IL TUO FILM PER IL 2018: CANCRO (“SNOWDEN”)

Cancro 2018

Caro Cancro,

nel nuovo anno ti accingi a compiere una vera e propria trasformazione che può essere sintetizzata in una parola che assume un potere colossale: coraggio. Trovi dentro di te una forza e una determinazione che forse neppure ricordavi di possedere, ti liberi dalle paure e dai condizionamenti che in passato ti hanno tenuto bloccato. Il 2018 dà vita ad un Cancro 2.0 che non ha più paura di andare verso il nuovo, di seguire le proprie aspirazioni, di darci dentro fino in fondo per ottenere ciò che vuole o, al contrario, per dire “basta” a ciò che non desidera più. Un Cancro che si libera (finalmente!) di tutte quelle situazioni di vita (lavorativa o affettiva) che negli anni scorsi ha accettato solo per il timore (del tutto infondato) di non poterne fare a meno. Vincere la paura, avere la meglio su dipendenze e condizionamenti, attuare i cambiamenti che davvero desideri sono gli aspetti principali di un anno che ti permette di non giocare più in difesa ma ti tornare a giocare in attacco.

SnowdenPer questo, ti ho dedicato un film che mi ha emozionato tantissimo, e che per certi versi ho trovato “epico”, così come epico è il tuo 2018. Si tratta di SNOWDEN, film di Oliver Stone che racconta la storia vera di Edward Snowden è un giovane e brillantissimo informatico americano che subito dopo la laurea viene assunto dall’Intelligence americana. Entra nella CIA con quella luce negli occhi di chi crede nella giustizia e vuole aiutare il proprio paese, temi che in qualche modo sono “cancerini” per eccellenza. Sennonché entro breve si rende conto che il progetto al quale sta lavorando è una sorta di Grande Fratello digitale che viola tutta una serie di principi e dogmi morali nei quali, invece, Snowden crede fermamente. Vorrebbe tirarsene fuori, cambiare vita e lavoro, ma ha paura di ritorsioni. Si rende conto che molti altri giovani dipendenti della CIA (tutte giovani menti brillanti con lo sguardo pulito, proprio come lui) vorrebbero lasciare ma non lo fanno perché bloccati dalla sua stessa paura. Da un punto di vita puramente simbolico, questo è ciò che può essere accaduto a molti nati del segno dal 2008 ad oggi, di sentirsi bloccati in situazioni che non li rispecchiavano più, o frenati in un progetto di cambiamento, per paura delle possibili conseguenze di un’azione più dirompente ed “eversiva”. E che fa Snowden per spezzare questo sortilegio? Si procura le prove, si rifugia in una stanza d’albergo ad Hong Kong e racconta tutto alla stampa. Esce allo scoperto, affronta di petto tutto ciò che l’ha tenuto sotto scacco, illumina paure e condizionamenti, e così facendo diventa intoccabile.

A noi interessa chiaramente solo il valore simbolico della storia, la presa di coscienza e di coraggio di chi sa di essere nel giusto e smette di temere le conseguenze di una piccola o grande ribellione personale. Per utilizzare le parole di Snowden (che per inciso è nato alla cuspide tra Gemelli e Cancro), il 2018 è l’anno in cui il Cancro smonta l’architettura di un oppressione, trova in sé la forza di cambiare tutto ciò che non gli sta più bene, si riappropria del timone di alcune scelte personale e, andando ancor più in profondità, recupera un senso più compiuto del proprio valore. “So quanto valgo” -> “So cosa sono in grado di fare” -> “Faccio, agisco, ci provo”: questi sono i tre passaggi fondamentali del sillogismo di crescita che il Cancro attraversa nel nuovo anno.

Nel 2018, infatti, Saturno pone il Cancro di fronte ad un potente specchio “magico” che gli mostra con maggiore chiarezza le cose che vanno bene e quelle che invece richiedono un intervento attivo per aggiustare la rotta. Come d’incanto, alcune situazioni gli appaiono ormai vecchie e stantie, perché si solleva un velo di Maya e comprende di averle magari accettate solo per paura di lasciare un perimetro di certezze consolidate nel tempo. Allo stesso modo, una serie di dinamiche interpersonale appaiono d’un tratto non più accettabili, perché il Cancro si rende conto di non aver trovato la forza in passato per alzare la testa e affrontarle dritto per dritto, per pigrizia ma più probabilmente per insicurezza. Un po’ come nel mago di Oz, si spezza un sortilegio di condizionamento e questo nuovo Cancro comincia a rendersi conto del proprio valore e del proprio potere. E questo “io valgo” diventa “io posso”, ed il passo successivo è “io agisco”. Chiedo ciò che mi spetta, mollo ciò che non voglio più, cambio ciò che desidero cambiare. O anche: mi levo un peso dal cuore, dico ciò che non ho mai detto, mi ribello a ciò che non mi sta più bene. Tantissimi possono essere i verbi all’indicativo presente (“faccio”) e non più al condizionale ipotetico (“farei”), ma tutti poggiano su una radice comune: sulla consapevolezza di potere riprendere in mano il timone delle tue decisioni e mandare la prua dell’imbarcazione su un orizzonte (qualunque esso sia) liberamente scelto da te.

E questa capacità di smuovere le cose (e smontare ciò che non fa più al caso tuo), con Giove a favore mostra automaticamente una serie di strade alternative che prima d’ora non avevi mai visto. Soprattutto da maggio (quando anche Urano entra in posizione favorevole dopo anni di ostilità) alcune nuove porte si aprono del tutto a sorpresa, ogni porta chiusa spalanca un portone di crescita e di miglioramento. Nel lavoro, arriva il momento di insistere in quelle richieste che non hanno mai trovato buone orecchie, anche a costo di dare un aut aut e di cambiare strada. O di aggiustare alcuni accordi con soci o collaboratori che da tempo avrebbero bisogno di una revisione. Chi chiede, ottiene. Chi smuove le acque, migliora una situazione. LEGGI DI PIU’


oroscopoAcquista ora il nuovo libro di Simon! COME SARA’ IL 2018? Simon & the Stars racconta il nuovo anno con la formula che in poco tempo l’ha reso l’astrologo più amato dal web. Il suo sguardo preciso e poetico non si limita alle previsioni ma, attraverso simboli, riflessioni e consigli, ci aiuta a esplorare (e affrontare meglio) questo nuovo capitolo della nostra vita. Come in un viaggio sulla macchina del tempo, infatti, Simon ci accompagna non solo verso il futuro , ma anche in un passato che gioca un ruolo fondamentale. Per capire da dove veniamo, chi siamo, e dove stiamo andando. In questo modo, l’oroscopo diventa un prezioso strumento in grado di indicare in quale punto della nostra storia personale ci troviamo, e quali traguardi o sfide abbiamo di fronte a noi. Proprio come un orologio, ci aiuta a leggere e interpretare il passaggio del tempo e gli snodi di una trama che, giorno dopo giorno, siamo noi a scrivere. Non a caso, anche quest’anno il racconto di ogni segno è affidato a un film, una narrazione emotiva e universale, che permette di comprendere meglio le tematiche principali del 2018. E, soprattutto, aiuta a mettere a fuoco la conquista che nel nuovo anno aggiunge un tassello al nostro continuo percorso di crescita e maturazione. Una novità di questa nuova edizione è «Un giorno per» al termine di ciascun oroscopo mensile: un prezioso calendario di date propizie da segnare sul nostro taccuino.

comments

Oroscopo