PESCI: LA QUINTA TAPPA

PESCI: LA QUINTA TAPPA

La Quinta è una delle tappe più belle dell’intero Giro dell’anno! Superata la delicata fase di “decollo” del mese precedente (nel corso del quale abbiamo incontrato la prima quadratura), il nostro aereo raggiunge l’altitudine di crociera. I parametri di navigazione si stabilizzano, il viaggio si fa più piacevole, mostra il panorama di nuove ispirazioni. E questo è un vero sollievo dopo gli scossoni della tappa precedente, che i Pesci hanno attraversato da fine maggio quando il Sole transitava in Gemelli: un periodo dove tutto sembrava faticoso, pesante, rischioso, triste.

Certo, alcuni rallentamenti, alcune questioni e preoccupazioni legate soprattutto alla casa e alla famiglia non spariscono certo d’incanto, ma adesso si affrontano in maniera del tutto diversa. Con maggiore energia, e soprattutto con la sensazione di aver trovato il bandolo della matassa, perché non c’è niente di peggio di procedere a tentoni. Ed il passaggio tra la Quarta (fine maggio/metà giugno) e la Quinta tappa (fine giugno/metà luglio) coincide proprio con un nuovo movimento, ben direzionato e risolutivo. 

E’ una tappa nella quale il Sole attraversa un segno dello stesso elemento del nostro, al quale è legato da un rapporto assolutamente favorevole (il “trigono”). I segni dello stesso elemento parlano la stessa lingua, ed esprimono lo stesso concetto di fondo: energia, grinta, passione, ispirazione per il Fuoco; concretezza, pragmatismo, ricerca di soluzioni pratiche, continuità per la Terra; idee, ideali, astrazione, comunicazione, pensiero per l’Aria; emozioni, intuizione, immaginazione, empatia, compassione per l’Acqua.

Nel tuo caso, parliamo del transito del Sole in un altro segno d’Acqua, elemento delle emozioni. Ed è per questo che le prossime settimane possono regalarti nuove idee, intuizioni ed ispirazioni. Possono darti la forza di affrontare un discorso, di parlare chiaro con un referente per definire meglio un rapporto. Possono dare la giusta voce ai tuoi pensieri, affinché tu li esprima in modo incisivo e convincente. Ma allo stesso modo possono infonderti la fiducia necessaria per sostenerli fino in fondo, per farti avanti, esporti di più, pontare su te stesso anche con un piccolo azzardo che potrebbe farti segnare dei goal importanti. Non a caso, nel corso della prima tappa spesso più in vista, riceviamo maggiori apprezzamenti e conferme.

Perché la Quinta tappa rende anche più brillanti, reattivi, capaci di cogliere al volo le opportunità e farle fruttare. Molto dipende naturalmente dal transito degli altri pianeti ma c’è da dire che, anche in concomitanza con altri transiti disarmonici, la Quinta tappa permette comunque di affrontarli con una marcia in più. Siamo più a fuoco, pronti per un rettilineo che consente di esprimere al meglio la potenza del motore, rompendo un guscio di abitudini e sperimentandoci in nuove attività più creative. 

E’ un periodo che appare più “fortunato”, generoso di incontri ed occasioni, ma in realtà il vero scatto avviene dentro. Le energie psicofisiche tornano a crescere, insieme alla voglia di “domare” la vita anziché esserne sopraffatti. E’ un cambio di polarità che torna su “ON” e permette di imporsi anche sugli altri, in maniera equilibrata, costruttiva e non aggressiva. E’ uno slittamento dal “dovere” al “piacere”, perché spesso la Quinta tappa ci permette di scegliere, senza accettare passivamente, le cose alle quali voglia dedicare energie (che si tratti di progetti di lavoro, iniziative personali, relazioni), sostituendo piano piano la parola “voglio” alla parola “devo”. Ed è una fase nella quale il cielo è particolarmente fertile e ricettivo. Per questo, è bene approfittare di ogni occasione per cimentarsi con qualcosa di nuovo. 

Insomma, la parola-chiave di questa Tappa è espressione. Siamo particolarmente attenti a trovare le giuste attività in grado di esprimere la nostra natura e dare voce ai nostri desideri interiori. Per questo, la Quinta Tappa è strettamente collegata alla Prima. Prova a tornare con la mente al tuo compleanno: ciò che allora è stato formulato come un desiderio astratto, adesso può iniziare a prender forma attraverso attività concrete che ne esprimono l’essenza. Certo, molto dipende dai transiti degli altri pianeti, ma in linea di massima è una delle fasi più dinamiche e stimolanti dell’intero Giro intorno all’anno.

ACQUISTA ORA IL LIBRO SU AMAZON O IBS (COPIA AUTOGRAFATA)

LEGGI ANCHE:

comments

Oroscopo