IL CIELO DI MARZO – SEGNO PER SEGNO! 

Chi invece non “ama” affatto il Sole in Pesci (nelle prime tre settimane di marzo) sono gli altri segni “mobili”: i Gemelli, la Vergine ed il Sagittario. Cominciamo dai Gemelli, che attraversano la Decima tappa del loro percorso annuale e che in questo periodo hanno la sensazione di essere ad una “resa dei conti”. Di dover affrontare e gestire una serie di questioni che hanno rinviato, forse troppe volte, in passato. O di dover superare una prova lavorativa come un esame, la consegna di un progetto, un colloquio di verifica. Dal punto di vista simbolico, il Sole di marzo per i Gemelli è come il riflettore che ti cerca e ti illumina sul palco quando arriva il momento del tuo assolo. Hai tutti gli occhi addosso, non puoi mescolarti nell’orchestra perché la responsabilità dell’esibizione è tutta su di te. Ma se capovolgi la prospettiva, quello è il tuo momento, nel quale dimostrare quanto vali. E anche l’applauso che segue è tutto per te. Questo significa che per le prime tre settimane di marzo devi tenere a bada l’ansia e farti forte di tutto ciò che hai seminato prima. Alcune prove ed esami riguardano il tuo “ruolo”, un aspetto che in quest’anno di definizione ha una grandissima importanza. Qual è il tuo ruolo? Penso a chi ha iniziato da poco un nuovo lavoro e ancora non ha capito bene che veste indossare. O a chi è stanco di rivestire lo stesso ruolo da lungo tempo e vorrebbe cambiare inquadramento o mansioni. O ancora, a chi non ha trovato la propria giusta collocazione in un gruppo o team di lavoro. Il mese di marzo aiuta a definire i ruoli ma, ancor prima, spinge a rispondere alla domanda delle domande: chi vuoi essere? Per cosa vuoi essere riconosciuto? Quello di marzo è un Sole di quadratura, e le quadrature pongono spesso domande. Ma è proprio nei momenti di quadratura che iniziano a prendere forma le risposte. Fortunatamente a marzo Venere torna in ottimo aspetto dal segno amico dell’Acquario. Questo significa rapporti che scorrono meglio, sia sul fronte lavorativo che sul piano affettivo. Torna un clima più sereno tra le coppie, dopo un mese di febbraio durante il quale dubbi, gelosie e “non detti” hanno creato una certa distanza. Per i single, riparte la giostra degli incontri, anche se non è sempre facile capirsi o vedersi.

La Vergine attraversa quel momento che io chiamo di “anti-compleanno”. E’ quella fase che corrisponde alle metà del viaggio: sono trascorsi mesi dall’ultimo compleanno, e sei ne mancano al prossimo. E’ la fase dei bilanci e delle riflessioni, perché è in questo momento che si vedono con maggiore chiarezza le “cose” (i progetti lavorativi, le iniziative personale, le relazioni affettive) che stanno andando nella direzione desiderata e quelle che invece richiedono dei piccoli (o grandi) aggiustamenti di rotta. Durante l’anti-compleanno siamo più sensibili, talvolta ci sentiamo i nervi a fior di pelle, e vediamo tutto o bianco o nero. E tutto quello che non è un “sì” pieno, tutto ciò che non va nella direzione giusta, cade inevitabilmente nella metà campo del “no”, richiedendo un intervento correttivo. Ecco perché in questo periodo potresti avere la sensazione che certe situazioni o dinamiche non siano più accettabili, magari dopo che per settimane o mesi te le sei fatte scorrere addosso senza grandi difficoltà. Ecco perché su alcune questioni lavorative (soprattutto se riguardano i soldi o l’inquadramento contrattuale) non sei più disposto a transigere. Sei stato alla finestra, hai osservato, hai raccolto informazioni necessarie a chiarirti le idee: adesso è tempo di agire, di chiedere, anche di dare un aut aut se occorre. D’altro canto, con Marte e Urano in buon aspetto, a marzo la Vergine è energica, determinata, “coraggiosa” e “fortunata”. Ogni situazione è diversa, ma chi forza un po’ le cose o compie un piccolo azzardo potrebbe sorprendersi di fronte ad un esito positivo che in molti casi va persino oltre le aspettative. Piccole accortezze nella sfera familiare, questioni da risolvere.

Il Sagittario invece potrebbe essere alle prese con un dilemma. Soprattutto per chi deve iniziare qualcosa di nuovo, intraprendere un nuovo percorso professionale scegliendo tra più opzioni. Sta cercando di capire quale sia l’opzione in grado di garantire maggiore stabilità nel lungo. Ma non sempre la scelta è chiara. Anche perché con Mercurio in quadratura retrograda a marzo alcune situazioni potrebbero cambiare continuamente, per cui un momento hai la sensazione di aver raggiunto una decisione, il momento dopo alcune circostanze cambiano e di conseguenza anche le tue scelte sono rimesse in gioco. Se possibile, fai un periodo di prova, o raccogli più informazioni possibili, specie se si parla di investimenti. Chi non deve prendere decisioni radicali potrebbe comunque risentire di alcuni rallentamenti (progetti che slittano, risposte che ritardano). O essere alle prese con questioni che riguardano la casa o la famiglia e che producono qualche indecisione. Questa sensazione di impasse si attenua dopo la metà del mese. Dal 21 marzo, infatti, il Sole lascia la quadratura dai Pesci e torna in buon aspetto formando un bellissimo trigono dall’Ariete. E’ il Sole caldo della primavera, quello che scioglie dubbi e tentennamenti. Ed è il preludio di un mese di aprile di maggiore forza sul fronte del lavoro, nel corso del quale chi ha iniziato un nuovo percorso, comincia finalmente a familiarizzare con un nuovo ambiente, a sentirsi più a proprio agio in un nuovo ruolo. Mentre invece chi non si è “mosso” dalle proprie mansioni di sempre, entra in una fase di maggiori soddisfazioni. Ma se marzo è un mese altalenante sul fronte del lavoro, è sicuramente più generoso sul fronte del cuore. Venere torna a favore, nella Terza casa della comunicazione. Il primo positivo effetto del transito è che si ricomincia a parlare d’amore. Torna il dialogo tra le coppie, dopo un mese di febbraio nel quale il lavoro e alcune preoccupazioni personali hanno creato silenzi e distanze. Si torna a parlare di progetti e prospettive per il futuro. Ma è soprattutto a chi ha tra le mani un nuovo interesse che questa nuova Venere dà la spinta giusta per parlare. Per dichiarare un amore, per mandare quel messaggio “compromettente” aspettando col fiato sospeso il messaggio di risposta. O per affrontare quella discussione che termina inevitabilmente con un “ma io e te cosa siamo?”. Qualunque sia la tua situazione, Venere in Acquario contiene un chiaro invito a tirar fuori la voce senza “censurarsi”. 

comments

Oroscopo