappresentati, non è detto che uno sia dominante e uno o più altri elementi siano scarsi!

comments

A lezione di Stelle