DEDICATO CON AMORE AL #TEAM-BILANCIA

DEDICATO CON AMORE AL #TEAM-BILANCIA
(Bilancia, Ascendente Bilancia, Luna/Venere in Bilancia)

Cara Bilancia, gli scorsi anni non sono stati una “passeggiata di salute” per te e, credimi, nessuno lo sa meglio di me. E anche quest’anno con Giove e Saturno a favore (che, come vedremo, può davvero sbloccare tante situazioni) finora è stato tutt’altro che facile per te. Anzi, sembra quasi che alcuni temi problematici con i quali ti confronti da anni, quest’anno siano emersi in maniera più forte e prepotente. Quasi a volerti spingere ad affrontarli. Quasi a voler “trovare” una soluzione definitiva. Quasi una “battaglia finale” contro tutti quei “mostri” che negli anni passati hanno frenato la tua corsa, che fossero circostanze oggettive o insicurezze interiori. E in effetti… è proprio così. Quest’ultima del 2021 ha proprio il senso di un “round” finale in tante battaglie che porti avanti da anni.

Ma facciamo un passo indietro. Negli scorsi anni è come se il tuo cielo ti avesse costantemente messo di fronte ad un “tiro alla fune” tra due forze contrastanti. Da un lato, una forza centrifuga (chiamiamola così): una spinta all’indipendenza, ad allontanarsi da casa (laddove “casa” significa un centro di sicurezze costruite nel tempo e spesso dipendenti dalla presenza di altre persone) per andare ad esplorare nuovi orizzonti. Per i più giovani, si è trattato proprio di un desiderio di costruire una prima indipendenza fuori dalle pareti familiari. Ma anche per i meno giovani, è stata una forte spinta a mettersi più in primo piano, ad esporsi di più senza aver paura di sbagliare, a riconquistare il centro della scena dopo anni in cui gli altri (il partner, i figli, i genitori) venivano sempre prima. O a darsi comunque nuovi traguardi lasciando un perimetro più “protetto”, forse, ma sicuramente non più appagante.

Questa forte spinta verso l’indipendenza e l’emancipazione è andata però in collisione con una “controforza” (chiamamola “centripeta”) rappresentata dall’attaccamento ad alcune radici di sicurezza, dalla paura di allontanarsi troppo da casa per camminare sulle proprie gambe. Soprattutto, naturalmente, se per “casa” intendiamo un rifugio nel quale ci auto-trinceriamo per timore di non essere pronti/adeguati a farci avanti ed affrontare nuove sfide. O dalla paura di alzare la testa e smuovere certi equilibri (che poi così equilibrati non erano) per mettere le proprie esigenze al centro di un rapporto lavorativo o affettivo troppo squilibrato verso l’altro. 

A fasi alterne, negli ultimi anni queste due forze si sono date battaglia nel tuo cielo interiore. E in questo senso, è stato forse cruciale il 2017, l’anno in cui Giove transitava proprio in Bilancia. Perché è stato forse l’anno in cui questa spinta alla “liberazione” è stata più forte (sfociando in certi casi in una aperta “ribellione), ma è stato anche l’anno in cui è stata più forte la paura di sbagliare. Più forte è stata la “rincorsa”, ma si è accentuata anche la paura di spiccare quel “salto”, tant’è che qualcuno ha tentato un’evasione dalla vita di sempre per poi tornare sui propri passi. Probabilmente perché ha avuto la sensazione (reale o percepita) di non essere ancora pronto a camminare sulle proprie gambe lasciando un perimetro di abitudini rassicuranti.

Poi è arrivato il 2018, e il cielo è cambiato ancora. Saturno è entrato in quadratura (dove l’ha raggiunto poi anche Giove) e la posta in gioco è salita ulteriormente. Perché per certi versi il desiderio di imboccare la propria strada è apparso in tutto il suo reale significato: l’espressione di un più profondo bisogno di sconfiggere una serie di blocchi, paure e condizionamenti che tenevano sotto scacco la Bilancia almeno da dieci anni prima (dal 2008)! Un bisogno di mettersi più in mostra, affrontare certe discussione, credere di più nelle proprie idee, aprire bocca senza paura di parlare a sproposito. Perché evidentemente, se alcune iniziative degli anni precedenti non erano andate in porto, c’era ancora da costruire una maggiore sicurezza in se stessi. E per farlo, occorreva rimboccarsi le maniche e combattere una serie di battaglie contro alcuni fantasmi del passato. (continua)