DEDICATO AL RE LEONE!

DEDICATO AL RE LEONE!

Questa primavera il Leone è stato sulle montagne russe, tra continui imprevisti e colpi di scena. L’ingresso di Urano (pianeta delle sorprese) nella Decima casa della carriera per molti nati del segno è stato sinonimo di novità o di cambiamenti nella sfera professionale. Qualcuno ha ricevuto un incarico importante che ha però richiesto di dedicare maggiore impegno al lavoro, di trasferirsi di un’altra città o di ripensare alcuni punti fermi della vita. Qualcun altro ha messo a fuoco la consapevolezza che un cambiamento professionale sia ormai necessario, per dare nuova linfa al lavoro. Si fa strada il desiderio di essere più autonomi ed indipendenti, che per qualcuno significa mettersi in proprio, aprire una società con altre persone, cambiare aria rispetto ad un’azienda dove non ci sono grandi prospettive di crescita. In un modo o nell’altro, tutto è in revisione. Quelle che gli scorsi anni sembravano “certezze” indistruttibili sono sottoposte a verifica, messe in discussione, al punto che molti nati del segno in questo periodo potrebbero sentirsi primi di punti di riferimento certi.

Chi ha buona memoria, ricorderà che il film che ho dedicato al Leone per questo 2018 è il meraviglioso “La La Land“. E chi ha visto il film, saprà benissimo che parla di una “grande occasione” per far decollare una carriera, di un provino vincente che arriva dopo una sfilza di provini “sfortunati” e rimette tutto in ballo. Ma ricorderà anche che l’audizione vincente di Mia arriva proprio quando lei è più scoraggiata, quando sta per appendere al chiodo il suo sogno di diventare attrice. Perché le sembra (e sottolineo, “sembra”) di essere bloccata, le sembra che le contrarietà siano più forti del suo desiderio di farcela. Le sembra di girare nella ruota come un criceto: tanta la fatica, poca la distanza percorsa. Quand’ecco che arriva la sua grande occasione, un’audizione vincente che le svolta la carriera. Non a Los Angeles, nella “city of stars” dove si era sempre immaginata, ma a Parigi, al di là di un oceano di certezze e punti fermi.

Ed ecco il nodo di questo periodo per il Leone. Da un lato, sembra che alcune situazioni di lavoro siano ormai “stantie”: magari funzionano, ma non danno più grandi stimoli, non fanno sentire pienamente realizzati. Soprattutto, poi, se in qualche modo reprimono il ruggito espressivo del Leone. Certe limitazioni della propria autonomia, come dicevo, iniziano ad andare strette. Diciamo che questo è il “punto di partenza” che stai vivendo da qualche tempo. Certe insofferenze iniziano a farsi sentire di più perché questo è proprio il momento in cui si mette a fuoco un bisogno di cambiamento. Il “punto di arrivo” – con Giove a favore a partire da novembre – è un cielo molto più favorevole ed incoraggiante, che consente maggiore spazi di autonomia e di manovra.

Adesso sei proprio a cavallo tra questi due estremi e, con Marte in opposizione dall’Acquario, è come se fossi impegnato in una “lotta per il cambiamento”. Una lotta che si gioca sul fronte esterno dei rapporti di lavoro, degli accordi da raggiungere con gli altri talvolta a costo di qualche piccolo compromesso. Ma anche sul fronte interiore, dove molti potrebbero vivere un momento di dubbi o indecisioni. Conservare una situazione di vita o di lavoro che tutto sommato “gira”, ma che non regala più grandi stimoli, oppure rimettersi in gioco imboccando una nuova strada che però non fornisce grandi sicurezze? Come ti dicevo prima, il punto di arrivo è il “nuovo”, con tutto ciò che comporta: l’emozione e l’adrenalina degli inizi, ma anche il fatto che ogni novità è meno garantita degli scenari ben conosciuti.

Anche Mia in La La Land per inseguire il suo sogno deve necessariamente staccarsi da tutto ciò che fino a quel momento ha costituito il “suo mondo” (a cominciae dal suo rapporto con Ryan Gosling, che rappresenta tutto ciò che ti “accoglie” nella sicurezza). Ma per potersi “esprimere”, era l’unica via possibile, da percorrere con coraggio e determinazione. Per carità, ogni situazione è diversa, ma io credo che questo periodo sia un periodo di importante auto-analisi per il Leone, nel quale mettere a fuoco con lucidità ciò che va cambiato, e lavorare concretamente a porre le basi di un cambiamento che in autunno sarà possibile. In qualche modo, questo è un cielo che mette alla prova le iniziative personali di crescita e di cambiamento, aggiungendo difficoltà e ritardi. E’ lo stesso tema già vissuto negli anni con Saturno in quadratura, (tra la fine del 2012 e la metà del 2015):  “sei più forte tu, con le tue convinzioni personali e la voglia di raggiungere una determinata meta, o sono più forti le contrarietà?”.

Ecco perché negli ultimi mesi potrebbero essersi “riaccesi” alcuni fantasmi (paure, insicurezze, e qualche frustrazione) degli anni passati. Ma rappresentano una “molla” importante, risvegliano l’orgoglio ed il desiderio di risplendere che caratterizza il tuo segno. Ti spingono a scuoterti, a scrollarti di dosso pessimismo e rassegnazione e a metterti in marcia verso un cambiamento. Ricorda che questo è un anno che inizia con qualche difficoltà e termina con grandi soddisfazioni. E soprattutto che, con un cielo così, l’ostacolo si salta, la contrarietà si aggira, ma non ci si ferma, per nulla al mondo.

Chiudo questo augurio con un verso di “One moment in time” di Whitney Houston che contiene tutta la forza e la potenza del tuo desiderio: «Dammi un solo istante, in cui i sogni sono a portata di mano e le risposte dipendono solamente da me. In quell’unico istante sentirò l’eternità e sarò libero». E’ esattamente questo l’importante cambiamento che si prepara nel tuo cielo: autonomia, indipendenza, libertà di tenere saldo tra le mani il timone delle tue decisioni di vita senza dover dipendere dagli altri. E’ ciò che questo cielo ha in sebo per te: restituirti lo scettro delle tue scelte, come si addice al Re dello Zodiaco.

Buon compleanno, Leone!
xxx
S*

comments

Bollettino del Cielo