Astro-Curiosità

PER NON DIMENTICARE: 28 GIUGNO 2021 (52 ANNI DI STONEWALL)


Lunedì ricorrono i 52 anni da una ricorrenza molto importante, tanto importante da aver cambiato la sensibilità verso ogni forma di minoranza e di discriminazione. E non potevo fare a meno di dare una sbirciata  al cielo di quella notte.

Il Sole e Mercurio erano rispettivamente in Cancro e in Gemelli, in terza e in seconda casa: ciò che importava era comunicare un messaggio (Mercurio in Gemelli) di uguaglianza, in grado di superare gli stretti limiti del “covo” (Sole in Cancro) nel quale si nascondevano. L’Ascendente era in Ariete, il segno che apre nuove strade e che si ribella a qualsiasi forma di oppressione.

Plutone, Giove ed Urano in Vergine in sesta casa: scontro tra la conservazione del potere la ribellione all’oppressione, entrambe a costo di qualsiasi sacrificio. Urano e Plutone erano in congiunzione, un transito che ha reso il quinquennio 1965/70 uno dei più ricchi di contrasti sociale e di slanci emancipatori di tutto il ‘900.

Nettuno in ottava casa in Scorpione: qualcosa di profondamente “nascosto” doveva venire alla luce, anche a costo di un altissimo sacrificio (Nettuno), e doveva innescare una profonda trasformazione (Scorpione – Ottava casa).

Marte e la Luna erano in Sagittario in ottava casa: questa trasformazione, purtroppo, non poteva avvenire senza (subire) violenza e proprio per questo motivo la notizia avrebbe fatto il giro del mondo (Sagittario).

Saturno era in prima casa, in Toro: il seme del cambiamento doveva prendere forma e venire allo scoperto, plasmando di sé una società il cui arcaismo era ormai obsoleto. Ma – sull’opposto fronte – il fermento di ribellione doveva essere assolutamente sedato, e l’ordine conservato… la stabilità delle strutture sociali andava salvaguardata. Sempre Saturno in Toro, interpretato in maniera diametralmente opposta.

Desideravano che il loro messaggio uscisse dalla clandestinità. L’aggressione della polizia ed il sacrificio delle persone soggette alla retata infiammò l’opinione pubblica, e li rese protagonisti di una pagina fondamentale nella storia del ‘900.

Era la notte tra il 27 ed il 28 Giugno 1969, quando la polizia irruppe nel bar chiamato “Stonewall Inn“, un bar gay in Christopher Street nel Greenwich Village. Dal punto di vista simbolico era la nascita del movimento di liberazione gay moderno in tutto il mondo. Per questo motivo il 28 giugno è stato scelto in tutto il mondo come data della “giornata mondiale dell’orgoglio omosessuale” (Gay pride)

Quella notte, allo Stonewall Inn si commemorava Judy Garland, scomparsa pochi giorni prima. “Over the rainbow” divenne il simbolo di questa pagina di violenza, e del sacrificio che si accompagna ad ogni “arcobaleno” di civiltà e libertà.

E’ quello stesso arcobaleno che ancora oggi rappresenta la comune appartenenza di tutte le “diseguaglianze” ad una comune radice di appartenenza: quella al genere umano. Solo in questa prospettiva i colori dell’arcobaleno appaiono per ciò che sono: opportunità di crescita e non minacce a chi la pensa diversamente.

Auguro a tutti noi di sfruttare questa ricorrenza per abbattere un muro di pregiudizio (qualunque esso sia) e per guardare al diverso come ad un elemento di ricchezza e non ad una minaccia.

Un abbraccio e buon sabato sera a tutti!
Con amore,
xxx
S*

10487317_250917268432254_4664412474500199184_n

Altro da Astro-Curiosità