OTTOBRE 2015 – GEMELLI

8924788_s

GEMELLI – MESE DEL RECUPERO!

Vorrei riallacciarmi all’oroscopo dello scorso mese, perché dai commenti che leggo sulla pagina so perfettamente che molti Gemellini sono preoccupati per questo nuovo cielo che si sta formando da metà agosto. I due “spauracchi”, manco a dirlo, solo il transito di quadratura di Giove (che dall’11 agosto transita in Vergine) e il transito di opposizione di Saturno (che dal 18 settembre transita in Sagittario).

Iniziamo dall’opposizione di Saturno – la vera e propria “new entry” del cielo di ottobre – riguardo alla quale vorrei iniziare con una precisazione importante. Quella che chiamiamo “opposizione” (dandole un connotato negativo o “pericoloso”) altro non è se non un transito in Settima casa, l’area dello Zodiaco che rappresenta la relazione con gli altri, dal rapporto di coppia (sul piano affettivo) fino ad arrivare a tutti le collaborazioni stabili e i contratti che legano la nostra vita professionale a quella degli altri.

L’astrologia le chiama “opposizioni” solamente perché la Settima casa – di per sé – è opposta alla prima (che rappresenta la personalità ed il senso di iniziativa) perché qualsiasi relazione implica in sé un certo grado di compromesso o di restrizione alla libertà personale. Se io ho una relazione, dovrò necessariamente rinunciare a flirtare con altre persone. O l’una, o l’altra cosa. Entrambe le cose non le posso avere, ed ecco perché si chiama opposizione. Lo stesso vale nel lavoro: se ho un contratto, avrò alcuni obblighi, ma contemporaneamente avrò dei vantaggi, dei guadagni, dei diritti. Insomma, avrò una mia contropartita. Se il contratto è equo, c’è un buon equilibrio tra la Prima e la Settima casa e l’accordo “funziona”. Se mi sono fatto incastrare in un contratto capestro, la Settima casa finirà per avere il sopravvento e sacrificare eccessivamente la prima, e allora dovrò trovare il modo per “liberarmi” dal vincolo.

Vista in questi termini, l’opposizione di Saturno è un transito che sottopone a un processo di revisione le relazioni più strette, questo sì. Lavora come una cartina di tornasole che mette in risalto i punti deboli e le falle di un rapporto.

In campo professionale, sono soprattutto le società e i contratti di collaborazione che passano sotto il vaglio di Saturno. Per molti nati del segno che svolgono un’attività imprenditoriale, si tratterà di rivedere l’assetto della società, di ripartire in maniera differente responsabilità e profitti del lavoro. O, in alcuni casi più rari, di “liberarsi” di un socio che non funziona più a dovere. Ancora: per molti si tratterà di cambiare l’inquadramento professionale o il contratto che lo lega all’azienda.

Insomma, lo scopo di Saturno è di rafforzare tutto ciò che tocca. E transitando nella casa delle relazioni (personali o professionali che siano) il suo scopo è di irrobustire i rapporti vivi e ben “funzionanti”, e di correggere o tagliare quelli che invece hanno fatto il loro tempo. Ciò che è solido, ne esce ancor più forte. Ciò che è fragile mostra invece le proprie pecche e richiede un ripensamento.

Del transito di Giove ho già parlato nello scorso oroscopo di settembre, ma (repetita iuvant) vorrei fare un piccolo riepilogo. Il termine quadratura fa sempre pensare a un transito faticoso, o se preferisci a un’indicibile sfiga astrale. Non è così.

Il transito di Giove in Vergine tocca la tua Quarta casa, l’area dello zodiaco che rappresenta le radici, la casa e tutti quei “bastioni” che costruiamo intorno alla nostra vita per difenderla, rafforzarla, proteggerla. E’ una casa “quadrata” alla Prima (che, come abbiamo già visto, rappresenta la libertà di espressione e di iniziativa personali) perché la famiglia, i genitori, l’appartenenza ad un dato luogo, o la voglia di andare sul sicuro sono spesso freni alla nostra libera espressione della personalità.

Alcuni esempi. Se io mi sveglio con una nuova idea e mi metto in testa di andare a vivere in Sudamerica vendendo Mojito sulla spiaggia, dovrò fare i conti con il fatto che vivo in Italia (Quarta casa), che prima di seguire questa ispirazione devo sistemare la mia casa, i miei gatti, le mie cose (ancora Quarta casa). Devo raccontare la mia grande idea ai miei genitori, che 9 su 10 mi prenderanno per matto e diranno “ma che ti metti a fare???” (sempre Quarta casa). Devo confrontarmi con il mio Grillo Parlante interiore che mi ammonisce: “vuoi davvero rinunciare a tutto ciò che hai per seguire un desiderio forse momentaneo di evasione?” (ancora una volta: Quarta casa).

Il risultato è che la mia voglia di fuggire in Sudamerica (Prima casa) deve fare i conti con una miriade di test e prove di determinazione che alloggiano tutti in “quarta casa”. L’uno sfida l’altro (ecco il senso della “quadratura” che li lega). Può darsi che “vinca” l’effetto “frenante” della Quarta casa e che io mi renda conto che si trattava di un colpo di testa del momento. Oppure che io sia talmente determinato da riuscire a dare una risposta sensata a tutti questi “agenti” della Quarta casa (soprattutto alla vocina del mio Grillo parlante interiore) e che io possa seguire la mia ispirazione e tradurla in azione.

In ogni caso, la quarta casa rappresenta un filtro, un guardiano della soglia che passa al setaccio le mie iniziative lasciando passare solo quelle che sono sufficientemente forti e centrate. I “capricci” restano sulla soglia.

Visto in questa prospettiva, il transito di Giove nella tua Quarta casa in Vergine non è affatto una sfiga astrale (ammesso che ne esistano!); è semplicemente un transito che ti spinge a lavorare sul senso di sicurezza, a vagliare le tue iniziative alla luce di ciò che è meglio per te, per la tua stabilità. E’ un transito che previene le mosse avventate ed il gioco d’azzardo, rallentando alcune iniziative per darti tempo e modo di riflettere (proprio come l’esempio del Mojito). Ti spinge a mettere a punto un sistema di sicurezza personale più solido e protetto, eliminando le falle e le perdite del sistema.

Sfida le tue iniziative contrapponendo loro un fattore “Quarta casa” amplificato dalla presenza di Giove. “Pensaci bene” dice normalmente la quarta casa. “Pensaci molto bene” dice una Quarta casa che ospita Giove. Insomma, altro che “sfiga cosmica”: il transito di quadratura di Giove è una rete di salvataggio “potenziata” che assiste le tue iniziative di cambiamento e ti spinge a fare i giusti passi nel giusto tempo. Anche se – essendo quadrata alla prima casa – alcune volte potresti avvertire la sua attività come “ostile”, fatta di rallentamenti, potresti avvertire la frustrazione tipica del bambino avversato dai genitori nelle sue intraprendenti iniziative. Ricorda il Mojito. Prima-Quarta casa.

Ora che il senso più profondo di questi due transiti apparentemente “faticosi” dovrebbe esserti più chiaro, puoi tranquillizzarti e goderti il bellissimo transito di ottobre del Sole e di Mercurio in Bilancia, che accendono la Quinta casa, l’area dello Zodiaco che rappresenta la creatività, il benessere, il romanticismo e tutte quelle attività che consentono alla tua personalità di esprimersi in maniera libera e spontanea. Sono transiti che alimentano la fantasia e la creatività e che favoriscono anche qualche colpo di fortuna.

Marte e – dal 10 ottobre – di Venere raggiungono invece Giove in Vergine, formando una quadratura dalla Quarta casa, sulla quale ormai dovresti essere espertissimo. Con tutti questi transiti in Quarta casa (Giove, Marte, Venere) il tema della casa potrà essere centrale nel corso del mese. Sono transiti che ti spingono a riappropriarti dei tuoi spazi e a ricreare un ordine nel tuo habitat. Specialmente chi convive con altre persone, potrebbe pretendere maggiore rispetto da coinquilini o conviventi, anche a costo di sbattere il pugno sul tavolo e fare la voce grossa. La “coabitazione” potrebbe risultare più faticosa del solito.

Anche in amore, la quadratura all’unisono di Giove, Marte e Venere e l’opposizione di Saturno mettono alla prova le coppie in crisi ormai da qualche tempo. Può esserci la tendenza a farsi mille recriminazioni, che però non portano da nessuna parte. Meglio rimboccarsi le maniche e agire, affrontando i problemi con animo aperto e disponibile al dialogo, assumendosi le responsabilità di un momento delicato: aumentano le richieste della famiglia, le fatiche e i dubbi. Va bene farsi carico di tutto questo, cercando però di mantenere fedeltà, amore e rispetto per te stesso. In alcuni rari casi si può anche decidere nel senso di una separazione, magari temporanea, che consenta di chiarirsi le idee e di riscegliersi una seconda volta. I cuori solitari hanno buone prospettive d’incontro nella prima metà del mese, ma a volte il lavoro ingombra un po’ e il tempo a disposizione per rilanciare il cuore non è molto.

Insomma, a me il senso del tuo nuovo cielo sembra chiaro: c’è in ballo un salto di qualità importante, che ti porterà a liberarti da una serie di freni con i quali convivi da qualche tempo. E che ti proietterà in una nuova dimensione di vita più appagante e meno affannata. In questo senso, i transiti di Giove e Saturno servono proprio a tenerti ben ancorato alla strada, ben allineato alla carreggiata. Forse a volte ti fanno sentire il peso di un cielo esigente, ma lo fanno per il tuo bene perché la posta in gioco è alta.

VOTO: 7=
METRONOMO: lento nervosetto

comments

Oroscopo