LUNA NUOVA IN LEONE

a-new-beginning

LUNA NUOVA IN LEONE

Ciao a tutti! Come state? Stasera (2 agosto) alle ore 22.44 (gli appassionati dell’11 andranno in estasi!) il Sole e la Luna si incontreranno al 10° grado del Leone per dare vita alla Luna Nuova in Leone. La Luna Nuova è il vero e proprio “fischio d’inizio” del mese zodiacale. E’ la partenza, è una porta che si schiude e mostra una nuova strada. Ma vediamo un po’ come “funziona” questa Luna Nuova.

Tecnicamente parlando, la Luna Nuova è una congiunzione tra Sole e Luna, che s’incontrano nello stesso grado zodiacale. Questo significa che al novilunio, se voi guardate in direzione del Sole, lì accanto, invisibile, c’è anche la Luna. Sono proprio “attaccati” l’uno all’altra.

Il fatto che la Luna Nuova sia “invisibile” assume un senso profondo dal punto di vista simbolico, perché somiglia molto ad un “seme”, che di per sé è una cosina piccola, insignificante, ma dentro possiede la forza dirompente di creare mondi.

Alla stessa maniera, la Luna Nuova contiene dentro di sé un seme di un insegnamento proveniente dal Sole che, settimana dopo settimana, fase lunare dopo fase lunare, ci consegna in una lingua che possiamo comprendere, lavorando sulle emozioni e quindi su sfumature molto sottili, sulle nostre intuizioni, su quello che sentiamo con la pancia prima che arrivi alla testa.

Il Sole “parla” infatti un linguaggio divino, troppo alto perché lo possiamo comprendere. La luce del Sole è una luce totale, assoluta, accecante. Non possiamo guardarlo direttamente, e travolti dal suo abbaglio non potremmo neppure intuirne la forma e le dimensioni se non fosse la Luna a suggerircele, mostrandocele giorno dopo giorno, fase dopo fase.

Alla stessa maniera, il Sole “astrologico” rappresenta la nostra componente più alta e spirituale, quel frammento di divino che alberga nell’umano. Parla una lingua troppo elevata perché ne possiamo cogliere il senso. Abbiamo bisogno di un’interprete, ed è proprio la Luna.

Nel caso di questa Luna Nuova, il messaggio proviene dal segno del Leone, segno del coraggio di essere se stessi e della voglia di riscoprire un pizzico di sano eroismo. Ognuno di noi, dentro di sé, contiene un frammento del Sole, una propria versione unica e irripetibile di quell’unico Sole “centrale”. E ognuno di sé ha una “via” che consente al proprio Sole di risplendere. L’insegnamento del Leone, per ciascun segno dello Zodiaco, è proprio quello di andare più in profondità, alla ricerca del proprio Sole interiore e soprattutto della via, unica per ognuno di noi, che gli consenta di risplendere.

Coraggio, dignità, espressione personale, desiderio di scoperta del sé, sono tutti “corollari” di quell’unico teorema solare: la ricerca della via verso il proprio splendore. La nostra vita è piena di indicazioni segnaletiche che ci consentono di capire se siamo sulla giusta via oppure no. Perché ci sono attività sulle quali ci impuntiamo e proprio non ne vogliono sapere di venirci bene, mentre ce ne sono altre dove ci basta essere noi stessi e ci “accendiamo”, luminosi e splendenti? Il “talento” personale (di qualsiasi natura sia) è il primo prezioso indicatore che punta verso la via per lo splendore personale. Gli insegnamenti che provengono dal Leone spingono tutti i segni dello Zodiaco a riscoprire il proprio talento personale, seguendo le ispirazioni e gli input creativi, senza mai darli per scontati.

Domani cerchierò di pubblicare un altro post con il significato che questo invito a riscoprire se stessi e le corde del proprio splendore con coraggio e dignità assume per i vari segni dello Zodiaco.

Un abbraccio,
xxx
S*

comments

Bollettino del Cielo