VENERE IN PESCI PER IL SAGITTARIO

SAGITTARIO
Venere in Pesci aiuta il Sagittario a riportare ordine e armonia in una serie di situazioni legate alla casa e alla famiglia. Molti nati del segno sono reduci da un recente trasloco, o lo affronteranno tra breve, stanno facendo dei lavori di ristrutturazione o cercando casa, magari in vista di un’imminente visita della cicogna. Sono davvero tanti i nati del segno che da qui all’estate accoglieranno in casa un bebè, e in questo periodo iniziano all’emozione della conquista inizia a sovrapporsi un po’ d’ansia per l’impegno cui vanno incontro. Qualcuno potrebbe avvertire la necessità di rivedere/riorganizzare alcuni equilibri familiari, anche a causa di impegni di lavoro che portano a spostarsi di più. O, al contrario, a chiedere un cambio di orario o sede che consenta ritmi meno frenetici per potersi dedicare di più alla famiglia (specie in presenza di figli piccoli). 

Più in generale, questa Venere in quarta casa potrebbe riaprire un interrogativo che sta lì da qualche tempo, senza aver ancora trovato una risposta definitiva: qual è il posto giusto per me? Qualcuno potrebbe essere indeciso tra due aziende, due ruoli o anche due città, dove da un lato c’è una realtà più stimolante, e dall’altro una strada più “comoda” o sicura. Tornando all’amore, la quadratura di Venere potrebbe segnare un primo banco di prova per le frequentazioni più recenti. Passata l’euforia iniziale, spinge a mettere sul piano della bilancia le prime divergenze (che inevitabilmente iniziano ad affiorare) con i punti di convergenza: cosa “pesa” di più? Questo naturalmente non riguarda solo la compatibilità caratteriale, ma ancor prima la “convergenza” degli obiettivi: vogliamo le stesse cose? 

Anche perché il Sagittario è sempre più animato dal desiderio di fare sul serio, di costruire qualcosa di solido. E questo lo porta a mettere bene in chiaro le cose, a tenere a distanza partner indecisi o irrisolti. Tanto più che con il mese di maggio, con l’arrivo di Venere e Giove in Ariete, inizierà un  periodo d’oro per gli incontri e per le nuove conoscenze. Per questo è bene arrivarci preparati, eliminando le “scorie” di ciò che non porta da nessuna parte, senza perdere tempo appresso a persone inconcludenti o ad “accolli” inutili. Chi sta “perlustrando” una nuova conoscenza, potrebbe oscillare tra la voglia di fare un passo più deciso verso l’altro e un pizzico di diffidenza che frena. Diamo tempo al tempo, senza forzature!