VENERE IN GEMELLI PER IL SAGITTARIO!

sagittario

VENERE IN GEMELLI PER IL SAGITTARIO!
(dal 4 aprile all’8 agosto)

Per il SAGITTARIO questa è una Venere che entra in opposizione. Cominciamo a chiarirci sui termini: “opposizione” è una parola che fa storcere il naso perché fa immediatamente pensare ad un contrasto. In realtà non è così: le “opposizioni” sono semplicemente transiti che si giocano nella Settima casa dei rapporti interpersonali. E in particolare quella di Venere (pianeta “gentile” per propria natura) ha semplicemente lo scopo di “definire meglio” i rapporti. Questo può significare naturalmente tante cose. Per le storie recenti, “definire” significa chiarire esattamente i termini del rapporto, comprendere che direzione dargli dopo gli slanci di una conoscenza iniziale. Significa dirsi “io e te stiamo insieme” scambiarsi una promessa di impegno, stabilire la rotta di alcuni primi progetti insieme.

Tanto per chiarire i termini del transito, quindi, potrei dirti che moltissime “proposte di matrimonio” vedono la luce durante l’opposizione di Venere, proprio perché stimola a confermare una scelta d’amore dando al rapporto fondamenta più solide. Allo stesso modo, però, potrebbe accentuare nel Sagittario una certa fretta di “definire”, di dare un nome e un cognome ad un rapporto neonato, chiedendo(si) “cosa siamo?” prima che i tempi siano davvero maturi per stabilirlo. Qualcuno potrebbe marciare ad una velocità superiore a quella del partner, con il rischio di metterlo in fuga chiedendo un impegno che è prematuro chiedere. Per le coppie più “rodate”, come dicevo, questa Venere in opposizione può rappresentare quello slancio che porta a volere di più, a fare sul serio con un maggiore coinvolgimento reciproco.

Per le coppie in crisi, infine, “definizione” significa aprire gli occhi, prendere atto dell’esistenza di un problema e rimboccarsi le maniche per risolverlo. E in questo caso può accadere che alcuni aspetti problematici del rapporto, sui quali magari fino a poco tempo prima chiudevamo un occhio, diventino all’improvviso questioni che vanno affrontate nell’immediato per capire se si può andare avanti insieme oppure no. In questo senso, i transiti di opposizione mi hanno sempre fatto pensare a “Match Point”, il capolavoro di Woody Allen, e in particolar modo alla scena dell’anello.

Ci sono infatti periodi in cui l’anello riesce a stare in equilibrio sulla rete, nei quali una situazione si regge su un equilibro ancorché instabile. E ci sono momenti invece in cui deve inevitabilmente cadere in una o nell’altra metà campo. Momenti in cui bisogna affrontare un nodo e capire se la risultante è un “sì, possiamo andare avanti” oppure un “no, meglio lasciar perdere”. Ecco quindi che per le coppie in crisi i prossimi quattro mesi possono essere un tempo di confronti, discussioni e decisioni, in un senso o nell’altro, verso un “sì” o verso un “no”, perché non è più tempo per i “ni”, “forse” o “poi vediamo”.

Qualcosa del genere vale anche sul lavoro, dove l’opposizione di Venere può condurre alla tanto sospirata firma di un accordo dopo mesi di trattative e di rimpalli. Anche in questo caso, infatti, è un transito di definizione che mette davanti ad un bivio: “questo accordo s’ha da fa’ o non s’ha da fa?”.

comments

Oroscopo