LEONE: OROSCOPO MENSILE – NOVEMBRE 2018

LEONE: OROSCOPO MENSILE
Novembre 2018 – Quarta tappa 

So perfettamente che il Leone si sente stanco, sfiduciato. Che in molti casi ha perso anche la lucidità necessaria ad individuare un “orizzonte migliore”. Qualcuno non sa più esattamente cosa desiderare, dove andare, a cosa dire “sì” e a cosa “no”. Tutto questo trova una sua precisa spiegazione a livello planetario perché finora il 2018 è trascorso sotto il fuoco incrociato della doppia quadratura di Giove e Urano. Visto che proprio a novembre entrambi i pianeti lasciano queste posizioni così pesanti e faticose, vale la pena di dedicargli un breve approfondimento. Tanto per capire quali siano le “zavorre” che finalmente cominciano a lasciare il tuo cielo. 

L’uno (Giove) ha verificato la solidità di certe “radici”. A partire dalla “famiglia” (prima radice di ognuno di noi) ad arrivare alle radici delle nostre sicurezze personali: la solidità economica, la sicurezza in se stessi, e via discorrendo. Si dice che ogni catena sia forte come il suo anelli più debole. Ebbene, Giove in quadratura dalla Quarta casa ha passato in rassegna tutti gli “anelli” della vita, puntando il dito su quelli che, con la loro fragilità, rischiavano di compromettere la tenuta del sistema. Ecco perché qualcuno, di punto in bianco, potrebbe essersi sentito più “precario” dal punto di vista lavorativo, familiare, economico. O anche solo più fragile nelle proprie certezze, minato nelle convinzioni e nella determinazione. L’altro (Urano) ha toccato la sfera professionale, creando un clima di imprevedibilità e di incertezza sul lavoro. Potrebbe aver aperto nuove prospettive di carriera, che però andavano costantemente valutate, verificate, testate. E che, puntualmente, mettevano di fronte ad un bivio: meglio seguire una nuova strada con un piccolo  (o grande) azzardo, o meglio restare accucciati nelle sicurezze (ormai non più appaganti) di sempre. Questo clima potrebbe aver messo qualcuno di fronte all’opportunità di un trasferimenti, di un cambio di radici e di referenti, che però ha creato più timori che stimoli. In pratica, queste due quadrature hanno toccato entrambi i punti nevralgici dell’albero: le radici (le fondamenta, la famiglia, la casa) e le fronde più alte (la carriera, l’immagine pubblica, i riconoscimenti). 

Ecco perché per certi versi novembre rappresenta la via di fuga da un periodo buio e l’inizio di una fase migliore. Devi immaginare questo momento come un decollo, fase decisiva per l’intero volo, nel quale l’aereo deve esprimere una spinta adeguata a “vincere” la forza di gravità. Altrimenti resta a terra. Se i motori invece esprimono una spinta eccessiva, l’aereo rischia di andare in stallo. Allo stesso modo in questo momento devi andare avanti con determinazione, tenere fede alle tue motivazioni, sostenere le tue idee e le tue iniziative soprattutto se c’è una resistenza da vincere. Senza lasciare però che nervosismo, irritazione ed aggressività mandino in stallo i tuoi progetti. Prendiamo un esempio a caso. Vai dal tuo capo con un progetto, convinto di aver trovato l’uovo di Colombo. Solo che lui non sembra coglierne la genialità. Se di fronte ai suoi dubbi, riprendo la tua cartelletta e te ne vai sconsolato, dicendo a te stesso «nulla cambierà mai, sono uno sfigato», l’aereo non ha abbastanza spinta per decollare. Game Over. Se lo mandi al diavolo e te ne vai sbattendo la porta, l’aereo va in stallo. Game Over anche in questo caso.

comments

Oroscopo