OROSCOPO 2016 – SCORPIONE

Oroscopo2016 SCOSCORPIONE

So perfettamente che gli ultimi tre anni sono stati molto pesanti per te. Tenterò di ricostruirne il senso facendo ricordo a “The Others”, un bellissimo film di qualche anno fa. Non perché c’entrino i fantasmi, beninteso, ma perché gli ultimi anni hanno portato molti nati del segno a capovolgere completamente la prospettiva delle cose. “Niente è come sembra”, potrebbe essere il motto del tuo segno, sempre portato a mettere in dubbio l’apparenza materiale delle cose in cerca di una verità più profonda. Ma nonostante tu sia un campione nel guardare oltre le apparenze, questi ultimi anni sono riusciti a sorprendere e destabilizzare persino te.

Hai dovuto abbandonare alcuni punti fermi, certezze cardinali attorno alle quali gravitava la tua vita, che proprio come in “The Others” sono svanite come fantasmi del passato, e piano piano sono affiorati nuovi punti fermi. Un potente processo di rigenerazione e di rinascita costato molta fatica, perché quando si (ri)nasce, si nasce nudi. Come la fenice dalle proprie ceneri, anche Saturno ha bruciato la tua vecchia vita per farne emergere una nuova.

Mi riferisco naturalmente al transito di Saturno nel tuo segno, dalla fine del 2012 a settembre 2015. Un transito importante, che si ripropone nella vita di ciascuno di noi ogni 29 anni circa (!) e che rappresenta quindi un importante “rito di passaggio” e di crescita. Saturno nel segno sottopone a un esame di verifica le strutture portanti dell’identità e del senso del sé. Ci spinge a liberarci da ogni forma di dipendenza o di gabbia che soffoca l’espressione, o di ogni “stampella” alla quale senza rendercene conto finiamo per appoggiarci.

Per questa ragione, molte cose sono probabilmente cambiate nella tua vita nel corso degli ultimi tre anni. E’ possibile che tu non ti sia più “riconosciuto” e rispecchiato nella tua attività lavorativa, o in alcune tue amicizie, o in una relazione, se l’una o l’altra di queste cose non rifletteva più la tua identità in mutamento, e che tu abbia tagliato qualche ramo secco o apportato qualche cambiamento alla tua vita.

Saturno sa essere anche molto severo. Lui si limita a indicare una via di cambiamento, ma chi “fa resistenza” e si arrocca sulle proprie posizioni di sempre incontra la faccia più dura dei suoi insegnamenti. Una faccia fatta talvolta di distacchi anche traumatici, improvvisi, che sgretolano i punti fermi e che ti spingono a rimetterti in gioco con una terapia d’urto.

Ancora, Saturno ha il compito di liberarti da dipendenze e condizionamenti, e si sa che i freni più importanti sono quelli “interiori”, e sono rappresentati dalle nostre paure. E’ per questo che Saturno ti costringe spesso a guardare proprio nella direzione che più spaventa, ad illuminare quegli angolini più bui della vita nei quali guardiamo meno volentieri, per il semplice motivo che la “madre” di tutte le paure è proprio quella del “buio”, quella cioè che nasce dalla “non-conoscenza”. E’ per questo che – con tutta probabilità – alcune esperienze vissute negli ultimi tre anni potrebbero averti portato proprio a confrontarti con quelle che erano le tue paure più recondite. Paure che proprio come in The Others (“nessuna porta deve essere aperta prima che l’ultima sia stata chiusa”) frenavano il tuo agire e rallentavano la tua crescita.

Ora che Saturno ha lasciato il tuo segno – e che non ci tornerà per quasi 30 anni! – è tempo di iniziare la ricostruzione. Sei come un quaderno bianco sul quale qualsiasi cosa può essere scritta. Puoi prendere qualsiasi direzione e diventare ciò che desideri. Hai più conoscenza e “padronanza” dei tuoi mezzi di tre anni fa: questo transito così faticoso ti porta infatti a superare limiti, sconfiggere paure e scrollarti di dosso blocchi e condizionamenti. Mi viene in mente l’immagine di un bambino che inizia a pedalare da solo dopo aver tolto le rotelline di sicurezza alla bici. Dapprima qualche ruzzolone ed un ginocchio sbucciato sono inevitabili, ma dopo qualche tempo la felicità di pedalare libero e veloce cancella il ricordo della paura dei primi attimi.

Saturno ti lascia più indipendente e centrato, molto più consapevole di chi sei e di cosa vuoi, meno incline ai compromessi che snaturano la tua vera essenza. Che riguardino il lavoro o gli affetti, sei meno disposto ad accettarli, perché non sei più disposto a tradire te stesso. Alcune proposte lavorative, ora che sai chi sei e chi vuoi essere, non fanno più per te e ti sentirai probabilmente di rifiutarle. Certo, alcuni faranno qualche sacrificio economico (è questo il senso dell’attuale transito di Saturno nella Seconda casa dei guadagni) perché sotto questo nuovo cielo è meglio rinunciare a qualcosa piuttosto che dover dire un grazie sgradito o sottostare ad un compromesso pesante.

Insomma, questo nuovo cielo mette in luce un terreno ripulito dalle erbacce, accuratamente e faticosamente arato, che può accogliere il seme del nuovo, con progetti professionali e personali che rispetto agli scorsi anni germoglieranno in modo più semplice e spontaneo. Le cose procedono meglio, più spedite, con meno fatica. Non devi più provare la tua maturità, non devi più sottostare a mille test e difficoltà. Questa nuova marcia sarà sostenuta da ottime occasioni, da proposte fortunate, da situazioni favorevoli, ma viene soprattutto da dentro: nasce dal fatto che dopo tre anni di fatica e sbandamenti sei nuovamente al timone del natante. Sai esattamente chi sei, quanto vali e cosa vuoi. È questo a fare la differenza, perché i transiti importanti lavorano prevalentemente all’interno.

Gli anni recenti sono stati una vera e propria rivoluzione anche per l’amore. Anche qui, il transito di Saturno ha cambiato profondamente le cose, mutando prima di tutto il tuo modo di stare in relazione con l’altro, diventato più maturo e consapevole. Sono cambiati gli obiettivi e le priorità. Dopo anni (soprattutto il 2012) in cui molti si stavano perdendo in relazioni “disfunzionali” talvolta fatte di vera e propria sopraffazione psicologica, il transito di Saturno ha restituito al cuore un obiettivo “sano”: stare bene. Con il partner, quando questo è possibile, modificando radicalmente le basi della relazione. O da soli, finché non si trova la persona con la quale costruire un rapporto più sano e bilanciato. Si tratta di una conquista importante, perché sottintende una nuova consapevolezza del proprio valore. “Io valgo, e certe cose non le accetto più”.

Forte di questa rinnovata consapevolezza, il nuovo anno parte con una marcia in più anche tra i progetti del cuore: con idee più chiare, con relazioni sostenute da una reale voglia di stare insieme e non più da un bisogno di appoggiarsi. Grazie a questo cambio di passo, sono nati del segno nel 2016 coroneranno un importante sogno d’amore con un “si”, o con la casa dei sogni, o con l’emozione di un figlio in arrivo. O con tutte queste cose insieme. Progetti che in alcuni casi sono nell’aria già dallo scorso anno, che spesso gli impegni di lavoro o le finanze hanno spinto a rinviare e che finalmente prendono quota. Ai cuori solitari, che si affacciano al nuovo anno con un pizzico di scoraggiamento nel cuore, il 2016 porterà delle sorprendenti novità con incontri che cambiano la vita.

Insomma, il cielo del 2016 ti permette finalmente di rialzare la testa, di fare capolino dalla trincea con fiducia. Di essere un po’ più spensierato, senza timore di mettere il piede su una mina antiuomo o di finire nel mirino del fuoco nemico. E ti consente di ricominciare a ricostruire: tra conferme e nuove occasioni sia per il lavoro che negli affetti, ti libera mese dopo mese da ansie, paure e condizionamenti. Quei fantasmi che intimorivano, quei sinistri rumori che non ti facevano dormire la notte ora mostrano il loro vero volto: erano quella parte di te che non esprimevi fino in fondo e che lottava per emergere. Quella parte che, finalmente illuminata, riaffiora più splendente che mai.

(da “L’Oroscopo 2016 di Simon & The Stars”
Per saperne di più clicca QUI)

comments

Oroscopo