LO ZODIACO DELLE PRINCIPESSE: POCAHONTAS (SAGITTARIO)

pocahontas___zodiac_by_grodansnagel-d3a89zlLO ZODIACO DELLE PRINCIPESSE: POCAHONTAS (SAGITTARIO)

Siamo arrivati al segno del Sagittario, il grande viaggiatore/esploratore dello Zodiaco! La scelta non poteva non cadere sulla più esotica eroina del mondo Disney! Parliamo ovviamente di Pocahontas, protagonista dell’omonimo film, il 33° classico Disney (annata 1995).

E’ ispirato alla vera storia della giovane figlia del capo della tribù pellerossa Powatan. Pocahontas era il suo soprannome da bambina (qualcosa che doveva suonare come “piccola peste”, ovviamente in modo affettuoso) che mutò poi in Rebecca dopo aver ricevuto il battesimo. Pocahontas salvò la vita per ben due volte a John Smith, presidente della Colonia Britannica della Virginia: la sua saggia lungimiranza impedì il degenerare dei rapporti tra la tribù Powatan (al tempo numerosa e potente) e i coloni britannici.

Siamo all’inizio del ‘600, gli inglesi iniziano a colonizzare le Americhe in maniera massiccia, con atti non propriamente edificanti di conquista e sottomissione. In alcuni casi, ne nascono veri e propri massacri. In questo clima di tensione, sembra che la moderazione di Pocahontas/Rebecca e il suo incontro con Smith diedero inizio ad un’amichevole relazione tra la colonia di Smith e gli indiani. E qui esce fuori tutta la natura idealista e luminosa del segno, per il quale un “confine” non è altro che un contorno delle cose, mai un limite invalicabile.

Per il Sagittario il “nuovo” è qualcosa da scoprire con slancio e curiosità. Il Sagittario è cittadino del mondo, non conosce barriere tra culture o tradizioni, ma è naturalmente portato ad accorciare le distanze ed avvicinare ciò che è apparentemente lontano. La “diversità”, per il Sagittario, è solo uno stimolo all’esplorazione, mai un confine che divide. La sua freccia è sempre rivolta verso l’alto; il suo galoppo avvicina ciò che è considerato “lontano”. Ha una componente più “materiale” (la parte cavallina del centauro) ed una componente più “spirituale” (il dorso umano), e per questo è considerato il segno che governa lo studio delle scienze e delle dottrine filosofiche e religiose, strumento per portare sulla terra le “regole” delle sfere sottili.

Ora, su questo concetto di “confine” il cielo del Sagittario negli ultimi anni ha avuto molto da dire. Eh sì, perché dal 2012 la tendenza del segno a non mettere confini tra sé e gli altri ha comportato alcune esagerazioni. Dal 2012 al 2015 il Sagittario ha spesso dato fiducia a chi non ne meritava, ha abbassato la guardia e qualcuno se n’è approfittato.

E così dal 2015 (quando Saturno è entrato nel segno) ha invertito un po’ questa tendenza, in alcuni casi con una vera e propria doccia fredda di realtà. “Apri gli occhi”, ha detto Saturno al Sagittario, metti a fuoco le cose, distingui i “buoni” dai “cattivi”, torna a prenderti cura delle tue cose. Il cielo del 2016 (severissimo e durissimo) ha spinto molti nati del segno a “raddrizzare una bilancia” che si era squilibrata, riprendendosi ciò che gli era stato portato via, rimandando al mittente alcune colpe o responsabilità che non gli competevano. Insomma, questo cielo 2016 ha spinto molti Sagittari a indurirsi un po’, a guardare le cose con un po’ di disincanto, a “smontare” una serie di illusioni a favore di un più lucido realismo.

Con la fine di quest’anno, si chiude questo capitolo così duro con Saturno accanto, questa “fase di de-costruzione”, perché aveva il senso di sgomberare il campo dagli effetti e dalle conseguenze di una serie di errori del passato. Ora che questo campo è sgombro (o in via di “pulizia”) si passa a un nuovo capitolo di ricostruzione, più leggero e dinamico, sostenuto da nuove certezze e da maggiore auto-consapevolezza del proprio valore. Il 2017 è l’ultimo anno con Saturno, l’anno in cui ci si “laurea” in una nuova vita. Il Sagittario 2017 ha imparato a costruire perimetri e pareti più sicure intorno alle proprie cose, ha riscoperto il magico potere della parola “no”, è più lucido e accordo, forse un po’ meno sognatore ma senz’altro animato da un maggiore realismo che gli consente di non ricadere nelle grinfie di approfittatori e “vampiri energetici”. Si lascia alle spalle un periodo di fatica e di confusioni, è più energico e agguerrito che mai, e si prepara a prendersi la rivincita: né più né meno di ciò che gli spetta di diritto.

L’unico “compito” che mi sento di dare a questo nuovo Sagittario è di non cadere nella trappola di un pessimismo che, dopo quest’anno e mezzo con Saturno nel segno e con Giove malmesso potrebbe rallentare il passo. Il cielo sta cambiando, in un 2017 in crescendo che un mese dopo l’altro consentirà di aumentare la velocità e ridurre il peso della fatica. Te ne accorgerai già dalla fine di gennaio, ma cerca di non lasciarti condizionare dalla “memoria” delle difficoltà di questo 2016 così severo e pesante. Stai voltando pagina.

Con amore,
xxx
S*


IL NUOVO LIBRO DI SIMON E’ IN FINALMENTE LIBRERIA!
DISPONIBILE SU >>IBS<<>>AMAZON<< E IN TUTTE LE LIBRERIE E STORE ONLINE!


comments

Oroscopo