CAPRICORNO: OROSCOPO MENSILE – APRILE 2018 (2)

CAPRICORNO: OROSCOPO MENSILE – APRILE 2018 (Parte 2)

Per il resto, aprile è un mese che offre moltissimi nuovi stimoli ed input. Marte rafforza il cielo con grinta, determinazione e spirito battagliero. Venere (e dal 20 aprile anche il Sole) in Toro aprono la strada ad accordi e nuove proposte di collaborazione. I creativi del segno hanno una marcia in più, con idee brillanti e con quella giusta dose che carisma personale che serve a convincere un socio o un referente lavorativo. Anche nei lavorativi dipendenti si risveglia il desiderio di mettersi in gioco con nuovi incarichi o mansioni più creative. Molti hanno già inoltrato una richiesta in questo senso a marzo, e le risposte arriveranno con tutta probabilità dopo la metà di aprile. In alcuni casi, bisognerà fare una scelta, perché per svolgere la mansione desiderata o per ottenere una posizione più vantaggiosa, potrebbe essere necessario un cambio di sede o città. Insomma, leggendo il comune denominatore simbolico che unisce tante diverse situazioni, il cielo di aprile potrebbe richiedere un piccolo compromesso o un atto di auto-limitazione personale allo scopo di rafforzare o radicare una posizione lavorativa, o per avvicinare un traguardo. E in questo caso, naturalmente, sarà necessario avere ben chiara la classifica delle priorità per capire se ne vale la pena o meno.

Sul piano affettivo, aprile è un mese in cui la famiglia potrebbe essere al centro dei pensieri di molti nati del segno. Alcuni potrebbero trovarsi di fronte ad un’occasione di lavoro che porta in un’altra città, e che apre naturalmente una serie di questioni legate al trasferimento dell’intera famiglia, o alla gestione a distanza di un rapporto. Al contrario, chi lo scorso anno ha tentato la fortuna all’estero, in questo periodo potrebbe vivere una fase di dubbi. Che fare? Restare in “auto-esilio” o tornare alla base? In molti casi, sono dilemmi alimentati da una famiglia che spinge nella direzione di un ritorno. Alcuni, poi, sono alle prese con l’organizzazione di un lieto evento che avrà luogo nel cuore della primavera (un matrimonio, l’arrivo di un bebè), e si sa che questi sono i momenti in cui è più difficile tenere i parenti a debita distanza. Chi ha un nuovo amore potrebbe trovarsi di fronte alla necessità di “difendere” una scelta di fronte ad una famiglia che non approva.

La lista potrebbe proseguire a lungo, ma guardiamo al senso simbolico di questi transiti. Rispetto a molte scelte individuali, la famiglia rappresenta un’ancora di sicurezza che da un lato impedisce di fare scelte avventate, ma dall’altro tende a limitare il movimento. Il confronto con la famiglia è un banco di prova che somiglia molto al “collaudo” di cui parlavamo prima. Di fronte ad un’idea di cambiamento rivoluzionario (“mollo tutto, vendo casa e mi trasferisco dall’altra parte del mondo”), il primo contrappeso che si attiva è proprio la famiglia (“ma ci hai pensato bene?”, “come ti manterrai?”). Qualsiasi cambiamento di scenario che porta a lasciare la strada “vecchia” a favore di una “nuova” (e ancora incerta) se la deve vedere con la famiglia (o, per chi ha superato una certa età, con il proprio bisogno interiore di costruire una radice di sicurezza) perché la sua funzione archetipica è proprio quella di mantenere e conservare un equilibrio ormai consolidato nel tempo. Ecco perché ad aprile sempre di avere sempre la famiglia addosso, di dover discutere ogni eventuale scelta o decisione soprattutto se comportano conseguenze di lungo corso: è una sorta di “vaglio” di quanto credi in un’iniziativa di cambiamento. Per i single, il cielo di aprile è una continua “promessa”, soprattutto tra il 12 ed il 18. Alcuni incontri sono fulmini a ciel sereno, inattesi e sorprendenti, con persone lontane dal solito ambiente. Molti possono essere i dubbi iniziali, soprattutto se c’è di mezzo una distanza geografia o una forte differenza di età. Il consiglio però è di non etichettare come “difficili” una serie di novità. E, soprattutto, di non lasciarsi condizionare nella valutazione da commenti di amici o (ancora una volta) familiari, perché a maggio alcune distanze potrebbero apparire meno marcate.

Tappa del viaggio: Quarta (prima quadratura) – per approfondire CLICCA QUA
Parole chiave: test di determinazione e tenacia; il nuovo incontra la resistenza del vecchio rappresentato dalle «radici», dalla famiglia, dalle abitudini o dalla voglia di andare sul sicuro.


oroscopoAcquista ora il nuovo libro di Simon! COME SARA’ IL 2018? Simon & the Stars racconta il nuovo anno con la formula che in poco tempo l’ha reso l’astrologo più amato dal web. Il suo sguardo preciso e poetico non si limita alle previsioni ma, attraverso simboli, riflessioni e consigli, ci aiuta a esplorare (e affrontare meglio) questo nuovo capitolo della nostra vita. Come in un viaggio sulla macchina del tempo, infatti, Simon ci accompagna non solo verso il futuro , ma anche in un passato che gioca un ruolo fondamentale. Per capire da dove veniamo, chi siamo, e dove stiamo andando. In questo modo, l’oroscopo diventa un prezioso strumento in grado di indicare in quale punto della nostra storia personale ci troviamo, e quali traguardi o sfide abbiamo di fronte a noi. Proprio come un orologio, ci aiuta a leggere e interpretare il passaggio del tempo e gli snodi di una trama che, giorno dopo giorno, siamo noi a scrivere. Non a caso, anche quest’anno il racconto di ogni segno è affidato a un film, una narrazione emotiva e universale, che permette di comprendere meglio le tematiche principali del 2018. E, soprattutto, aiuta a mettere a fuoco la conquista che nel nuovo anno aggiunge un tassello al nostro continuo percorso di crescita e maturazione. Una novità di questa nuova edizione è «Un giorno per» al termine di ciascun oroscopo mensile: un prezioso calendario di date propizie da segnare sul nostro taccuino.

comments

Oroscopo