LO ZODIACO DEI SUPEREROI: Spiderman (Acquario)

ASTRO-COMICS: LO ZODIACO DEI SUPEREROI
SPIDERMAN (ACQUARIO)

Ciao a tutti! Proseguiamo la nostra collezione di astro-supereroi. Tocca al segno dell’Acquario, per il quale ho scelto Spiderman! Peter Parker è il ragazzo della porta accanto, timido e silenzioso, chiuso nel suo mondo fatto di osservazione della realtà (ama la fotografia).

Morso da un ragno geneticamente modificato, si trasforma in un supereroe quasi contro la sua stessa volontà, spinto dalla potenza di un cambiamento che, difficile da contrastare, non resta che assecondare. Lo stesso fa l’Acquario quando nella sua vita giunge – con la stessa repentina imprevedibilità – l’onda potente della trasformazione. L’Acquario è visionario, le sue idee sembrano provenire dal cielo: la sua testa spesso tra le nuvole è come un’antenna puntata “altrove”. Quando l’antenna intercetta una nuova idea, questa se ne impadronisce, diviene una sorta di chiodo fisso, orienta la maggior parte delle sue scelte e dei suoi interessi. Un po’ come per me ha fatto l’astrologia.

Spiderman “vola”, ma il suo volo è diverso da quello di Superman. Vola tra i palazzi, agganciato alle proprie ragnatele, in modo silenzioso e discreto. Vola a zig-zag, prendendo direzioni spesso imprevedibili: è’ facile trovarlo dove non te lo saresti mai aspettato. E’ difficile prevedere le sue mosse:; impossibile tentare di acciuffarlo, o di limitare la sua libertà. Deve volare libero, scegliendo la direzione sulla scorta dell’ispirazione.

Ha il volto coperto, a differenza di Superman. È più schivo e i suoi atti di eroismo rimangono più nell’ombra. Fa parlare di sé e diventa il protagonista di un’intera città senza mettersi in prima linea. Anzi, oserei dire che proprio come l’Acquario ama far parlare della sua assenza quasi più che della sua presenza: appare e scompare silenziosamente, come ogni Acquario che si rispetti. Ricordo che mio padre, quando avevo 12/13 anni e mi trovava inaspettatamente in camera mia, mi chiedeva con il sarcasmo pungente che solo l’uomo Cancro sa avere: “sei entrato dalla finestra?”. Lo diceva probabilmente in modo critico, non sospettando che questo è proprio uno dei super-poteri dell’Acquario: l’abilità di passare dal centro della scena al buio del retropalco diventando “invisibile” se e quando lo desidera!

La sua è una forma tutta particolare di protagonismo, quello della condivisione: l’acquario è Ganimede, coppiere degli dei. Si sente realizzato quando ognuno si disseta della sua acqua. Acqua intellettuale, visionaria, distaccata da ogni preconcetto. D’altro canto, sono convinto che ogni segno rappresenti il “controcampo” del suo opposto, proprio come il negativo di una fotografia. L’opposto dell’Acquario è il Leone, segno del protagonismo per eccellenza; l’Acquario non è da meno, ma il suo non è il “protagonismo di un’immagine” quanto il “protagonismo di un’idea”. (per approfondire i segni opposti, CLICCA QUI!).

Bellissimo e molto “acquariano” è anche il rapporto con Harry Osborn, suo migliore amico ma figlio del suo nemico giurato. L’Acquario che dell’amicizia fa quasi una religione: grazie all’esaltazione di Nettuno, la idealizza fino a renderla la sua forma di amore più congeniale, al punto che molti amori dell’Acquario nascono proprio dell’amicizia. Perché nel regno dell’Aria, delle idee e della comunanza di ideali si trova più a proprio agio che nel regno dell’Acqua e delle emozioni sottili. E per questa ragione innamorarsi cerebralmente di una persona con la quale condivide ideali e passioni gli risulta più semplice e meno accidentale che tuffarsi nell’oceano delle emozioni. Può apparire spavaldo, freddo o distaccato, ma dentro ha la timidezza e la fragilità di un bambino. E – proprio come un bambino – si emoziona davanti alle novità che la vita può offrire.

È aperto e socievole, ma senza i suoi spazi liberi si sente perso e soffocato. Alle volte è difficile capire cosa gli passi per la mente, specialmente quando fa ritorno al suo universo interiore che può essere “chiuso come una cassaforte” (Daniela Nikita).

Come al solito, con questo “ritratto” mi sono limitato alle caratteristiche più “maschili” del segno. Quelle più “femminili” le ho messe in risalto parlando dell’Astro-Principessa dell’Acquario che potrete leggere  CLICCANDO QUI).

Sentitevi liberi di aggiungere le vostre considerazioni personali, che come al solito rappresentano la più grande ricchezza di questa Pagina! Un abbraccio a tutti!

A dopo!
xxx
S*

comments

Oroscopo