SAGITTARIO: OROSCOPO MENSILE – APRILE 2018 (2)

SAGITTARIO: OROSCOPO MENSILE – APRILE 2018 (Parte 2)

In amore, quello di aprile è un cielo che parla di (ri)organizzazione di assetti e dinamiche affettive. Per molte coppie, infatti, febbraio e marzo sono stati mesi di traguardi importanti ma anche di nuove e maggiori responsabilità. Chi ha ricevuto una visita della cicogna, si confronta adesso con le prime poppate notturne. Chi ha cambiato casa o città, sta perlustrando un nuovo habitat alla ricerca di nuovi punti di riferimento. Qualcuno potrebbe persino aver assistito al ritorno all’ovile di un ex, e adesso deve riorganizzare gli spazi domestici per fargli spazio. Insomma, per molti versi aprile è un mese di riassestamento dopo alcuni scossoni dei mesi scorsi. Non ti nascondo che nella prima metà del mese (quando Mercurio viaggia a ritroso) potresti avere qualche attimo di smarrimento, non sentirti a casa tua in una nuova realtà che appare meno comoda ed ospitale del previsto. Poi, scavalcata la metà del mese, tutto diventa più scorrevole e gestibile. A marzo, poi, qualcuno potrebbe aver ricevuto una proposta di lavoro in un’altra città: molti i dubbi e le incertezze, soprattutto se c’è un amore (o una famiglia) che almeno nei primi tempi dovrebbero restare “indietro”. Anche in questo caso, le soluzioni arrivano dopo metà aprile.

Anche gli amori più recenti non sfuggono al clima di assestamento che si respira ad aprile. Il cielo di marzo (con Venere a favore) potrebbe aver create molte occasioni d’incontro, alcune delle quali giunte del tutto a sorpresa come fulmini a ciel sereno. Le prime note di una conoscenza, naturalmente, sono romantiche e passionali per definizione: non è tempo di stare lì a chiedersi “cosa siamo, cosa non siamo”, ed è giusto così. Poi arriva un momento in cui cominci a realizzare davvero che c’è un’altra persona lì accanto, e che in qualche modo occorre “farle spazio” nella tua vita. Per chi arriva da mesi (se non anni) di singletudine, questo scatto (questo “pensare al plurale”) non sempre viene facile. Penso alle vacanze della Pasqua appena trascorsa, oppure ai “ponti” del 25 aprile e del primo maggio, che per qualcuno potrebbero rappresenta il banco di prova della prima breve vacanza insieme. E mi viene in mente che il Sagittario, solitamente così aperto e portato alla “condivisione”, in questo momento potrebbe non sentirsi pronto ad inserire una nuova conoscenza nel suo gruppo di amici. Anche in questo senso, uno dei temi caldi di aprile è abituarsi passo passo, senza accelerare troppo i tempi e, soprattutto, senza sentirsi in obbligo di farlo. Godersi il rettilineo, apprezzare un nuovo panorama emotivo senza volerlo incorniciare subito in una definizione.

Insomma, il Sagittario entra finalmente in una primavera di ricostruzione dopo un 2017 che l’ha davvero messo alla prova, con alcuni ultimi colpi di coda che si sono protratti anche nei primi mesi del 2018. Ricostruisce certezze e punti fermi, ritrova la sua visione larga e torna a viaggiare, a spaziare con l’immaginazione, ad abbracciare nuovi interessi. Come il protagonista de “Il Concerto” (il film che ti ho dedicato quest’anno) rimette insieme gli elementi dell’orchestra, sceglie la giusta partitura e comincia ad accordare gli strumenti. E si incammina verso un autunno nel quale il sipario si leverà, il grande concerto avrà inizio e l’applauso sarà scosciante.

Tappa del viaggio: Quinta (per approfondire, CLICCA QUA)
Parole chiave: benessere, espressione, creatività, romanticismo, fortuna.


oroscopoAcquista ora il nuovo libro di Simon! COME SARA’ IL 2018? Simon & the Stars racconta il nuovo anno con la formula che in poco tempo l’ha reso l’astrologo più amato dal web. Il suo sguardo preciso e poetico non si limita alle previsioni ma, attraverso simboli, riflessioni e consigli, ci aiuta a esplorare (e affrontare meglio) questo nuovo capitolo della nostra vita. Come in un viaggio sulla macchina del tempo, infatti, Simon ci accompagna non solo verso il futuro , ma anche in un passato che gioca un ruolo fondamentale. Per capire da dove veniamo, chi siamo, e dove stiamo andando. In questo modo, l’oroscopo diventa un prezioso strumento in grado di indicare in quale punto della nostra storia personale ci troviamo, e quali traguardi o sfide abbiamo di fronte a noi. Proprio come un orologio, ci aiuta a leggere e interpretare il passaggio del tempo e gli snodi di una trama che, giorno dopo giorno, siamo noi a scrivere. Non a caso, anche quest’anno il racconto di ogni segno è affidato a un film, una narrazione emotiva e universale, che permette di comprendere meglio le tematiche principali del 2018. E, soprattutto, aiuta a mettere a fuoco la conquista che nel nuovo anno aggiunge un tassello al nostro continuo percorso di crescita e maturazione. Una novità di questa nuova edizione è «Un giorno per» al termine di ciascun oroscopo mensile: un prezioso calendario di date propizie da segnare sul nostro taccuino.

comments

Oroscopo