Il Cielo del Momento

Luna Piena

LA LUNA PIENA DELLE GRANDI SCELTE


Ed è per questo motivo che, nel continuo mutare ciclico dei rapporti tra Sole e Luna nelle fasi lunari, alla Luna Piena questo linguaggio emotivo ci raggiunge più forte e chiaro che mai. E’ il momento di massima intensità e luminosità del ciclo, e per certi versi anche di massima comprensione. Le cose ci appaiono o bianche o nere: non c’è più spazio per indistinte zone di grigio. O  è sì, o è no. Diventiamo più attivi e meno “passivi”, più protagonisti e meno spettatori. Anche rispetto a situazioni sulle quali abbiamo chiuso gli occhi per settimane, mesi o anni: adesso basta, bisogna intervenire, aprire bocca, aggiustare il tiro. Non tutte le Lune Piena, naturalmente, sono uguali. Alcune sono più potenti di altre, dipende dal segno e soprattutto dalla Tappa del “Giro dell’Anno” in cui cadono.

Questa Luna Piena è certamente più intensa per i segni “Mobili” (il Sagittario, i Pesci, i Gemelli e la Vergine), anche perché di recente nel loro cielo è entrato anche Giove (che dal 13 maggio transita in Pesci). Per i segni Mobili, questa è una Luna Piena che porta maggiore chiarezza, che spinge ad aprire gli occhi, a mettere meglio a fuoco certe situazioni che richiedono un intervento attivo. Una correzione o un ripensamento. Tanto più che quello del “disordine” è un tema centrale nel loro cielo. Disordine logistico (disorganizzazione), nei rapporti, nei ruoli, nei compiti. Disordine sulla propria “identità”, che dà luogo a confusione: chi sono davvero? cosa voglio fare? Questa per loro è una Luna che spinge a fare delle scelte più coraggiose e radicali che possano rimettere in ordine la vita.

Ma più in generale un po’ per tutti i segni la Luna Piena è una potente bussola emotiva e mostra in modo incisivo e immediato quali siano i contorni della nostra immagine interiore, e della sua proiezione nel mondo che ci circonda. Alla luce di questa immagine, la Luna Piena ci spinge a passare al setaccio ciò che fa parte della nostra vita. Ciò che è ben allineato con questa immagine ci riempie d’amore e ci commuove fino alle lacrime. Ciò che invece riempie le nostre giornate pur essendo dis-allineato da questa immagine ci farà imbestialire più che mai e ci riuscirà più difficile da digerire.

Del resto, la Luna è più intima rispetto al Sole, capace di tirar fuori la nostra voce interiore con maggiore “sincerità”. La luce del giorno è più forte, quasi accecante, e cancella via una serie di sfumature. E’ solitamente più filtrata dai condizionamenti provenienti dalla ragione (Mercurio), dalla diplomazia (Venere), dal senso del dovere e dai sensi di colpa (Saturno), e da tutti gli altri archetipi psicologici e planetari che riflettono la luce solare dell’identità cosciente. La luce della Luna, invece, è molto meno filtrata e più veritiera: ci spinge a leggere la realtà con gli occhi delle emozioni, senza passare per la mente che, molto spesso, “mente”. Ci spinge ad amare o odiare ciò che fa parte della nostra vita senza mezzi termini, a seconda che rispecchi o meno la nostra immagine interiore. Senza compromessi ciò in cui ci stiamo trasformando, ciò che ci rende “unici” nel nostro cammino. (continua)

Altro da Il Cielo del Momento