LO ZODIACO DELLE PRINCIPESSE – AURORA (VERGINE)

aurora___zodiac_by_grodansnagel-d398475LO ZODIACO DELLE PRINCIPESSE – AURORA (VERGINE)

Andiamo avanti? Perché adesso tocca ad una fuoriclasse!!! Per il segno della Vergine abbiamo AURORA, alias la Bella Addormentata nel Bosco! Nella versione dei Grimm si chiama Rosaspina, con riferimento ai cespugli di rovi che circondano il castello durante il suo sonno centenario, rendendola irraggiungibile! Nel classico Disney, la fanciulla non conosce i propri principeschi natali e viene allevata da una contadina. Il Re e la Regina l’hanno infatti allontanata dal castello credendo così di poterla sottrarre all’incantesimo di maledizione lanciato dalla tremenda Strega Malefica. 

Della Vergine Aurora ha la delicatezza, l’umiltà e l’intima nobiltà d’animo: è ignara di essere una principessa e vive a contatto con la natura. Come la Vergine, è silenziosa, discreta, equilibrata. Il suo stesso nome (“Rosaspina“) ricorda quello di Proserpina, la Vergine della mitologia greca, rapita da Ade (Plutone) mentre raccoglieva i fiori sulle sponde del lago Pergusa. Plutone (che rappresenta la cupidigia tanto quanto la Strega Malefica) non può tollerare che esista una creatura così onesta ed innocente, e per questo tenta di rapirla. Per restare nella simbologia del mito, credo che Plutone (che è il “buio”) non possa tollerare che esista una creatura così armonicamente legata ai cicli della natura che sono espressione del Sole (la “luce”). Questo è il tipo di “luminosità” che Plutone tenta di portare via a Proserpina costringendola a vivere nell’Ade. Forse, questo è lo stesso tipo di profonda invidia che la strega Malefica nutre nei confronti di Rosaspina/Autore, e cercherà di distruggerla condannandola ad un sonno eterno. Non potendo incarnare quella stessa luce, piuttosto ne desidera la distruzione. 

Andando avanti nelle analogie tra Proserpina e Rosaspina, Ade la rapisce e la porta agli inferi. Per catturarla le offre un melograno, che la fanciulla mangia ignara del fatto che chi si nutre dei frutti degli inferi è condannato a non lasciarli mai più. Ma mangia solamente sei semi di melograno. La madre Demetra, disperata per il rapimento della figlia, si rivolge a Zeus, il quale riesce a fare un accordo con il fratello Ade. Dal momento che Proserpina ha mangiato solamente sei semi di melograno, rimarrà agli inferi solamente per sei mesi. Sono i mesi dell’autunno e dell’inverno, i mesi in cui la natura entra nella fase del letargo, abbandonata da Proserpina. Per i restanti sei mesi le è concesso di fare ritorno sulla terra, portando nuova vita alla primavera e all’estate. 

Questo bellissimo mito rievoca lo stretto collegamento che esiste tra il segno della Vergine e i cicli della natura, primo tra tutti il ciclo delle stagioni. Quando si chiude il mese della Vergine, si chiude anche la stagione estiva: Proserpina torna nell’Ade e la natura inizia il suo declino. Lo stesso accade sei mesi dopo, quando il Sole esce dal segno dei Pesci ed entra nel segno dell’Ariete. Proserpina torna sulla Terra e “accende” un nuovo ciclo primaverile. 

Rileggendo con attenzione la fiaba dei Fratelli Grimm ed il mito di Proserpina, potremmo ritrovare molte analogie tra Proserpina e Aurora – che rappresentano l’Armonia con i cicli “solari” della Natura – e Plutone e la Strega Malefica, che invece rappresentano le opposte “forze del buio” . Con Aurora abbiamo completato la prima metà del Cerchio delle Principesse! 

E quest’anno la Vergine, proprio come Proserpina, “passa la soglia” e dalle profondità oscure e faticose degli scorsi anni (soprattutto dal 2012 ad oggi) risale verso la superficie più “luminosa” di un anno di ricrescita. Con Giove nel segno le occasioni non mancheranno, e ci sarà anche la possibilità di risolvere una volta per tutte una serie di “disordini” che riguardano la casa o la famiglia che da un po’ di tempo creano qualche ansia a preoccupazione. Un anno che consente di rispolverare il lato più creativo del talento del segno, con attività “collaterali” che prenderanno come semplici hobby accanto all’attività lavorativa principale per poi crescere, svilupparsi in un vero e proprio secondo lavoro, più libero e creativo, più appagante e divertente. E chissà che alcune Vergini, seppur con la saggezza e la prudenza che caratterizza il segno, nel prossimo futuro non decidano proprio di voltare pagina e di dare la priorità a lavori che premiano di più il loro talento. 

Insomma, un anno di grande crescita per la Vergine, che porterà soddisfazioni senza la fatica e le preoccupazioni che hanno caratterizzato gli ultimi anni!

Un abbraccio grande a tutti gli amici e le amiche del segno!
A più tardi!
xxx
S*

comments

Astro-Curiosità