Il Cielo del Momento

MERCURIO IN ARIETE – SEGNO PER SEGNO


Ciao a tutti! Come state? Tra qualche giorno (domenica 27 marzo) Mercurio lascerà i Pesci (l’ultimo segno) e tornerà in Ariete, dando il via ad un nuovo giro dello Zodiaco. Come sapete, ogni volta che un pianeta passa al segno successivo, cambiano le modalità attraverso le quali svolge la sua “funzione”, ed assumono le tonalità del segno che lo accoglie. Questo vale un po’ per tutti i suoi passaggi attraverso i vari segni, ma vale ancor di più in questo caso, visto che passa dall’ultimo al primo dello Zodiaco. 

Prima di entrare nel vivo del nuovo transito, vale la pena di spendere due parole sulle caratteristiche del precedente transito di Mercurio in Pesci, con il quale ci siamo confrontati nelle scorse settimane. Parliamo di un transito del pianeta del pensiero e della comunicazione in un segno d’acqua, portato quindi a comunicare meglio attraverso le emozioni che non con le parole. Tanto più che Mercurio in Pesci è “in esilio” rispetto al proprio domicilio in Vergine, che esprime una logica ben organizzata. 

Ecco perché Mercurio in Pesci porta spesso a seguire l’istinto più che la ragione. Spesso ci guida nella direzione giusta, anche se non è facile spiegare agli altri il “perché” di alcune certezze, intuizioni e decisioni. Mercurio in Pesci porta a sognare di più, sia in termini di attività onirica vera e propria, sia in termini di fantasie, ideali, ma certamente non aiuta a tenere i piedi ben piantati per terra. Con Mercurio in Pesci, non è insolito avere fenomeni di telepatia, sperimentare coincidenze e sincronicità spiazzanti, ma anche avere le idee confuse. 

Tornando in Ariete – segno che esprime iniziativa, intraprendenza e azione – Mercurio rimette in moto pensieri e parole. Il primo insegnamento che porta all’intero Zodiaco è una spinta a comunicare in modo più schietto, diretto. A dire le cose dritto per dritto, senza troppi giri di parole. Porta il pensiero ad essere più “deciso”. Se nelle scorse settimane ci sono stati dubbi, momenti di indecisione, adesso diventa più facile riprendere in mano il timone ed indirizzarlo in una direzione precisa. Perché è un Mercurio che assume le tonalità di Marte (governatore dell’Ariete) e contiene quindi un invito a lottare per ciò che è giusto. A non aspettare che le cose accadano da sole ma, al contrario a smuovere le situazioni impantanate e cercare di indirizzarle nella direzione desiderata. Un invito ad aprire bocca, a farsi sentire, ad insistere nelle richieste e prendere di petto un interlocutore indeciso.

Per questo, nei prossimi giorni ognuno di noi potrebbe provare un desiderio di affrontare discorsi o discussioni troppo a lungo rimandati. E naturalmente, è un desiderio che affonda le proprie radici più nel profondo. E’ come se ad un tratto ci dicessimo: come ho fatto a tergiversare così a lungo? Come ho fatto ad arrivare sin qui senza affrontare apertamente una determinata situazione? Come ho fatto ad accettare che un certo stato di cose restasse lì a galleggiare sospeso nell’indefinizione o nell’ambiguità? Questo è senz’altro uno degli aspetti migliori del transito, perché fornisce la spinta giusta per dare voce ai propri pensieri con coraggio e determinazione. Perché molto spesso sappiamo esattamente cosa vogliamo, ma non abbiamo la spinta giusta per aprire bocca e chiederlo.

Allo stesso tempo, però, vale anche il contrario. Mercurio in Ariete alle volte può spingere a diventare polemici, troppo insistenti, a chiedere le cose in modo troppo acceso. L’energia di Marte va, per così dire, “dosata” bene. In questo attiva i valori di Mercurio e quindi bisogna evitare di esagerare con le parole, utilizzare toni troppo accesi o aggressivi.

Ancora: l’Ariete è anche un segno interamente rivolto al futuro. Ha l’energia, l’entusiasmo e l’intraprendenza tipiche dei bambini che muovono i primi passi senza star lì ad interrogarsi su dove potranno portarli. D’altro canto, se ci pensate l’Ariete è il segno dell’inizio della primavera. Dentro di sé ha un’energia potentissima, perché deve imprimere la forza necessaria a far ripartire la macchina. Se il primo germoglio stesse lì ad interrogarsi (“sarà il momento giusto?”, “le condizioni climatiche sono adatte?”, “là fuori ci sarà una capretta che aspetta di brucarmi?”), la primavera non inizierebbe mai e vivremmo un eterno inverno. Allo stesso modo, l’Ariete è il segno che rompe gli indugi, che muove un primo passo su un nuovo mondo, senza sapere esattamente cosa lo aspetterà. Trasformando questa “incognita” in curiosità e spirito di conquista anziché in un punto interrogativo che blocca e spaventa.

Da questo punto di vista, però, Mercurio in Ariete rende senz’altro più intrepidi, ma talvolta persino avventati. Potrebbe spingerci ad aprire bocca senza considerare attentamente le conseguenze delle nostre parole. O potrebbe rendere polemici (parliamo di un Mercurio che transita nelle terre di Marte, signore dell’azione e della guerra). Potrebbe spingere a volere l’ultima parola nelle discussioni, ad affermarci a tutti i costi respingendo compromessi e soluzioni di mediazione.

Il “pro” di questo transito, quindi, è che fornisce la spinta giusta per far ripartire le cose, per affrontare le situazioni “ferme” o impantanate, ma anche per proporre un progetto o lanciare un’iniziativa rompendo indugi, timori o indecisioni. Il “contro” è che questa spinta va calibrata, soprattutto quando c’è il rischio che una parola di troppo possa compromettere un rapporto o una posizione professionale. (continua)

Altro da Il Cielo del Momento