Il Cielo del Momento

LUNA PIENA

LA LUNA PIENA DELLA METAMORFOSI


Ed è proprio in Toro (il segno che ospita Urano) che sorge questa Luna Piena, alzando ancor più la temperatura di questo bisogno di rinnovamento. Come dicevo nell’approfondimento che le ho dedicato, la Luna Nuova dello scorso 4 novembre ha sollevato due temi importanti, strettamente collegati tra loro. Il primo: che se vogliamo davvero rivoluzionare quegli aspetti della nostra vita che non ci corrispondono più, dobbiamo sperimentare, guardare in direzioni diverse e in molti casi anche saper rischiare. Perché è pressoché impossibile abbracciare una nuova vita e allo stesso tempo voler andare sul sicuro. Ogni cambiamento importante contiene infatti dentro di sé una virgola d’imprevisto e richiede di lasciar cadere una vecchia pelle, e sono forse questi gli aspetti che da un lato ci attraggono e dall’altro ci spaventano. 

Il secondo: che molto spesso la difficoltà di cambiare pelle non nasce solo dalle nostre paure (del tutto comprensibili), ma anche da fattori esterni come i sensi di colpa, il senso del dovere, la paura di deludere le aspettative degli altri. Non so se vi ricordate l’immagine fortissima del “facchino” sempre pronto ad incollarsi i bagagli degli altri. Anche noi spesso ci portiamo dietro dei fardelli (reali o percepiti che siano) che hanno a che fare con le persone che abbiamo intorno e che abbiamo paura di “deludere” o “tradire”. E quindi è su due fronti che dobbiamo lavorare. Trovando dentro di noi la determinazione necessaria per spiccare un salto in una direzione nuova, e allo stesso tempo cercando di sciogliere i nodi che dall’esterno ci vincolano. 

E sono proprio questi i temi “forti” di questa Luna Piena, che rappresenta proprio il momento di massima “magnitudo” di quanto seminato alla Luna Nuova. Vi ricordo che la Luna Nuova e la Luna Piena ci parlano con il linguaggio delle emozioni, che per certi versi è il più immediato e comprensibile. E quindi in un ciclo lunare di trasformazioni profonde come questo, è probabile che le nostre sensazioni siano più forti e chiare che mai. E che, piuttosto che formulare pensieri logici, ad attivare il “processo” siano delle sensazioni più indistinte d’insofferenza verso qualcosa che, di punto in bianco, non ci sentiamo più di tollerare. Verso delle “costrizioni” che, tutto d’un tratto, ci appaiono come catene da spezzare. 

Tant’è che parliamo di una Luna Piena (che di per sé è un’opposizione tra Sole e Luna) che trova il suo punto di scarico su Giove che transita al 24° grado dell’Acquario, e con il quale sia il Sole che la Luna si trovano in quadratura (formando un T-Square). Allo stesso modo, Marte in Scorpione forma un’opposizione con Urano in Toro, ed entrambi trovano il proprio punto di scarico su Saturno in Acquario. E non occorre sottolineare che l’Acquario è il segno che più di qualunque altro esprime i valori della libertà e dell’indipendenza. Traducendo tutto questo in un linguaggio più comprensibile, possiamo dire che l’obiettivo di alcuni “terremoti” interiori è rompere ciò che va rotto – senza lasciarci frenare da paure, condizionamenti e sensi di colpa – allo scopo di (ri)conquistare la nostra libertà di autodeterminazione. Ci spingono a lottare per costruirci una maggiore autonomia. Lavorativa, economica, psicologica, decisionale, esistenziale. Ne esistono moltissime, ma sono tutte “chiamate in causa” da questa potente Luna Piena. 

Sto volutamente parlando in termini larghi, senza soffermarmi su determinati, perché il potere della Luna Piena non conosce confini e attraversa la Zodiaco in lungo e in largo. Più avanti dirò qualcosa nello specifico per i vari segni, ma per il momento restiamo concentrati sui valori e sui messaggi di questa Luna Piena. Per decifrare il suo messaggio, come al solito mi affido ai Simboli Sabiani associati ai gradi in cui si forma la Luna Piena, che sono rispettivamente il 27° grado dello Scorpione (che ospita il Sole) ed il 27° grado del Toro, nel quale transita la Luna. Se ancora non li conoscete, i Simboli Sabiani sono 360 immagini simboliche (una per ciascun grado dello Zodiaco) elaborate agli inizi del ‘900 da Marc Edmund Jones (uno dei padri dell’astrologia moderna) insieme alla sensitiva statunitense Elsie Wheeler. Alcuni sono decisamente “criptici”, ma nel complesso possono rappresentare una guida e un’ispirazione interessante. Io li uso molto proprio nella lettura delle Fasi Lunari. (continua)

Altro da Il Cielo del Momento