PESCI: L’OTTAVA TAPPA

PESCI: L’OTTAVA TAPPA
Parola chiave: Rigenerazione

L’Ottava Tappa è quella che attraversiamo 7 mesi dopo il compleanno. Se con quella precedente – che io definisco di “anti-compleanno” – ci siamo ritrovati a passare in rassegna molti aspetti della nostra vita, allo scopo di individuare ciò che non funzionava (nelle relazioni, nei progetti, nelle dinamiche), forti di questa consapevolezza arriviamo all’Ottava tappa che ha proprio il senso di apportare alla rotta quelle “correzioni” che si rendono necessarie. Per questo, l’Ottava tappa è considerata a tutti gli effetti la fase delle grandi trasformazioni.

E’ un periodo nel corso del quale siamo portati a tagliare i rami secchi, ad accantonare progetti chiudere amicizie che ormai hanno fatto il loro tempo. Spesso siamo animati proprio da un desiderio di fare tabula rasa di tutto ciò che non ci rappresenta più. Perché rappresenta una vecchia pelle che deve cadere e restare indietro affinché una nuova pelle possa prendere il suo posto. A volte non è facile liberarsene, ma allo stesso tempo è necessario per compiere quel continuo processo di rigenerazione che è (o che dovrebbe essere) la nostra vita.

Spesso, questo desiderio di “rinnovamento” si avverte anche nelle piccole cose materiali della vita, che inevitabilmente riflettono ciò che succede tra le sfere più alte della nostra spiritualità. Per questo nel corso dell’Ottava Tappa siamo portati a fare “pulizie”, a gettar via ciò che non ci serve più e che ingombra inutilmente i nostri spazi vitali. Sentiamo il bisogno di ricreare uno spazio bianco, pulito ed essenziale, dove le energie possano circolare liberamente. Sentiamo il desiderio di riordinare corpo e anima, di eliminare dispersioni e chiudere la porta in faccia ai “vampiri energetici”. (continua)