ACQUARIO: OROSCOPO MENSILE – APRILE 2018

ACQUARIO: OROSCOPO MENSILE – APRILE 2018
(Terza Tappa del Viaggio)

Caro Collega Acquario,
non è facile definire questo periodo: somiglia alle montagne russe, con cambiamenti repentini, discese veloci, risalite e giravolte continue. Un cielo che offre molti input in costante evoluzione, dove la cosa migliore da fare forse è proprio seguire il flusso, unendo i puntini e sforzandosi di comprendere cosa ha da dirci. La cosa più difficili da fare, invece, è programmare, pretendere di tirare una riga dritta verso gli obiettivi. Perché certe circostanze cambiano di continuo, all’improvviso. Quando pensavi di aver finalmente raggiunto una decisione, arrivano alcuni piccoli o grandi capovolgimenti di scenario che rimettono tutto in discussione. Soprattutto i liberi professionisti e i freelance del segno potrebbero fare fatica a scegliere tra più possibili opzioni. E sottolineo la parola “scegliere” perché, in un certo senso, rappresenta una delle sfide più importanti di questa prima parte dell’anno. Eh sì, perché l’Acquario è un segno che vorrebbe “moltiplicarsi” pur di non dover dire “no” ad una strada per poi pentirsene. Molti sono addirittura arrivati a “sdoppiarsi” tra due carriere, a fare la spola tra due città, tra due lavori o due amori, pur di rimandare il più possibile una scelta definitiva che, invece, questo 2018 spinge a compiere.

Entriamo quindi in una fase nella quale è importante scegliere, resistendo alla tentazione di dire “sì” a tutto e tutti. E non è facile decidere proprio perché, come dicevo, in questo periodo i termini di una scelta possono cambiare spesso in corso d’opera. E’ un periodo denso di trattative che, con Mercurio retrogrado, prendono spesso strade tortuose. In molti casi, occorre aspettare la seconda metà di aprile per avere le idee più chiare. E, nel frattempo, se possibile converrebbe tenere in piedi più staffe e non fermarsi alla prima proposta. Perché da qui alla metà del mese potrebbero arrivarne altre, più interessanti, e sarebbe un peccato dover rinunciare a causa di un impegno già preso e firmato. La presenza di Venere (e l’imminente arrivo del Sole) in Toro mi suggerisce che la priorità andrebbe data ai progetti e alle proposte che possono garantire maggiore solidità e costanza nel tempo. O agli investimenti meno esposti alle oscillazioni del mercato. In questo periodo, meglio un po’ meno (ma con un minimo garantito o con una costanza nel tempo) piuttosto che un po’ di più che tiene però con il fiato sospeso di mese in mese. E questo non perché le prospettive di medio-lungo termine non siano positive (anzi!) ma perché l’obiettivo principale di questo 2018 è scendere da una giostra di imprevedibilità, e montare su un treno ancorato ad un binario di crescita più costante. O anche: smettere di frammentarsi e disperdere energie tra mille progetti, e tirar su il “pesce grosso”.

Ma un simile scenario di dubbi e di indecisione potrebbe toccare anche i lavoratori dipendenti, soprattutto se da anni svolgono lo stesso lavoro o se alcione richieste continuano a cadere nel vuoto. Qualcuno tra febbraio e marzo credeva di aver ormai preso una decisione finale e di voler cambiare strada, mentre adesso non si sente più così sicuro. A determinare questo cambio di direzione potrebbe essere un generico timore di pentirsene, ma anche uno spiraglio che si apre nella stessa azienda o posizione di sempre. Anche in questo caso, la cosa migliore è prendersi il tempo che serve, raccogliere informazioni, farsi consigliare e rinviare le decisioni più importanti alla seconda metà del mese, dopo che Mercurio avrà smesso il moto retrogrado.

Per tutto il mese, Marte transita in Capricorno, nell’Undicesima casa del silenzio e della riflessione. Potresti sentire un forte bisogno di difendere i tuoi spazi da disturbi e intromissioni provenienti dall’esterno. Il lavoro potrebbe a tratti sembrarti un’arena indiavolata nella quale calarti al mattino in attesa di poterti rifugiarsi in casa alla sera. O come una giostra che gira un po’ troppo veloce per i tuoi gusti. In molti casi, però, i seggiolini girano all’impazzata perché sei tu che (per non deludere nessuno) dici “sì” a tutti e finisci per riempirti la vita a dismisura. Tieni presente che il pulsante per rallentare la giostra ce l’hai in mano tu, anche se a volte ti racconti che è colpa degli altri (io lo faccio sempre, lo ammetto!). Tutti questi transiti in Capricorno (Plutone da molti anni, Saturno dalla fine del 2017 e in queste settimane a che Marte) hanno proprio lo scopo di ristrutturare radicalmente il tempio interiore della nostra impalcatura psicologica. E di liberarci definitivamente di una serie di sovrastrutture costruite nel tempo per difesa o insicurezza che, però, non servono più. Sto parlando di temi profondi, importanti, che non si sciolgono certo nel corso di un mese. Tieni presente, però, che tra queste vecchie impalcature (ormai d’intralcio e da smontare) c’è anche la tendenza a metterci da soli in una gabbia d’impegni, per poi consegnarne agli altri la chiave e dare loro la colpa della nostra prigionia. >>CONTINUA A LEGGERE<<


oroscopoAcquista ora il nuovo libro di Simon! COME SARA’ IL 2018? Simon & the Stars racconta il nuovo anno con la formula che in poco tempo l’ha reso l’astrologo più amato dal web. Il suo sguardo preciso e poetico non si limita alle previsioni ma, attraverso simboli, riflessioni e consigli, ci aiuta a esplorare (e affrontare meglio) questo nuovo capitolo della nostra vita. Come in un viaggio sulla macchina del tempo, infatti, Simon ci accompagna non solo verso il futuro , ma anche in un passato che gioca un ruolo fondamentale. Per capire da dove veniamo, chi siamo, e dove stiamo andando. In questo modo, l’oroscopo diventa un prezioso strumento in grado di indicare in quale punto della nostra storia personale ci troviamo, e quali traguardi o sfide abbiamo di fronte a noi. Proprio come un orologio, ci aiuta a leggere e interpretare il passaggio del tempo e gli snodi di una trama che, giorno dopo giorno, siamo noi a scrivere. Non a caso, anche quest’anno il racconto di ogni segno è affidato a un film, una narrazione emotiva e universale, che permette di comprendere meglio le tematiche principali del 2018. E, soprattutto, aiuta a mettere a fuoco la conquista che nel nuovo anno aggiunge un tassello al nostro continuo percorso di crescita e maturazione. Una novità di questa nuova edizione è «Un giorno per» al termine di ciascun oroscopo mensile: un prezioso calendario di date propizie da segnare sul nostro taccuino.

comments

Oroscopo