Toro

Dal Fuoco vivo dell’Ariete si passa alla Terra saggia del Toro, espressione di solidità e concretezza. Ma a dispetto delle molte differenze, hai uno stretto rapporto con il tuo “vicino di segno” perché siete assolutamente complementari. Se l’Ariete rappresenta infatti la fiamma dell’iniziativa, il testimone passa poi a te, affinché tu possa dare forma a quell’impulso creativo. Perché al di là dei tanti aggettivi utilizzati per descriverlo - tenace, ostinato, solido, affidabile - è proprio questo l’archetipo alla base del tuo segno: il principio della formazione. Quel «grembo» nel quale si compie ogni gestazione necessaria a trasformare l’idea o l’ispirazione in qualcosa di tangibile.
Ecco perché al Toro è affidata una costante valutazione della realizzabilità della cose. Si può fare? Quanto tempo ci vuole? Quanto costa? Starà in piedi? Sono tutti interrogativi che esprimono questa tua vocazione primaria: prendere ciò che è astratto e calarlo in una forma concreta. Lottando contro i limiti imposti dalla materia. Come lo scultore, chiamato a «liberare» col sudore della fronte la propria idea dal marmo che la imprigiona. O come l’ovulo che intercetta lo spermatozoo e, con il tempo e lo sforzo, lo (tras)forma in ciò che dovrà diventare per assumere un’identità autonoma.
Tutte le altre caratteristiche normalmente associate al tuo segno (il senso pratico, l’attaccamento alla casa, alla famiglia, l’amore per tutto ciò che dà stabilità) non sono altro che riflessi di questa tua aspirazione: fissare le cose in strutture in grado di durare nel tempo. Perché nella tua filosofia di vita, solo ciò che dura offre sicurezza. E per la stessa ragione i cambiamenti e le novità ti disorientano: preferisci le situazioni consolidate nel tempo, perché ormai conosci la loro affidabilità. Ami goderti la vita, prendertela comoda e procedere un passo alla volta, ben sapendo che la pazienza è la virtù dei forti.
Leggi Tutto...