OROSCOPO MAGGIO 2016: ACQUARIO

8924804_sMaggio è un mese che ci fa tirare un po’ il collo ma che ha molto da insegnarci. Sono trascorsi circa tre mesi dal nostro ultimo compleanno, vero e proprio inizio del nostro viaggio intorno all’anno, e giunge il primo momento di verifica delle nostre iniziative di vita e dei nostri progetti di cambiamento. Siamo un segno d’aria, i nostri progetti nascono nel regno delle idee, degli ideali e della nostra fantasia visionaria, e in questo senso non siamo secondi a nessuno, perché la nostra capacità di immaginare e vedere nuovi scenari nuovi è a dir poco prodigiosa.

La sfida più grande per noi è portare a terra ciò che sappiamo generare nel mondo aereo delle idee, trovare il modo per dare corpo, concretezza e sostanza alle nostre iniziative di cambiamento. E’ per questo che il mese di Maggio, con le quadrature del Sole, di Venere e di Mercurio retrogrado dal Toro, rappresenta una sfida: perché si tratta di mettere a terra ciò che già esiste nell’aria delle nostre idee. E soprattutto perché quando si tratta di dare concretezza alle cose, salta immediatamente all’occhio la differenza tra progetti realizzabili e idee irrealizzabili, e qui talvolta casca l’asino: maggio ci spinge a fare una selezione tra le cose cui vale la pena di dedicarsi e quelle che invece possono anche essere lasciate alle spalle, tra quelle che meritano impegno, costanza e dedizione e quelle che invece non superano questa soglia.

A questo punto, visto che Maggio è un mese così delicato e importante proprio a causa di tutti questi transiti di quadratura, vorrei dedicare due parole anche a questo aspetto planetario così prezioso. La “quadratura” è un allineamento che stimola l’azione attraverso un atto uguale e contrario, un po’ come il martelletto che colpisce il ginocchio per verificare i riflessi. E proprio come il martelletto, induce una reazione attraverso una azione che di per sé può apparirci “molesta”. La quadratura ci mette di fronte ad una forza uguale e contraria a quella del nostro percorso di crescita. Se siamo sufficientemente motivati e determinati, andremo avanti nonostante questo vento contrario, imprimendo al nostro agire la forza supplementare necessaria a superare la forza contrastante. Altrimenti, probabilmente, mi fermerò di fronte alla contrarietà.

Un esempio semplice aiuterà a chiarire il concetto: ho iniziato a scrivere quest’oroscopo proprio quando Mercurio, in quadratura dal Toro, ha iniziato il moto retrogrado. Il moto retrogrado di Mercurio, notoriamente, non giova alla comunicazione, mentre la quadratura come abbiamo detto testa la determinazione. Il minimo che potesse accadermi era una crash generale del programma di scrittura con conseguenze disastrose: ho perso interamente l’oroscopo dell’Acquario già quasi interamente scritto. Ecco l’effetto test della quadratura: tu scrivi l’oroscopo, io te lo faccio perdere. Vediamo fino a che punto arriva la tua determinazione. Se non sei sufficientemente motivato, chiudi tutto e ti dedichi ad altro.

Ma se sei abbastanza determinato, vai avanti (“agisci”) e ricominci. Anzi, sai che c’è, lo riscrivi meglio di prima. Perché quella “rotta di crescita”, quel progetto per te è importante e lo porti avanti comunque, anche in presenza di un vento contrario che non favorisce ma ostacola la navigazione.

Mi sto soffermando su questo punto perché tutti i transiti della prima parte di maggio, dal Sole (=il senso della nostra identità: chi siamo?), a Mercurio (=la nostra voce, il modo in cui comunichiamo con gli altri), a Venere (=il modo in cui entriamo in relazione con gli altri), ci metteranno alla prova proprio in questo modo, soffiando un vento contrario nelle nostre vele. Ed è bene ricordare che, trattandosi di quadrature, fanno come il martelletto: tirano un colpo per vedere se i riflessi sono vivi, attivi, scattanti. Se la “macchina” funziona bene e cammina nella direzione giusta, con sufficiente carburante di determinazione e chiarezza d’intenti, risponderà correttamente, esprimerà una spinta sufficiente a superare il momento di stallo e andrà avanti per la sua strada. Altrimenti, la macchina perderà velocità e pian piano finirà per fermarsi. Ma così facendo, avrà compiuto una selezione naturale tra ciò che vale la pena di coltivare e ciò che invece non merita un posto nella nostra agenda.

Messa in questa prospettiva, sembra quasi che dobbiamo ringraziare il cielo di maggio, mese delle prime quadrature dell’anno, per questo carico di contrarietà. Non esageriamo, neanche Gandhi giungerebbe a tanto, ma almeno la consapevolezza che a maggio la pendenza del pendio aumenta può aiutarci a dare un significato alla maggiore fatica che stiamo facendo.

Fortunatamente, se da un lato i pianeti “veloci” (il Sole, Mercurio e Venere) sono impegnati a metterci i bastoni tra le ruote con le loro quadrature, Saturno e Marte sono invece in posizione di grande supporto e ci aiutano ad avere ben chiari i nostri punti fermi, le nostre priorità e i nostri obiettivi. Se le quadrature rappresentano un vento contrario, Marte e Saturno stanno lì come il faro del porto, a dare riferimenti certi alla navigazione e ad indicare l’esatta posizione dell’approdo. E’ a loro che sarà bene fare appello se alcune cose a maggio ci riusciranno più faticose del solito, se si dovesse affacciare alla nostra mente l’idea di mollare, di lasciar perdere, di cambiare strada, di accantonare per il momento un progetto per tornarci magari su in un secondo momento. Errore blu! Se si tratta di qualcosa in cui crediamo, è proprio questo il momento per coltivarlo e non mollarlo! Già dal 20 maggio, quando il Sole entrerà in Gemelli, tutto sarà più facile e meno faticoso, ma questo giro di boa di metà maggio va superato non perdendo la bussola delle priorità.

Anche in amore, la quadratura di Venere rappresenta un banco di prova per le relazioni. Le più forti e solide si irrobustiscono, mentre quelle più fragili o recenti potrebbero rimettere in discussione le basi del rapporto. Attenzione alle giornate intorno al 6 e poi al 12 maggio. Ricorda che Mercurio oltre che in quadratura ha ingranato la retromarcia: c’è un forte rischio di incomprensioni, di fraintendere l’altro o di non riuscire ad esprimere bene e a fargli capire il tuo punto di vista. Prima di saltare a conclusioni affrettate, assicurati che le perturbazioni di Mercurio non abbiamo creato interferenze nei normali canali di trasmissione.

Nei cuori solitari, la primavera risveglia la voglia di emozioni ma anche un potente desiderio di libertà. Di incontri interessanti da metà febbraio ce ne sono stati, e ancora ce ne saranno in questo mese di maggio, ma ci si concede un po’ per volta, sondando bene il terreno prima di gettarsi a capofitto. Anche qui, la quadratura di Venere funge da banco di prova e di verifica: fino a che punto sei disposto a rinunciare a parte della tua libertà per una nuova relazione? Insomma, mese di prove e di domande, da quale usciremo un po’ affaticati ma con le idee più chiare.

VOTO: 7=
PASSWORDascoltarsi

comments

Oroscopo