DEDICATO AL CANCRO

Cancro

Questa rivoluzione, tra alti e bassi, è andata avanti per tutto il 2018 e per tutto il 2019, portando molti nati del segno a cambiare lavoro, città, referenti. Ad uscire allo scoperto facendosi più avanti, avanzando richieste sul lavoro, mettendo in discussione una relazione, rivendicando un ruolo più “centrale” in famiglia, affrontando discorsi che andavano affrontato da tempo, vincendo la paura di smuovere le acque. Moltissimo è stato fatto, molti argini sono stati rotti, molti mostri affrontati. Ma come dicevo questo che si accinge a festeggiare il compleanno 2020 è un Cancro sospeso in un limbo, tra due rive. Da un lato sente formicolare dentro di sé un potente e vitale desiderio di libertà, di emancipazione risvegliato dal ritorno del Sole nel segno.

Dall’altro, però, il ritorno di Saturno in opposizione (per gli ultimi 6 mesi, poi ce lo siamo tolto dalla scatole!) è come se lo mettesse dinanzi al “round finale” di una serie di battaglie che da anni sta portando avanti. Può trattarsi come dicevo di battaglie sul lavoro, nei rapporti interpersonali, nei rapporti con il partner o con un ex. Ma prima di ogni altra cosa, la battaglia è una: quella contro la paura dell’abbandono, della perdita di punti di riferimento. E ancor prima – arrivando al nocciolo della questione – la posta in gioco è ben chiara: (ri)appropriarsi della fiducia in se stessi, della consapevolezza di potercela fare anche senza alcuni “appoggi”. Ed ecco perché in questo periodo molti nati del segno potrebbero trovarsi di fronte a situazioni che sembrano dirgli: “e adesso devi cavartela da solo”.

Beninteso, può trattarsi di situazioni assolutamente positive (come una promozione sul lavoro, un ruolo di maggiore responsabilità, la liberazione da un contratto che vincolava) ma che hanno un comune denominatore simbolico: spingono a mettersi in gioco in maniera più protagonista, senza una rete di sicurezza rappresentata dalla presenza degli altri. Una presenza che negli anni ha confortato, senz’altro, ma anche tarpato le ali. E quindi, nello scenario psicologico attraversato dal Cancro negli scorsi anni, possono apparire come situazioni che ti buttano nell’arena, ma servono anche a dimostrare (prima di tutto a te stesso) che ce la puoi fare brillantemente.

Allo stesso modo, certi tuoi comportamenti in questo periodo porrebbero sbalordire chi ti sta accanto. Perché potrebbero far emergere alcune tue prese di coraggio o di posizione che fino a qualche tempo fa erano assolutamente inimmaginabili. Potresti sentirti apostrofare con frasi come  “non ti riconosco, non è da te”. Perché gli altri vedono solo la punta dell’iceberg di un processo di risveglio e di emancipazione personale che dentro di te lavora già da molto tempo. Anzi, l’errore più grande per chi hai vicino potrebbe essere proprio dare per scontate alcune tue mosse. Per carità, questo un errore sempre, comunque e con chiunque. Ma potrebbero restare davvero perché quello che sta venendo fuori è un Cancro che agisce e reagisce con una grinta ed una determinazione che lasciano di stucco. Smette di giocare in difesa di un vecchio mondo (che non sia mai che si sgretoli) come faceva anni fa ed inizia a giocare in attacco. Potrei andare avanti per ore per descrivere quello che è un vero e proprio cambio di polarità, una trasformazione che ricorda l’auto-liberazione di Spartacus. 

Questo quindi è lo scenario nel quale ci muoviamo, ed il ritorno del Sole non può che accentuare questo desiderio di ripartire smuovendo tutto ciò che è stantio. A partire dal lavoro: proprio in questi giorni, quando sta ripartendo con qualcosa di nuovo, sta affrontando un cambiamento dopo anni nello stesso ruolo o nella stessa azienda. Ricorda quello che ho detto prima: molte situazioni in questo periodo attivare dentro di te sentimenti contrastanti. Da un lato, la voglia di qualcosa di nuovo, e dall’altro la paura di mettere piede in un territorio sconosciuto. Ma in questo periodo prevale la voglia di novità. Ci può volere un tempo più lungo, trattative che procedono a rilento (visto il moto retrogrado di Mercurio e Venere in Dodicesima casa). Ma la prova è proprio questa: crederci fino in fondo, credere in te stesso senza tentennamenti o sbavature, e andare avanti per la tua strada.

Chi invece un cambiamento l’ha affrontato l’anno scorso, fa tesoro di una stagione decisamente positiva e si prepara a rilanciare, a chiedere di più, a lottare per una conferma a tempo indeterminato. Anzi, direi proprio che “lotta”, “fatica” e “vittoria” sono proprio i tre addendi dell’equazione del successo di questo nuovo Cancro 2.0. Mi viene un film meraviglioso che ho visto proprio ieri sera e che si intitola “Whiplash”. Perché è vero che certe situazioni lavorative in questo periodo richiedono una lotta, o si scontrano con certe avversità. Ma è anche vero che sono proprio quei contrasti (che anni fa avrebbero messo in fuga il Cancro) a tirar fuori il meglio e spingerlo a tagliare il traguardo.

comments

Bollettino del Cielo