VENERE IN SAGITTARIO!

Venere in Sagittario2017

VENERE IN SAGITTARIO
(dal 1 al 25 dicembre)

Ciao a tutti! Come state? Oggi Venere lascia lo Scorpione e inizia a percorrere i gradi del Sagittario, dove resterà fino al 25 dicembre.

Venere è il pianeta dell’armonia e delle relazioni, e che quando si parla di Venere la prima associazione d’idee che viene spontanea è – naturalmente – quella con l’amore. Beninteso, Venere racchiude uno spettro di significati simbolici che va oltre il solo amore di coppia, e comprende tutte le forme di rapporto che fa scorrere due vite in parallelo. Ma in questo post volevo parlare proprio degli effetti sull’amore di questo transito di Venere.

Il Sagittario è segno di Fuoco (passionale, energico) governato da Giove, pianeta dell’ottimismo, della crescita e della fortuna. E’ il segno che più di ogni altro segno dello Zodiaco ha la capacità di andare oltre e di guardare avanti. L’esplorazione, l’avventura, la conquista di nuovi spazi, il superamento degli ostacoli, l’ottimismo e l’immaginazione di mondi migliori sono tutti valori del Sagittario.

Il passaggio di Venere in Sagittario è forse uno dei più belli in assoluto, soprattutto per i cuori solitari e per i grandi “delusi” dell’amore, quelli che – per utilizzare le parole di una splendida canzone di Renato Zero – hanno chiuso il cuore in un cassetto e per dispetto non lo indossano più. Certo, molto dipende dal segno, e ne parlerò tra poco, ma per tutto lo Zodiaco questa nuova Venere ha proprio il senso di un risveglio della voglia di tentare di nuovo: è una riscoperta del desiderio di stupirsi, di allargare la cerchia di amicizie e conoscenze ed accogliere il nuovo. E’ un transito che spinge a prender coraggio e andare, in termini simbolici, dove non si è mai andati prima: l’emozione di un inizio di convivenza, di un trasferimento per amore, di un primo figlio, di una promessa importante, tutte frontiere per spingere oltre la voglia di stare insieme, verso nuovi traguardi.

Seguendo lo stesso filo logico, è un transito di Venere che stimola la voglia di viaggiare, vedere cose nuove, esplorare ciò che è lontano dal perimetro delle abitudini, riempirsi gli occhi e l’anima di nuovi input. Per questa ragione, con Venere in Sagittario uno dei modi migliori per andare incontro all’amore è viaggiare. Per i cuori solitari, significa ampliare le possibilità d’incontro, ma soprattutto darsi l’occasione di uscire dal guscio di una routine troppo ripetitiva. Per le coppie, viaggiare insieme sotto questo cielo – da una grande vacanza ad un piccolo viaggetto fuori porta – significa riscoprire la capacità di andare incontro al mondo insieme, di prendersi per mano e vedere insieme cose nuove.

Giove, come dicevo, è il pianeta della crescita, della fortuna e dell’espansione. “Venere a casa di Giove” significa che l’amore e le relazioni attraversano un cielo che permette davvero di fare un passo avanti. Per alcuni segni (i segni di Fuoco e alcuni segni d’Aria) si tratta di una crescita naturale e spontanea, per altri occorre vincere una resistenza interiore, ma per tutti questo transito di Venere è una parentesi che consente davvero di arrivare dove non si è mai andati prima e di ottenere cose mia ottenute prima.

I segni che ne colgono di più questo effetto fortunato sono i segni di fuoco (Ariete, Leone e Sagittario), per i quali si apre una fase di vero e proprio “risveglio” del cuore. In particolare, il Sagittario entra in un nuovo capitolo di vita, fatto di incontri, di nuove passioni o di nuovi progetti di coppia. Ricordo (ma non credo che ce ne sia bisogno!) che è iniziato il “conto alla rovescia” per la liberazione da Saturno: il Sagittario sta per lasciare un lungo “tunnel” di difficoltà e fatica. Si avvicina un giro di boa radicale che somiglia alla fuga di Dante dai gironi della Divina Commedia (“e al fine uscimmo a riveder le stelle”), un momento di rinascita fissato per il 20 dicembre ma anticipato in qualche modo da questo bellissimo ingresso di Venere nel segno che rilancia gli orizzonti del cuore. Per il Leone, l’ingresso di Venere in trigono segna la fine delle curve a gomito di novembre e l’inizio di un bel rettilineo dove il cuore riprende quota: soprattutto chi vive una nuova conoscenza o una relazione alle fasi iniziali, scarica una zavorra di diffidenza e comincia a lasciare andare ad una nuova emozione. Nell’Ariete (e in particolare per i “neo-single” del segno reduci da una recente separazione) il trigono di Venere risveglia la voglia di rimettersi in gioco con una nuova relazione: in molti casi, la persona giusta è già lì, nella visuale periferica della vita, basta individuarla e immaginarsela accanto. Bisogna anche dire che la recente opposizione di Giove (terminata lo scorso 10 ottobre) ha messo in luce nella prima parte di quest’anno il tallone d’Achille di molte relazioni. Alcune coppie non hanno retto all’urto; altre hanno visto il capolinea nel corso dell’anno, e sono molti i neo-separati del segno che con questa nuova Venere escono dal letargo. Più in generale, il buon aspetto del pianeta dell’amore consente di recuperare una prospettiva più larga sulla relazione, di ricominciare a vedere un futuro più bello oltre (parola-chiave dei transiti in Sagittario) alcune difficoltà del presente.

Anche i segni d’Aria ne colgono la spinta favorevole, soprattutto l’Acquario e la Bilancia, per i quali questo transito favorevole di Venere rimescola le carte e apre una nuova stagione degli incontri più stimolante e dinamica. Non solo: sempre per Bilancia e Acquario, la nuova Venere è preziosa per dare una fisionomia più chiara e definita ad una recente conoscenza, o per aprirsi e “dichiararsi”, per cominciare a vivere pienamente un nuovo amore dopo un mese di novembre dove gli impegni del lavoro hanno lasciato poco spazio al cuore. Un discorso a parte meritano invece i Gemelli, per i quali Venere va ad aggiungersi all’opposizione che il Sole e Mercurio già formano da qualche tempo. Le opposizioni sono sempre sinonimo di un periodo di “confronti” ed offrono l’occasione giusta per affrontare (se ce ne sono) eventuali discussioni o nodi irrisolti con il partner. In alcuni casi, può trattarsi di piccoli confronti di routine, ma se ci sono questioni più “serie”, questo è il cielo giusto per prenderle di petto, lasciarsi alle spalle un blocco o un problema, e ripartire con maggiore spinta verso nuovi orizzonti o progetti.

Per i segni di Terra (Toro, Vergine e Capricorno), Venere in Sagittario è una sfida a vincere la naturale diffidenza del “vedo solo ciò che posso toccare con mano” e dare un’occasione di fiducia a un progetto particolarmente azzardato con il partner; oppure a dare una chance a una persona incontrata di recente, con la quale è stata attrazione immediata, con la quale c’è una bellissima intesa ma che magari non offre ancora le garanzie di “tenuta di strada” che la terra vorrebbe.

Per i segni d’Acqua, è una Venere che alza la temperatura emotiva, e crea qualche dubbio o ripensamento sugli incontri fatti nelle settimane passate. Allo Scorpione potrebbe dare la sensazione che una persona conosciuta di recente sia troppo sfuggente o non del tutto affidabile. Al Cancro, invece, che una persona da poco entrata nel cuore sia troppo diversa e non sia facile creare un equilibrio, una routine o “farci casa” insieme. AI Pesci, che le cose potrebbero non funzionare perché c’è un interesse per una persona che appartiene all’ambiente di lavoro e questo potrebbe creare “intrecci” pericolosi tra cuore e affari.

Ai segni di Terra e d’Acqua (che non hanno grande simpatia e affinità con il fuoco del Sagittario) ricordo che il senso profondo del transito di Venere in Sagittario è di stimolarci a ritrovare fiducia o ottimismo nelle questioni di cuore: se sorge un dubbio d’amore, spesso serve proprio a cercare dentro di noi le risposte che servono a superarlo, oppure a renderci conto che una determinata strada affettiva non consente quel “salto” e guardare altrove.

Spero di avervi dato almeno un’idea di questo bellissimo transito che resterà attivo nel cielo per oltre tre settimane: l’armonia di Venere, la voglia di prendersi per mano e camminare in due incontro lo slancio, la fiducia e l’ottimismo di Giove. Proprio mentre scrivevo questa conclusione, mi è venuta in mente una canzone che esprime magnificamente questo vento di movimento. E’ “Vieni via con me” di Paolo Conte:

“Non perderti per niente al mondo
Lo spettacolo d’arte varia
Di un [cielo] innamorato di te
It’s wonderful!”

Un abbraccio e buona Venere in Sagittario a tutti! 🙂
Con amore,
xxx
S*

comments

Bollettino del Cielo