VENERE IN RETROMARCIA!

VENERE IN RETROMARCIA

VENERE IN RETROMARCIA!

Ciao a tutti! Da oggi Venere ha innestato la retromarcia, e percorre in moto retrogrado i gradi del segno dell’Ariete. Molti di voi mi hanno scritto di parlare del moto “retrogrado” dei pianeti in generale e di Venere in particolare. E’ un tema molto interessante, anche se è difficile parlarne in termini generali perché le caratteristiche del moto retrogrado dipendono moltissimo dalle qualità e dal tipo di energia di ciascun pianeta.

In via del tutto generale, si può dire che il moto retrogrado inverte la direzione del pianeta: tutte le qualità normalmente estroverse del pianeta si rivolgono all’interno, e viceversa. Mercurio, per esempio, è il pianeta della comunicazione, del dialogo, della formazione ed espressione delle idee. E’ il pianeta dello scambio, del commercio e dei contatti. Il suo transito nei vari segni ci indica come svolgiamo le funzioni che gli sono associate: come “parliamo”, “dialoghiamo”, come entriamo in contatto con gli altri, e così via.

Quando Mercurio entra nel suo modo retrogrado, pensiero e comunicazione diventano intro-versi (proiettati verso la nostra interiorità) e diventano quindi riflessione, rielaborazione, auto-analisi. Durante il moto retrogrado di Mercurio (che è piuttosto frequente perché avviene solitamente tre volte l’anno) siamo più inclini a guardarci dentro, a metterci in discussione, a passare al vaglio idee e progetti. Ma c’è anche il rischio di non farsi capire bene dagli altri, proprio perché il flusso della comunicazione si inverte: ciò che normalmente parte da dentro e va verso l’esterno (il flusso dell’espressione del pensiero) durante il moto retrogrado cambia verso e diventa un flusso che dall’esterno viaggia verso l’interiorità. Noi ci guardiamo dentro, ma chi sta “fuori” ci comprende meno.

Qualcosa di simile accade anche durante il moto retrogrado di Venere, il pianeta dell’amore e dell’affettività, ma anche dell’armonia, della capacità di interagire e collaborare con gli altri, della nostra naturale attitudine (chi più, chi meno) a mettere a parte l’ego e fare un passo indietro per accogliere l’altro nella nostra vita, e così via. Venere, normalmente (quando viaggia in moto “diretto”) descrive il moto in cui creiamo relazioni, cerchiamo l’altro, gli facciamo spazio nella nostra vita, creiamo rapporti affettivi, collaboriamo, e così via.

Quando Venere entra in moto retrogrado, per prima cosa induce riflessioni e ripensamenti sul nostro modo di amare: ci spinge a mettere in discussione alcuni temi e dinamiche che governano il modo di stare in relazione con l’altro, a rivedere certi nostri comportamenti che entrano in gioco quando siamo in coppia, e così via. In particolare, questa è una Venere in Ariete, segno di iniziativa e di intraprendenza, segno dell’affermazione personale governato da Marte. Un moto retrogrado di Venere in Ariete potrebbe spingere alcuni di noi a riflettere sul fatto di essere stati forse troppo irruenti in una relazione, poco attenti ai bisogni dell’altro, e magari di aver messo a repentaglio una storia o addirittura di aver perso un amore proprio per questa ragione. O, al contrario, di non essere stati abbastanza intraprendenti e coraggiosi, e di esserci lasciati sfuggire un’occasione importante. Dalle cose più piccole (penso ad esempio a chi non si decide a fare una prima mossa) alle situazioni più complesse, alle volte il coraggio in amore viene meno per paura di essere respinti, o non apprezzati, o frantesi. Anche questo è un insegnamento importante di questa Venere in Ariete: bisogna avere il coraggio di “buttarsi”. E’ come all’università: chi non ha il coraggio di andare a dare un esame, si è “bocciato” da solo.

Ma i moti retrogradi parlano spesso del “passato”, e per qualcuno il moto retrogrado di Venere potrebbe fornire lo spunto per rivedere un rapporto, per dare una seconda chance ad un ex, per mettere a fuoco le ragioni che hanno portato ad una certa scelta, o messo fino ad una relazione. In alcuni casi, questo potrebbe portare dubbi o ripensamenti, soprattutto se una decisione è stata frutto di ego(ismo), o di incapacità di aprirsi fino in fondo e lasciarsi andare. Insomma, questo è un vero e proprio tagliando di revisione del nostro modo di stare in relazione con l’altro.

Il moto retrogrado di Venere, a differenza di quello di Mercurio, è meno frequente e quando si verifica rappresenta sempre un “grande tema” dell’anno. In questo caso, Venere innesta la retromarcia in Ariete, torna in Pesci, poi riprende il moto diretto e rientra in Ariete. Così facendo, (col)lega il primo e l’ultimo segno dello Zodiaco, il più irruente e coraggioso ed il più riflessivo e portato al sacrificio. Secondo me, infatti, questa “danza di Venere in retromarcia” impartisce all’intero Zodiaco un insegnamento fondamentale: l’amore è un prezioso e talvolta difficile equilibrio tra coraggio e sacrificio. Sono due necessari entrambi questi ingredienti, perché amare significa accettare qualche compromesso, smussare qualche angolo acuto e sacrificare un po’ del proprio individualismo sull’altare della relazione con l’altro.

Alcuni segni devono imparare un po’ questa lezione, mentre ad altri viene fin troppo naturale: questo sacrificio non deve mai arrivare a mettere da parte le mie cose “importanti” per l’altro. Questo, infatti, può sembrare in apparenza un gesto molto nobile, ma alla fin fine produce quasi sempre conseguenze negative: se io mi annullo per l’altro, smetto di essere ciò che sono e ciò per cui mi ha scelto. Viene meno la premessa stessa di una relazione: due persone, entrambe centrate nella propria identità e natura, che si scelgono perché ciascuna delle due ha qualcosa che completa e arricchisce l’altra. Due persone “dialogano” finché hanno punti di vista da scambiare: se uno dei due dice solo “sì”, finisce il dialogo ed inizia il monologo. Lo stesso vale anche in amore, e questo moto retrogrado di Venere ce lo insegna.

Fino al 3 aprile, Venere sarà retrograda in Ariete, e il suo insegnamento si concentrerà sugli aspetti del coraggio di amare, e per molti segni stimolerà proprio questo tipo di riflessioni, soprattutto per chi ad esempio non se l’è sentita di vivere una relazione che poteva apparire complicata, o per chi non ha il coraggio di lasciarsi andare fino in fondo, o di prendere l’iniziativa in una situazione in stallo, e così via. Poi, dal 4 al 28 aprile, Venere sarà in Pesci (dal 4 al 15 retrograda, poi nuovamente diretta) e il suo insegnamento si concentrerà più sull’aspetto del sacrificio di amare, stimolando in molti qualche ripensamento: sono stato abbastanza attento all’altro? Sono stato in grado di comprendere le sue motivazioni ed esigenze, o sono stato accecato dalle mie? O messo da parte le mie cose per amore? Mi sto annullando per l’altro.

Insomma, è un transito che porterà un fiumi di messaggi e di stimoli al cielo dell’amore. Sono temi che riprenderemo più volte, nei settimanali e nei mensili, almeno fino alla fine di aprile. Per il momento, vi volevo dare qualche spunto di riflessione su questa Venere in retromarcia!

Un abbraccio a tutti!
A dopo!
xxx
S


IL NUOVO LIBRO DI SIMON E’ IN FINALMENTE LIBRERIA!
DISPONIBILE SU >>IBS<<>>AMAZON<< E IN TUTTE LE LIBRERIE E STORE ONLINE!

LEGGI L’OROSCOPO MENSILE >>CLICCANDO QUI<<
LEGGI L’OROSCOPO ANNUALE 2017 >>CLICCANDO QUI<<


comments

Bollettino del Cielo