VENERE IN TORO – INTRO

Venere in Toro 2018

VENERE IN TORO
(dal 1 al 24 aprile)

Ciao a tutti! Come state? Da qualche giorno Venere ha lasciato il segno dell’Ariete e ripreso il suo cammino lungo lo zodiaco entrando in Toro, dove resterà fino al 24 aprile. Come tutti sapere benissimo, Venere è il pianeta dell’amore, ma in realtà ha un raggio d’azione molto più largo. Include tutto ciò che rientra nel concetto di “armonia” e governa un po’ tutti i rapporti, gli accordi e le relazioni interpersonali. Il suo “ministero”, quindi, tocca i contratti, le società, le associazioni, le collaborazione e, naturalmente, le relazioni affettive. Il segno in cui transita definisce alcuni temi o insegnamenti sui quali Venere invita un po’ tutti i segni dello Zodiaco a riflettere.

In questo caso attraversa il Toro, primo segno di Terra della ruota zodiacale, segno di solidità e di costruzione concreta. Per associazione di idee, Venere in Toro parla principalmente di concretezza in amore, a partire proprio dalla possibilità che due persone hanno (o non hanno) di costruire qualcosa di solido e stabile. Perché il toro, si sa, non ama grandi giri di parole ma il lato concreto delle cose. Questo significa, sul fronte lavorativo, che Venere in Toro ci spinge a tradurre in fatti tutto ciò che per il momento vive solo a livello di intenti. Soprattutto in caso di collaborazioni, dice “andiamo a vedere però sul piano concreto come può funzionare un rapporto o un progetto, come ci si può organizzare, come dividere compiti e profitti”.

A maggior ragione, poi, sul piano dei rapporti affettivi, Venere in Toro contiene un importante invito. Ci spinge cioè a riflettere sui rapporto (soprattutto su quelli che stanno alle battute iniziali) per capire se possono funzionare anche nella quotidianità. Venere dice: “per carità, l’amore è fatto di sospiri e di emozioni, ma poi deve anche superare il confronto con la realtà e con la concretezza della vita”. Romeo e Giulietta sono meravigliosi (dice Venere in Toro), ma avrebbero retto il confronto di una vita insieme? Questo tocca sul vivo tutta l’ampia rosa dei rapporti “difficili” (se non addirittura “impossibili”): con persone impegnate, o che vivono dall’altra parte del mondo, o con le quali passa di mezzo una differenza di età “intergenerazionale”. Per carità, non è detto che siano davvero impossibili, ma Venere in Toro instilla nella mente una domanda alla quale è difficile non rispondere. E cioè: “quali prospettive hanno, nella realtà dei fatti, di crescere, di evolvere, di dare vita ad una costruzione che duri nel tempo?”. Più in generale, è un transito di Venere che ci spinge a guardare il lato della possibilità dare realizzazione concreta a ciò che amiamo, che ci piace e che ci emoziona, cercando le giuste strategie per “metterlo a terra”. E’ un po’ come se il cielo dicesse: “basta parlarne, immaginarlo, sperarlo, è il momento di farlo”.

Questa è una spinta simbolica che ogni segno coglie in modo diverso, ma con il comune denominatore di agire concretamente per realizzare un desiderio. Se si tratta di un nuovo incontro, attivandosi senza stare in casa ad aspettare che bussi alla porta. Se si tratta di un “nodo” nella vita di una coppia, mettendoci le mani per scioglierlo anziché star lì a rimuginare sperando che vada via da solo. Se si tratta di un progetto ambizioso, cominciando a darci dentro, a porre le basi per una sua realizzazione concreta, senza aspettare che le condizioni siano “perfette” per andare sul sicuro, perché tanto la perfezione non è di questo mondo. Mi torna in mente la bellissime E come diceva Walt Disney, “se puoi sognarlo, puoi farlo!“. Ecco forse qual è il messaggio più forte di questa nuova Venere in Toro: “puoi farlo!

Questo è un po’ il contesto “simbolico” nel quale ci muoviamo! Per leggere gli effetti segno per segno CLICCA QUI!
A dopo! 🙂
xxx
S*

SE VUOI LEGGERE L’OROSCOPO MENSILE CLICCA QUI


oroscopoAcquista ora il nuovo libro di Simon! COME SARA’ IL 2018? Simon & the Stars racconta il nuovo anno con la formula che in poco tempo l’ha reso l’astrologo più amato dal web. Il suo sguardo preciso e poetico non si limita alle previsioni ma, attraverso simboli, riflessioni e consigli, ci aiuta a esplorare (e affrontare meglio) questo nuovo capitolo della nostra vita. Come in un viaggio sulla macchina del tempo, infatti, Simon ci accompagna non solo verso il futuro , ma anche in un passato che gioca un ruolo fondamentale. Per capire da dove veniamo, chi siamo, e dove stiamo andando. In questo modo, l’oroscopo diventa un prezioso strumento in grado di indicare in quale punto della nostra storia personale ci troviamo, e quali traguardi o sfide abbiamo di fronte a noi. Proprio come un orologio, ci aiuta a leggere e interpretare il passaggio del tempo e gli snodi di una trama che, giorno dopo giorno, siamo noi a scrivere. Non a caso, anche quest’anno il racconto di ogni segno è affidato a un film, una narrazione emotiva e universale, che permette di comprendere meglio le tematiche principali del 2018. E, soprattutto, aiuta a mettere a fuoco la conquista che nel nuovo anno aggiunge un tassello al nostro continuo percorso di crescita e maturazione. Una novità di questa nuova edizione è «Un giorno per» al termine di ciascun oroscopo mensile: un prezioso calendario di date propizie da segnare sul nostro taccuino.

comments

Bollettino del Cielo