SCORPIONE: COME SARA’ IL 2017

IMG_2395

SCORPIONE
Nel tuo oroscopo per il 2017 ci sono alcune parole che ritorneranno con una certa frequenza. Si tratta di “nuova vita”, “trasformazione” e “rinnovamento”. A rischio di cadere in alcune “ripetizioni”, le troverai continuamente nelle righe che seguono, perché esprimono il senso di “rinascita” che quest’anno ha per il tuo segno.

Per raccontare il tuo nuovo anno, infatti, occorre fare un piccolo passo indietro. Il tuo segno, tra la fine del 2012 e la metà del 2015, ha ricevuto la visita di Saturno, un transito radicale, per molti versi difficile, che rappresenta un appuntamento fondamentale con le tappe di crescita più importanti della vita. Saturno nel segno significa fare tabula rasa di tutto ciò che non ti appartiene, e soprattutto di ciò che frena, limita o condiziona la tua indipendenza. Significa trovare la forza di chiudere alcuni capitoli di vita che ormai non hanno più linfa vitale per creare quel vuoto fertile e ricettivo che serve ad accogliere il nuovo. Saturno nel segno è come una faticosa aratura del campo allo scopo di eliminare le erbacce, smuovere la terra e prepararla ad accogliere un nuovo seme. Un processo talvolta difficile, ma indispensabile al ciclo della vita.

Per questa ragione, anche il film che ho scelto per raccontare il tuo oroscopo parla della necessità di chiudere alcuni vecchi capitoli per poter accogliere un seme di “nuova vita”. Si tratta di Saving Mr. Banks e racconta la vera storia della «battaglia» ventennale che Walt Disney ingaggiò con Pamela Travers, autrice dei romanzi di Mary Poppins, per ottenere i diritti necessari a realizzare il memorabile film con Julie Andrews.

Pamela Travers è una sessantenne intrattabile e scontrosa, che non si piega alle preghiere di Walt Disney e rifiuta qualsiasi accordo, accampa scuse di ogni tipo e per vent’anni ogni anno restituisce al mittente il contratto, apparentemente per capriccio, in spregio al potere di Disney e di Hollywood. La realtà, però, è un’altra: i romanzi di Mary Poppins nascono da un capitolo doloroso dell’infanzia di Pamela Travers, rimasta orfana di un padre dolce e sognatore che annegava nell’alcool la sua difficoltà di affrontare i problemi della vita. Un capitolo nel quale è rimasta bloccata, un interregno tra un passato che non le appartiene più e un futuro verso il quale si rifiuta di andare.

All’inizio del film, non scrive un libro da molti anni, i suoi soldi stanno per finire, e il suo agente la convince ad andare a Los Angeles almeno per incontrare Walt Disney e gli autori del film. Ed è qui che la vediamo disprezzare bozzetti e canzoni: nulla le va bene, nonostante i numerosissimi tentativi di Disney di andarle incontro in tutti i modi. S’impunta su dettagli apparentemente insignificanti, ma con un gioco di flashback si capisce che insignificanti non sono, perché rappresentano aspetti felici o dolorosi dell’infanzia di «Guinty» (così la chiamava il papà) e per questo, ai suoi occhi, sono inviolabili. I romanzi, infatti, sono intessuti della vera vita di Pamela, che da bambina raccontava le storie di Mary Poppins alle sorelline per alleviare la durezza della loro situazione familiare. A partire dalla stessa governante, nella realtà una zia di Pamela giunta in casa a riportare l’ordine dopo la scomparsa del padre.

Pamela è rimasta bloccata in quella fase della sua vita, che non ha mai interamente compreso, «perdonato» e superato, ma arriva il momento di prendere commiato da quello che ormai è un capitolo chiuso e andare avanti. Nel corso della storia, affrontando i nodi dell’adattamento cinematografico insieme allo sceneggiatore, al paroliere delle canzoni e allo stesso Walt Disney, Pamela scioglie uno a uno tutti i nodi che la tenevano ancorata a un passato mai perdonato: affronta i suoi fantasmi, illumina le sue paure, accetta di autorizzare l’adattamento, e cosa più importante di tutte, ricomincia a scrivere nuovi romanzi.

E’ questo il punto centrale della questione: se Pamela non avesse chiuso quel capitolo di vita, non le sarebbe stato possibile affacciarsi ad un nuovo atto della sua vita fatto di creatività, nuovi inizi e soddisfazioni, ma sarebbe rimasta, al contrario, la guardiana di un tempio di ricordi. La mongolfiera della sua vita, alleggerita dalle zavorre, torna a volare. Questo è ciò che hai dovuto fare anche tu, quando Saturno è entrato nel tuo segno tra la fine del 2012 e la metà del 2015, e ora che tu ti appresti ad accogliere un nuovo capitolo di vita che ha il sapore di una rinascita.

La prima parte dell’anno è più preparatoria, un progressivo avvicinamento al vero e proprio Big Bang che avrà luogo dopo l’estate. «Preparatoria» non significa però poco attiva o poco fortunata. Fino a metà ottobre, infatti, Giove si trova in una posizione che ricorda quella di un “angelo custode”, o del “suggeritore nella buca”, che si attiva nel momento del bisogno e che raddrizza l’imbarcazione e la rimette al vento. “Preparazione” significa occasione di sperimentarsi e mettersi in gioco in nuove attività, di ricoprire nuovi lati di sé. Si sa: per ottenere ciò che non hai mai ottenuto prima, occorre fare cose che non hai mai fatto, e la prima parte del 2017 consente proprio di perlustrare nuovi territori e mettersi alla prova. Fino all’autunno – e soprattutto tra maggio e settembre – sarà tempo di rafforzare la tua posizione, di consolidare i risultati precedenti per costituire una buona base, un trampolino perfettamente efficiente dal quale spiccare un balzo in autunno.

Sono le ultime fasi della trasformazione della crisalide in farfalla. Per chi ha visto il film, questa prima parte dell’anno coincide con coincide con la graduale «apertura» di Pamela all’idea di autorizzare il film, quando il suo guscio-corazza inizia a sciogliersi e senza neanche rendersene conto inizia a muovere i primi passi verso la sua nuova vita. Anche per te, ottobre corrisponde alla vera e propria rinascita. Inizia un nuovo ciclo, si risvegliano nuovi interessi e declinazioni del talento personale. Questo fortissimo «accento» planetario si tradurrà per molti in un vero e proprio debutto in una nuova vita: decideranno di dare una chance ai progetti e alle attività che più li rendono felici, facendo un vero e proprio balzo verso una nuova professione. Ogni cambiamento è protetto e stimolato da un cielo che desidera unicamente trasformarti in te stesso e valorizzare ciò che ti consente di esprimerti. Giove nel segno, naturalmente, fa scattare una serratura: sta a te, poi, girare la maniglia e aprire quella porta, varcare la soglia e accedere finalmente alle nuove, concrete possibilità che si prospettano davanti ai tuoi occhi. Ma con Giove nel segno, anche chi non medita un cambiamento intercetta comunque un potente vento di poppa che consente agli affari di girare meglio, con maggiore soddisfazione e con minore fatica.

Anche in amore, il 2017 è l’anno che riporta l’armonia. Va detto che la fine del 2016 ha rappresentato un altro momento di fatica in amore, con problematiche legate al lavoro di uno dei due, con decisioni talvolta difficili riguardanti un trasferimento o l’organizzazione della vita, soprattutto per le coppie fresche di matrimonio o che hanno avuto un primo figlio negli ultimi mesi. Superato questo scoglio, già dall’inizio del 2017 si comincia a riprendere quota. Lo stesso vento di rinascita porta anche molte coppie di vecchia data a fare un bilancio e a scegliersi di nuovo. O, al contrario, in alcuni rari casi a dover prendere atto che una relazione ha fatto il suo tempo e creare quello spazio neutro che serve ad accogliere il nuovo. Diciamo che il filo rosso che percorre tutto il 2017 è un rinnovato desiderio di star bene, che prevale sull’ostinazione di voler tenere in piedi a tutti i costi una relazione che non ha più gambe. Sono casi abbastanza rari (anche perché gli ultimi anni hanno fatto piazza pulita di molte situazioni/relazioni usurate), ma alcuni si renderanno conto che prendere strade separate è la soluzione migliore per entrambi, e lo faranno senza astio o recriminazioni. Lo Scorpione del 2017 non è «armato» di pungiglione punitivo, ma di un potente fendi-ghiaccio per aprirsi la strada verso una vita più serena e appagata.

Anche i cuori solitari che arrivano al 2017 rallentati o frenati da una storia del passato che ha lasciato qualche cicatrice, si apprestano a spiccare il salto in una nuova felicità. Molti nati del segno tra il 2012 e il 2015 hanno vissuto delle relazioni difficili, talvolta clandestine, che non sono andate a buon fine e che sono finite in maniera turbolenta. La cosa importante nel 2017 è aprirsi a nuove relazioni senza cadere in vecchi schemi comportamentali, a cominciare dalla scelta stessa del partner. In questo senso, la primavera riserva moltissime occasioni d’incontro, ma potrebbe anche mettere alla prova e ripresentare vecchi modelli da evitare per non ricadere in dinamiche disfunzionali. Per questo motivo, metterei al bando indecisi, irrisolti, impegnati e via dicendo. Lo Scorpione muove i primi passi in una nuova vita: la cosa più importante è sganciare vecchie zavorre e non caricarsene addosso di nuove. Lo stesso, a maggior ragione, vale anche nel caso (non improbabile) in cui ci siano dei ritorni dal passato: occorre vedere se una relazione può essere realmente rifondata ripartendo da zero. In tal caso, rinasce con te: altrimenti resta relegata al passato perché lo Scorpione del 2017 è come l’astronave di Balle Spaziali, “non frena per nessuno”.

Insomma, come dice Lao Tzi, “ciò che il bruco chiama fine del mondo, il resto del mondo chiama farfalla”. Negli scorsi anni hai assistito alla fine di un mondo, hai incominciato, faticosamente, a mettere nuove ali, dapprima un po’ deboli e incerte, ma poi sempre più ampie e robuste, forti e sicure. E ora, finalmente, sei pronto a volare di nuovo.


scorpione-1024x5351


IL NUOVO LIBRO DI SIMON E’ IN FINALMENTE LIBRERIA!
DISPONIBILE SU >>IBS<<>>AMAZON<< E IN TUTTE LE LIBRERIE E STORE ONLINE!

LEGGI L’OROSCOPO 2017 PER GLI ALTRI SEGNI >>CLICCANDO QUI<<


comments

Oroscopo