POLI OPPOSTI: LEONE & ACQUARIO

LEO-ACQ

POLI OPPOSTI: LEONE & ACQUARIO

Ciao a tutti! Siamo arrivati alla quinta e penultima opposizione dello Zodiaco, quella formata da Leone e Acquario sull’asse dell’espressione. Iniziamo dicendo ci troviamo di fronte a due segni “fissi” (quelli che corrispondono ai mesi centrali di ciascuna stagione) e quindi due segni “tosti”: ciascuno dei due difende strenuamente la propria “posizione” e nessuno lascia il passo all’altro.

Come tutti i segni opposti, hanno in comune molto di più di quanto non pensino. Il tema che li accomuna è quello dell’espressione. Il Leone è pura espressione creativa. Ha carisma e fascino da vendere, guadagna e mantiene il centro della scena in modo spontaneo e naturale, l’attenzione su di sé non lo disturba, anzi. Ha senso della performance, sa come tenere gli occhi su di sé. E’ sfrontato, generoso, spontaneo, proprio come il Sole (governatore del segno) che risplende per tutti, senza preoccuparsi troppo di dove finiscano i suoi raggi. E’ generoso e accentratore come un “monarca” e non a caso è il re della foresta.

Al suo opposto, l’Acquario è un democratico per eccellenza. A lui non basta la corona monarchica, vuole essere votato ed “eletto”, possibilmente con plebiscito assoluto o comunque con un buona maggioranza. La creatività dell’Acquario è molto più orientato al collettivo. Più che balzare al centro della scena, all’Acquario sta a cuore che le sue idee influenzino positivamente gli altri. Per lui, “innovare” è la parola chiave: vuole essere il primo a lanciare una teoria. Lui il centro della scena lo conquista, ma in modo diverso dal Leone. Lo conquista con le sue idee controcorrente, con il suo modo di essere diverso, originale, anti-convenzionale. E’ in costante ricerca di un modo per innovare, per andare oltre ciò che è già stato detto, pensato e attuato.

Entrambi, in un modo, stanno bene al centro dell’attenzione. Il Leone ama che il pubblico applauda la sua presenza scenica, anche in termini puramente metaforici. L’Acquario ama starsene più in disparte e preferisce che la gente soffra per la sua assenza. “Ma dove sarà finito? Quanto vorremmo vederlo, ascoltarlo, frequentarlo un po’ di più”. Il Leone tiene banco sul palco, l’Acquario sparisce per vedere se gli altri lo cercano.

In realtà, sono due diverse forme di protagonismo. Una è quella del performer, l’altra dell’influencer, tanto per usare due termini molto in voga. Entrambi amano stare al centro dell’attenzione. Anche l’Acquario, che magari se ne sta più in disparte per vedere se gli altri parlano di lui!

Come tutti i segni opposti, ciascuno dei due contiene un frammento del suo opposto ed è proprio su quello che “lavora” per apprendere l’opposto archetipo.

L’Acquario apprende dal Leone il coraggio e quel pizzico di sfrontatezza necessari a mettersi in gioco, in primo piano, e sostenere le proprie cose anche di fronte ad un pubblico. Il Leone apprende dall’Acquario un certo orientamento verso il “collettivo”, a non attingere solo dalla propria creatività personale ma a cogliere anche le tendenze di ciò che gli si “muove” intorno. L’Acquario si preoccupa (forse troppo) di ciò che la gente pensa di lui, il Leone forse troppo poco. L’Acquario penserà sempre che il Leone sia uno sbruffone, il Leone penserà sempre dell’Acquario che è troppo introverso, involuto e imperscrutabile. E’ naturale, fa parte del gioco delle parti, della dinamica degli opposti.

Anche in questo caso, sono d’obbligo alcune precisazioni. qui stiamo analizzando le coppie di “simboli” opposti dello Zodiaco. Nessuna persona “fisica” potrà mai immedesimarsi fino in fondo con il simbolo del proprio segno, perché ognuno di noi ha un tema di nascita ricco di elementi, di interazioni e anche di contraddizioni che lo rende unico, irripetibile e pieno di sfaccettatura. Ma allo stesso modo è importante tenere a mente che ognuno di noi nel proprio tema ha tutti i 12 archetipi zodiacali.

Questa cosa non smetterò mai di ripeterla, perché secondo me la comprensione dell’astrologia nasce da qui. Finché penseremo di essere “solo” il nostro segno, ci sfuggiranno gli 11 dodicesimi della nostra realtà.

Alla prossima e ultima coppia: Vergine & Pesci!
Un abbraccio a tutti!
xxx
S*

comments

Manuale d'amore