IL PRIMO ARCHETIPO: L’INIZIATIVA (ARIETE)

spark

IL PRIMO ARCHETIPO: L’INIZIATIVA (ARIETE)

È il primo, la scintilla che attiva il nuovo ciclo. Il raggio di luce e di calore che spezza la sospensione invernale e riaccende il motore della primavera. Le giornate tornano a crescere, le temperature a salire. Per i semi che nel corso dell’inverno si sono pazientemente e silenziosamente preparati alla rinascita, arriva il momento di esplodere in un tripudio di colori e profumi. Le caratteristiche del segno dell’Ariete sono ovviamente collegate a questa sua funzione stagionale di candela che riaccende il motore: iniziativa, azione, impulso, ma anche curiosità, coraggio, voglia di vedere, sperimentare e comprendere. L’Ariete mescola due archetipi fondamentali: l’Innocente e il Guerriero.

Innocente dell’innocenza dei bambini, che non si fanno troppi problemi, sospinti da un’irrefrenabile curiosità che li fa andare avanti per esplorare ogni cosa, immuni dall’ansia più «adulta» che porta a vedere pericoli ovunque. Se quel primo germoglio di primavera stesse a rimuginare sul momento «giusto» per rinascere, temendo magari che il ghiaccio sia troppo duro o che dall’altra parte ci sia una capretta pronta a mangiarlo, probabilmente l’inverno durerebbe in eterno. Arriva il momento in cui l’iniziativa deve prevalere sul timore, altrimenti la stasi frenerebbe qualsiasi movimento verso l’evoluzione. L’Ariete è l’araldo di quel prezioso momento. È lui che si lancia alla scoperta, sciogliendo tentennamenti e titubanze.

Oltre all’innocenza della gioventù, l’Ariete incarna il guerriero, che procede in battaglia senza macchia e senza paura, spinto dal desiderio di conquista misto a un pizzico d’incoscienza, e non si ferma finché il portone non è stato buttato giù a «cornate», costi quel che costi. Cocciuto, determinato, tenace, coraggioso, competitivo. Rappresenta la nostra parte più combattiva, quella pronta a lottare per ottenere ciò che desideriamo, o per proteggere ciò che di più caro abbiamo.

È il fuoco che accende, e dentro di sé ha tutta l’energia, l’entusiasmo, la grinta e lo slancio creativo di questo elemento. Fuoco impulsivo, irrefrenabile, uno scoppiettare continuo d’idee, un gettarsi a capofitto in imprese sempre nuove. La continuità e la perseveranza non sono il suo forte, e come per tutti i segni di fuoco, ci pensa il successivo segno di terra (in questo caso, il Toro) a «contenerlo» e a dare forma e sostanza alle sue creazioni.

Il primo archetipo non appartiene soltanto ai nati sotto il segno dell’Ariete. Ognuno di noi ha dentro di sé l’archetipo dell’Iniziativa, anche se a volte facciamo fatica a «ritrovarlo», soffocato da paure, ansie o abitudini. Ogni volta che ci lanciamo in qualcosa di nuovo con coraggio e intraprendenza, ogni volta che liberiamo e lasciamo fluire quel mix di adrenalina e curiosità che solo le nuove imprese sono in grado di risvegliare, stiamo esprimendo l’archetipo Ariete che è dentro di noi. Ogni volta che freniamo il nostro spirito d’iniziativa prefigurando problemi o insidie, castrati dalla paura del fallimento, stiamo reprimendo la nostra componente Ariete, il fuoco che accende il motore dell’iniziativa.


Ai nati sotto il segno dell’Ariete, invece, dedico un piccolo “punto della situazione” sul loro cielo del 2017. Leggilo CLICCANDO QUI!

comments

Bollettino del Cielo