SAGITTARIO – NOVEMBRE 2015

8924793_sSAGITTARIO: MESE DI NUOVE FONDAMENTA

Dalla metà di agosto, il cielo ha cambiato polarità, il tuo incedere si è fatto più lento e faticoso. A metà settembre Saturno è entrato nel segno, inaugurando una nuova fase della tua vita. Una fase nel corso della quale ci sarà da rimettere a posto alcuni conti con il passato, frutto in molti casi di errori di valutazione di persone e situazioni che per eccesso di fiducia e di buona fede hai commesso negli scorsi anni, soprattutto tra il 2008 e il 2012. Se in quel periodo si è prodotto uno sfasamento, se questi errori ti hanno portato fuori dal tuo centro, se in termini più pratici ti hanno fatto perdere denaro, meriti e occasioni di lavoro, ora inizia una fase che ha lo scopo di rimettere a posto le cose. Alcuni lo faranno con delle vere e proprie cause legali, altri semplicemente iniziando a pretendere maggiore rispetto. In ogni caso, i veri cambiamenti partono da dentro, e molti nati del segno dalla metà di settembre si sono “induriti”, sono diventati più lucidi e disincantati, più capace di tracciare i giusti “confini” per proteggere i propri diritti, e questa è la prima condizione necessaria per una vera e propria ricostruzione di un nuovo edificio più stabile e protetto.

Di questo nuovo cielo, i mesi passati rappresentano una sorta di prologo, una parentesi di preparazione che ricorda molto la pausa di un attore in camerino prima di entrare in scena. Questo sarà il sapore anche delle prime tre settimane del mese, in attesa che il sipario si alzi e che il Sole e Mercurio tornino nel segno, rispettivamente il 23 e il 20 novembre. Il ritorno del segno rappresenta il vero e proprio Start di un nuovo Giro intorno all’anno, un nuovo capitolo di vita nel corso del quale ci sarà da lavorare appunto per rimettere in parità la bilancia dei conti con il passato, riprendendoti ciò che ti spetta e pretendendo dagli altri maggiore rispetto. Ci sarà da lavorare per una nuova indipendenza, libera da paure e da condizionamenti, e da radicare nuovi punti di riferimento che partano da dentro e che non si appoggino agli altri. Di questo nuovo cielo ho parlato moltissimo nell’oroscopo dello scorso mese, e se l’hai perso ti consiglio di leggerlo prima di andare avanti!

In attesa del ritorno solare del 23 novembre, dicevo, le prime tre settimane del mese potrebbero apparirti avvolte da un senso di attesa e potresti oscillare tra le tue emozioni dell’attesa impaziente di un nuovo importante inizio e un pizzico di malinconia per ciò che resta alle spalle. Rappresentano la fine del ciclo precedente, un tempo di rielaborazione e di preparazione che ti consente di capire esattamente a che punto sei del tuo cammino. Cos’è cambiato nella tua vita, cosa hai ottenuto di nuovo e cosa ancora manca? Che cosa ti aspetti dal nuovo anno? Per esprimere un desiderio – cosa che farai al momento del ritorno solare con il simbolico desiderio delle candeline – occorrono idee chiare e molta lucidità.

Facciamo un piccolo passo indietro: nella vita e nel cielo del Sagittario, moltissime cose sono cambiate negli ultimi tre anni, dall’autunno del 2012. Sono stati anni di colpi di scena, alcuni favorevoli e fortunati, altri meno. Alcuni punti fermi sono venuti meno, anche se questo non deve far necessariamente pensare a eventi negativi: specialmente dall’estate 2014 all’estate 2015 sono moltissimi i Sagittari che hanno attraversato cambiamenti profondi. Molti si sono sposati, trasferiti, hanno abbracciato nuove attività professionali o hanno vissuto l’emozione di un primo figlio. Tutti traguardi di grande soddisfazione, ma alla fine dei conti questa vorticosa giostra di cambiamenti li ha sparati in una nuova vita dove c’è da ricostruire punti fermi e certezze; insomma, nuove fondamenta per l’edificio che piano dopo piano tirerai su nel corso del nuovo anno.

L’apertura del “cantiere” è fissata per la parte finale del mese, quando Sole e Mercurio torneranno nel segno, mentre le prime tre settimane sono una parentesi utile per mettere a fuoco nuove obiettivi e priorità. Questo non significa però che siano un momento “fermo”, assolutamente! Anzi, nel corso della prima metà del mese, Venere (dal 9) e Marte (dal 13) lasciano la fastidiosa quadratura e dopo due mesi in dissonanza entrano finalmente in un bellissimo sestile dalla Bilancia che illumina la tua Undicesima casa, l’area dello Zodiaco che rappresenta proprio quella capacità creativa e costruttiva di gettare il cuore oltre l’ostacolo e di visualizzare un futuro “prossimo” più luminoso e dinamico del presente. Non solo: in termini più concreti, l’Undicesima casa rappresenta anche gli “amici” e gli “alleati”, e grazie al benefico transito di Marte e Venere in questa posizione così fortunata sono molte le occasioni e le proposte che potrai ricevere nel corso del mese. L’unica raccomandazione è di cercare di aiutare le stelle allargando il più possibile la cerchia di amicizie e frequentazioni, perché con Venere in Undicesima casa da cosa nasce cosa, e nuove conoscenze portano spesso nuove opportunità.

Il passaggio di Venere in Bilancia rappresenta un bellissimo spartiacque anche per l’amore. Fino al 9 novembre, finché perdura la quadratura, il cuore risente ancora di un cielo pesante, dove le responsabilità della coppia pesano più delle soddisfazioni. Tra preoccupazione di lavoro e spese incombenti c’è spesso poco tempo da dedicare all’amore. C’è il rischio di alzare un po’ i toni delle discussioni e far volare qualche piatto, ma tranne chi è veramente in crisi, le coppie non rischiano nulla. Dal 9 novembre, la nuova riporta il sereno: non solo migliorano gli umori generali, ma soprattutto nelle coppie recenti torna la voglia di guardare avanti con nuovi obiettivi. Anche per i cuori solitari, dal 9 inizia la ripresa! Con Venere nella casa delle “amicizie” vale la pena di farsi vedere un po’ di più in giro e di accettare qualche invito a feste o eventi mondani, perché anche per il cuore da cosa nasce cosa. Un amico potrebbe sfoderare un amico a sorpresa, di quegli incontri che cambia il clima del cuore. Fai attenzione solamente ai cuori già impegnati, anche se apparentemente liberi!

Insomma, so perfettamente che molti oroscopi danno il tuo come un cielo difficile e pesante, e per certi versi è così. Ma lo sono tutti i cieli che contengono un’importante promessa di ricostruzione. Tutti quei cieli che hanno il pregio di stimolare una reazione e ti consentono di riappropriarti di tutte quelle cose di cui per generosità o distrazione ti sei lasciato depredare negli ultimi anni. Come tutti quei cieli, insomma, che ti restituiscono il timone della tua vita!

VOTO: 7
METRONOMO: adagetto di liberazione


comments

Oroscopo