Il Cielo del Momento

LUNA-NUOVA

LA LUNA NUOVA DEL RUGGITO – SEGNO PER SEGNO


Ciao a tutti! Come state? Nel tardo pomeriggio di giovedì 28 luglio (e per la precisione alle 18.55) sorge la Luna Nuova in Leone, la seconda di questa estate. E questo la rende particolarmente interessante, perché l’estate è la stagione del rigoglio e dell’espressione personale, esattamente gli stessi temi con cui risuona l’archetipo del Leone. E prima di entrare nel vivo del discorso, diciamo subito che è una Luna Nuova che contiene un espresso invito volto a tutto lo Zodiaco a riscoprire grinta, coraggio, dignità, amor proprio e voglia di reagire a tutto ciò che fa sentire “in gabbia”. E, ancor prima, a riscoprire la spontaneità, il gioco, il piacere personale e tutto ciò che ci fa sentire in pace con noi stessi. 

Alla fine del post, trovate i dettagli segno per segno, ma prima cerchiamo di mettere a fuoco il senso generale di questa Luna Nuova che, come ormai saprete benissimo, segna l’inizio di un nuovo ciclo lunare. È come un “seme”: di per sé “piccolo”, quasi invisibile, che ha però dentro di sé un grandissimo potenziale di crescita e di sviluppo. Nella maggior parte dei casi, la prima manifestazione visibile di questo embrione la vedremo due settimane dopo, quando sorge la Luna Piena che rappresenta l’apice dello stesso ciclo (in questo caso, la Luna Piena in Acquario del prossimo 12 agosto). Alcuni effetti più strutturati invece li potremo vedere sei mesi dopo circa, quando sorgerà la Luna Piena in Leone del 5 febbraio 2023 (il mio compleanno!). Quindi ciò che seminiamo adesso, si mostrerà già più “formato” e definito poco prima di ferragosto, e porterà frutti nel cuore del prossimo inverno.

Dal punto di vista astronomico, la Luna Nuova è una congiunzione tra Sole e Luna, che si vengono a trovare sullo stesso grado zodiacale, in questo caso al grado 5°38’ del Leone. Quindi se vogliamo è un incontro, un appuntamento, al quale la Luna fa da “ancella”, raccoglie un messaggio del Sole per consegnarcelo in un linguaggio che siamo in grado di comprendere, quello delle emozioni. Ecco perché è così importante ascoltare ciò che ci si “muove” dentro nelle principali fasi lunari (Luna Nuova e Luna Piena), perché molto spesso ciò che ci “chiama” ci vuole indicare una possibile nuova strada, ciò che ci “respinge” vuole invece allontanarci da qualcosa che non fa più al caso nostro. 

Allo stesso tempo, però, questa funzione di ancella e interprete della Luna funziona anche in direzione inversa, nel senso che è la Luna a raccogliere un nostro proposito, una nostra intenzione e a consegnarla al cosmo. E poiché l’universo presta molta più attenzione alle azioni che alle parole, il modo migliore per sfruttare la Luna Nuova è rimboccarsi le maniche e dare inizio a qualcosa di nuovo. Molto dipende naturalmente dalla natura del segno in cui cade la Luna Nuova, ma questa natura “seminale” appartiene un po’ a tutti i noviluni, e vale la pena di sfruttarla. Se avete qualcosa che vi ronza in testa da un po’ (iniziare un determinato progetto, affrontare un certo discorso) puntate sulle giornate della Luna Piena (giovedì 28 e venerdì 29) perché hanno un terreno particolarmente fertile. 

In molti casi, poi, è la stessa Luna Nuova ad aprire dei file dentro di noi (idee, riflessioni, considerazioni, temi con cui ci dobbiamo confrontare) che hanno sempre qualcosa in comune con il segno che ospita il novilunio. In questo caso parliamo di un novilunio in Leone, segno che esprime la vocazione al protagonismo presente in ciascuno di noi, seppur in diversa misura. Ogni volte che ci esponiamo, che ci mettiamo la faccia, che esprimiamo spontaneamente la nostra creatività (noncuranti del giudizio altrui) è proprio all’archetipo del Leone presente in noi che stiamo attingendo. 

È il nostro lato più eroico, quello che si manifesta attraverso la fierezza, la dignità, il desiderio di essere unici e di valorizzare la nostra “sofferta unicità” (per dirla con la Mazzantini). Non a caso, nella scacchiera dello Zodiaco l’archetipo del Leone corrisponde all’espressione, laddove es-primere (esatto opposto di re-primere) significa proprio lasciar risplendere il proprio Sole interiore, lasciando che illumini di sé tutto ciò he ha attorno. Lasciando che i suoi “raggi” diventino idee, progetti e attività. Ecco perché la Luna Nuova in Leone risveglia un fortissimo desiderio di espressione dentro di noi, che allo stesso tempo significa anche cominciare a guardare con maggiore fastidio tutto ciò che ci porta a “reprimerci”. (continua)

Altro da Il Cielo del Momento