Il Cielo del Momento

luna piena

LA LUNA PIENA IN SAGITTARIO, PASSAPORTO PER UNA NUOVA VITA!


Ciao a tutti! Come state? Domani (martedì 14 giugno) alle ore 13.52 sorge l’ultima Luna Piena della primavera, e non poteva mancare naturalmente un approfondimento. Una Luna Piena talmente intensa e importante che spero di riuscirla a descrivere come merita!  Importante perché se pensate che la primavera è la “stagione delle iniziative”, mentre la Luna Piena segna un momento che ci porta una nuova consapevolezza, ecco che questa Luna Piena ci invita a fare un bilancio, a riflettere su tutte le più importanti iniziative di cambiamento che coltiviamo dentro di noi. 

Ma andiamo per gradi, e cominciamo dicendo che la Luna Piena rappresenta la fase culminante del ciclo lunare iniziato quattordici giorni prima (con la Luna Nuova in Gemelli del 30 maggio scorso) e di un più ampio ciclo iniziato sei mesi prima (con la Luna Nuova in Sagittario del 4 dicembre 2021). Ed è come un riflettore che mostra con maggiore chiarezza gli effetti di scelte e azioni poste in essere all’inizio dei due cicli, soprattutto di quello più ampio. Provate quindi a tornare con la mente a quattordici giorni fa e a sei mesi fa, perché alcune “cose” (rapporti, progetti, iniziative) iniziate allora potrebbero mostrarsi – adesso – più chiare e definite. Stanno andando nella direzione delle tue intenzioni iniziali? Oppure c’è bisogno di aggiustare il tiro?

Come ormai sapete benissimo, infatti, la Luna Piena è una opposizione tra Sole e Luna e ci presenta in maniera più chiara ciò che all’inizio del ciclo era presente solo a livello latente (come un “seme”). La Luna Piena lo sviluppa e ce lo mostra in tutta la sua rotondità. È come una luce nel buio che illumina meglio ciò che abbiamo attorno, e spesso segna proprio il momento in cui accadono le cose. In cui nascono i bambini, si affrontano i discorso, arrivano le risposte. Ma come dico sempre in astrologia, nulla si crea dal nulla e quindi anche in questo caso la Luna Piena non fa altro che far “esplodere” ciò che già si andava preparando. 

Ogni Luna Piena ha questo senso di manifestazione, ma poi molto dipende dai segni coinvolti, il segno in cui si trova il Sole ed il segno in cui la Luna viene a trovarcisi in opposizione. In questo caso, parliamo di un Sole in Gemelli e di una Luna in Sagittario, segni legati profondamente a concetti come il “movimento”, la “libertà d’azione”, il desiderio di fare “nuove esperienze”. Ed è quindi una Luna Piena che si fa sentire con particolare forza nel cielo di tutti coloro che (a prescindere dal segno zodiacale di nascita) sono alle prese con delle manovre che implicano “movimenti importanti”. Penso a chi sogna un trasferimento, un cambio di ruolo sul lavoro, l’avvio di un nuovo progetto. 

Insomma, un “andare altrove” che può essere fisico, geografico, esistenziale ma che richiede di “spostarsi” ed intraprendere una nuova strada. In questo contesto, Gemelli e Sagittario sono segni simili. Naturalmente non sto parlando dei nati di questi segni, ma degli archetipi astratti nei quali si forma la Luna Piena e dei messaggi che esprimono. Dicevamo, sono segni simili: sono entrambi curiosi, dinamici, refrattari a tutto ciò che è monotono o ripetitivo. Entrambi hanno bisogno di spaziare, di nutrirsi di nuovi stimoli. Con una differenza fondamentale, però. I Gemelli fremono dal desiderio di fare nuove esperienze, di toccare le cose con mano. Non gli interessa leggerle sui libri, vogliono farlo in prima persona. Il Sagittario invece è più teorico, vuole capire la ragione delle cose, andando oltre la natura del singolo fatto. 

Ed ecco che questa Luna Piena inizia ad assumere connotati più chiari, “rotondi”, perché diventa un “confronto all’americana” tra la voglia di buttarsi in una novità, di fare quel salto, ed il bisogno di studiarne prima una serie di dettagli. Soprattutto perché – e qui sta la differenza fondamentale – Gemelli e Sagittario la vedono in maniera diversa: per i Gemelli è più “partiamo e poi si vede”, perché la sua vocazione è il “movimento” inteso come antitesi dello star fermi. Al contrario, per il Sagittario il movimento è “andare lontano”, accorciare distanze, vedere ciò che non ha mai visto e, dinanzi ad un cambiamento così radicale, vuole avere una visione d’insieme più chiara di ciò che l’aspetta.

E alla luce di queste considerazioni, mi viene in mente la canzone bellissima di Irene Grandi, quando dice «Prima di partire per un lungo viaggio, devi portare con te la voglia di non tornare più». Ecco questa è la sintesi migliore di questa Luna Piena: se devi pensare ad un cambiamento, pensalo in grande, metti in conto tutte le variabili e trova dentro di te la determinazione giusta per fare quel salto. Aspetta quel momento, quella determinazione. Finché non la senti dentro di te, non accontentarti di saltellare in giro per il cortile, di fare qualcosa di meno, ma metti meglio a fuoco i tuoi piani di viaggio. Quando ce li avrai, quello sarà il momento di saltare, e sarà un salto che ti porterà lontano. In un altro ruolo lavorativo, in un’altra azienda, in un’altra immagine di te, in un’altra città. In un’altra vita. (continua)

Altro da Il Cielo del Momento