BILANCIA: L’OROSCOPO DI URANO

BILANCIA

Notizia da prima pagina: Urano lascia l’opposizione e pone fine ad una fase di difficoltà durata ben sette anni! Un lungo periodo nel corso del quale non è stato facile programmare, pianificare e soprattutto mantenere una rotta coerente con i tuoi desideri. La maggiore difficoltà, forse, è stato proprio tenere il punto delle tue aspirazioni, che in molti casi hanno dovuto cedere il passo a quelle degli altri. Potresti aver messo in secondo piano alcuni tuoi progetti o ambizioni perché quelle del partner o della famiglia avevano una priorità più alta, o un maggiore grado di urgenza, e finivano per fagocitare i tuoi propositi personali di crescita e di cambiamento. In alcuni casi, l’opposizione di Urano può aver creato degli alti e bassi nei rapporti a due (affettivi o professionali), dei colpi di scena non sempre piacevoli sul fronte dei contratti. Diciamo che Urano nella Settima casa delle relazioni interpersonali è un po’ come il ferro da stiro acceso gettato nella vasca da bagno. E’ un fattore dirompente, che porta dinamismo ma anche instabilità, in un campo che per sua natura dovrebbe esprimere solidità, protezione e continuità.

Tutto questo, unito ad altri transiti faticosi, ha tracciato negli scorsi anni un cielo in cui la Bilancia ha progressivamente perso il senso del proprio protagonismo, si è allontanata dal proscenio per rifugiarsi nelle quinte, dove spesso ha svolto il ruolo di spalla o di suggeritore di qualcun altro che invece si godeva gli applausi. In molti casi, andando più nel profondo, questo stato di cose ne rifletteva un altro, ben più profondo: a livello psicologico, gli ultimi anni hanno messo a dura prova l’autostima della Bilancia ed il senso del proprio valore. Dallo scorso anno, però, il vento ha iniziato a cambiare. La Bilancia ha aperto gli occhi e ha cominciato a lavorare alla costruzione di una nuova indipendenza a 360°: lavorativa, economica, personale, psicologica. Piano piano, e con un certo sforzo, ha imparato a mettersi più in primo piano, a rivendicare maggiori ambiti di autonomia sul lavoro ma anche una nuova centralità nella coppia. “Ricomincio da me”, ha cominciato a dire (e a dirsi) la Bilancia, “dalle aspirazioni che per troppo tempo ho messo da parte”.

Ha iniziato a cambiare polarità, con una trasformazione decisa ed inesorabile che ricorda molto quella di Sandy, la protagonista di “Grease!”. Nella prima metà del film, Sandy vive nell’attesa delle attenzioni e del riconoscimento di Danny. Lui si comporta in maniera scostante, e lei va in crisi mettendo in discussione il suo valore personale. Nel finale del film, invece, diventa riccia e tira fuori quell’anima rock che prima non aveva il coraggio di indossare. E in mezzo a queste due Sandy c’è l’incontro con Rizzo (forse il personaggio più bello del film) che nell’indimenticabile “The are worse things I could do” canta una verità importante: tutti mi ritengono una poco di buono solo perché ho il coraggio di andare incontro alla vita senza piangermi addosso, senza paura di scottarmi e, soprattutto, senza preoccuparmi di ciò che pensano gli altri di me. E’ proprio questo il sortilegio che ha tenuto bloccata la Bilancia negli anni passati, e che adesso inizia a rompersi: la paura di sbagliare, di non essere abbastanza “pronta” per tentare un’impresa, di essere malgiudicata o criticata. Ed è proprio questo il percorso di ricostruzione che la Bilancia sta compiendo quest’anno: credere di più in se stessa, mettersi più in mostra, farsi notare e costruire una maggiore indipendenza. Questo percorso nei mesi passati ha visto alcune tappe particolarmente difficili: tra gennaio e aprile, molte Bilance sono scese in “battaglia”, hanno faticosamente tenuto il punto in una serie di confronti riguardanti il lavoro, i soldi, i contratti. Ma la vera battaglia è stata con se stessi, con una vecchia vocina interna che frena (“ma cosa ti metti a fare?”) contro una nuova voce che di giorno in giorno si fa più forte e dice “io valgo, merito, chiedo”. 

comments

Oroscopo