2021: DODICI SEGNI AI BANCHI DI PARTENZA!

2021

2021: DODICI SEGNI AI BANCHI DI PARTENZA!

Il 2021 è un anno che ha una luce diversa. Forse perché viene dopo un 2020 buio e severo. Forse perché marca l’anno zero di un’Era dell’Acquario di cui si parla da tanto e che finalmente inizia ad ingranare. Sia come sia, l’hashtag del nuovo anno per tutti e dodici i segni dello Zodiaco è #UnNuovoInizio.

Lo è certamente per i segni Cardinali (Ariete, Cancro, Bilancia e Capricorno), che entrano nel nuovo anno lasciandosi alle spalle tre anni di lotte per affermare la propria indipendenza e costruire una maggiore sicurezza in se stessi. Sono i segni che corrispondono all’inizio di ciascuna stagione, e l’iniziativa rappresenta senz’altro un valore importante per loro. Un desiderio di autonomia che però, dal 2008, è paure e condizionamenti. Tant’è che dal 2018 hanno dovuto mettere i guantoni ed iniziare a combattere contro tutte queste “ombre”, che rappresentavano poi il riflesso di un’unica grande fragilità: l’insicurezza. L’inizio del nuovo anno pone fine a questo triennio di lotte. Possono deporre la corazza, abbassare la guardia e proseguire sulla stessa scia di affermazione in un clima più sereno e disteso.

Nuovo inizio anche per i segni Fissi (Toro, Leone, Scorpione e Acquario), che corrispondono al mese centrale di ogni stagione. La loro vocazione astrologica è costruire un “centro di gravità permanente” fatto di certezze e punti fermi che li metta al riparo dall’imprevisto. Guardano al cambiamento con un certo sospetto, ma nel loro cielo è in atto una vera e propria rivoluzione di vita, iniziata in modo latente da diversi anni. Il 2021 rappresenta quella “spinta” decisiva ad attraversare il Mar Rosso, a lasciarsi alle spalle una situazione di “prigionia” (perché stantia, bloccata o poco stimolante) entrare nella “terra promessa” di una vita diversa. Per farlo, occorre rimettersi in gioco, alzare lo sguardo oltre l’orlo delle abitudini e considerare nuove strade. In certi casi, persino un cambio di ruolo, d’azienda o di città. E’ un vero e proprio anno-spartiacque che porta ad una nuova “casa”, un nuovo centro di interessi, un nuovo “posto nel mondo”.

E naturalmente nuovo inizio anche per i segni Mobili (Gemelli, Vergine, Sagittario e Pesci), che corrispondono ai mesi finali di ciascuna stagione. Per loro, il cambiamento non è certo una “sfida”: sono elastici, versatili e amano sperimentare. Piuttosto la sfida è definirsi: hanno un’identità “fluida”, sanno essere questo e quello, ma spesso faticano a mettere confini. Tutto ciò dal 2012 ha creato un disordine che andava corretto. E così a partire dal 2015 il loro cielo gli ha dato una bella “inquadrata”. Li ha spinti a mettere a fuoco una nuova immagine, a darsi un ruolo, a trovare la giusta collocazione in un gruppo di lavoro. Ad aprire gli occhi su molti rapporti interpersonali, e ad intervenire per ristabilire il giusto equilibrio tra dare e avere. E’ stato faticoso, ne escono fuori forse un po’ induriti, disincantati, ma anche molto più bravi a guardarsi le spalle e a farsi rispettare. Ora sanno chi sono, cosa vogliono essere e cosa non gli appartiene più. 

Tre percorsi diversi, ma con una nota di fondo in comune. Entrando nel 2021, tutti i segni si lasciano alle spalle un faticoso “rodaggio”. Una palestra che serviva a prepararli, a temprare la loro determinazione, a fargli vincere paure e resistenze. Qualunque sia la loro meta, adesso sono pronti a rimettersi in viaggio. Dinanzi a loro, una strada più libera e sgombra. Da percorrere con un veicolo più solido e affidabile. È proprio il caso di dirlo: si riparte! (continua)

comments

Bollettino del Cielo