oroscopo 2022 simon and the stars
oroscopo 2022 simon and the stars

A Scuola di Astrologia

Nodi Lunari

I NODI LUNARI – INTRODUZIONE


Se invece, al contrario, ho il Nodo Sud in Bilancia, lo spirito di cooperazione (fino ai limiti dell’accondiscendenza) farà già parte del mio corredo comportamentale, e dovrò sforzarmi di seguire una via più autonoma ed intraprendente, indicata dal mio Nodo Nord in Ariete. E un discorso simile vale naturalmente anche per le Case che ospitano i Nodi, anch’esse sempre opposte, ad indicare aree di esperienza e di vita che sono per certi versi antitetiche l’una rispetto all’altra. Se ho il Nodo Sud in Quarta casa ed il Nodo Nord in Decima, certamente avrò un forte senso della famiglia, della sfera privata, delle mie radici (valori della Quarta casa), ma dovrò sforzarmi di non penalizzare la carriera, la realizzazione professionale e l’immagine pubblica (valori di Decima).

In una serie di futuri post, cercherò di descrivere le varie possibilità sia in termini di segni che di case. Per il momento però andiamo avanti con una serie di considerazioni d’ordine generale. Come accennavo prima, l’asse dei Nodi si muove lungo il cerchio zodiacale, sempre in moto retrogrado. Trascorre circa un anno e mezzo in ciascuna coppia di segni opposti, poi si sposta alla coppia precedente. Dopo un anno e mezzo trascorso nella coppia Cancro-Capricorno (Nodo Nord in Cancro – Nodo Sud in Capricorno), a giugno 2020 l’asse si è spostato: il Nodo Nord è entrato in Gemelli, il Nodo Sud in Sagittario (segni che precedono la coppia Cancro-Capricorno). Per compiere un intero giro dello Zodiaco, l’asse dei nodi impiega 18 anni. Questo porta ad una serie di conseguenze interessanti. 

La prima è che a determinate età della vita (18 anni, e poi ancora a 36, 54 e 72 anni), i nodi di transito si troveranno nella stessa posizione di nascita. E questo fa sì che queste siano età “cruciali”, particolarmente significative rispetto ai temi espressi dai Nodi. Età in cui il nostro Nodo Sud “tira” di più (nel senso che avvertiamo più pesante un bagaglio karmico di difetti e copioni comportamentali) e allo stesso sentiamo più forte il bisogno di fare quel “salto” verso il Nodo Nord.

E molto spesso, se ci fate caso, sono età di passaggio importanti e delicate da tanti punti di vista. Allo stesso modo, ci sono altre età (9 anni, 27, 45 e 63) alle quali i nodi di transito si troveranno esattamente in posizioni invertite rispetto a quelli di nascita: il nodo nord di transito sul nodo sud di nascita, e viceversa. E anche queste sono età nel corso delle quali i nostri richiami karmici possono farsi sentire più forti.

Come dicevo, questo è solo il primo di una lunga serie di post dedicati ai Nodi, ma nel frattempo ci tenevo ad introdurli per mettere a fuoco una serie di caratteristiche importanti: 

  1. i nodi non sono corpi celesti, ma punti dell’orbita della Terra attorno al Sole (e, di conseguenza, dello Zodiaco) dove Sole, Terra e Luna sono “complanari”. Stanno cioè sullo stesso piano orizzontale (come un piatto e un bicchiere apparecchiati sulla stessa tavola) e formano quindi le eclissi; 
  2. sono due punti ai lati opposti dello Zodiaco, e distano sempre 180 gradi l’uno dell’altro. Quando il Nodo Nord è in Gemelli, quindi, il Nodo Sud sarà in Sagittario e via così; 
  3. l’asse formato dai due nodi si muove lungo lo Zodiaco sempre e comunque in moto retrogrado, trascorrendo 18 mesi circa per ogni coppia di segni, e percorrendo l’intero Zodiaco in 18 anni. 

Per il momento fermiamoci qua e assimiliamo queste caratteristiche. Nelle prossime puntate iniziamo a parlare delle posizioni dei Nodi Lunari nel tema di nascita, in base ai segni e alle case che occupano. Se volete cercarli nel vostro tema di nascita, innanzitutto potete calcolare il tema a QUESTO LINK. E una volta ottenuto il grafico, dovete cercare i relativi simboli: una “cuffietta” rivolta all’insù (il Nodo Nord) e una “cuffietta” rivolta all’ingiù per il Nodo Sud (vedi illustrazione allegata). Alcuni siti per la costruzione del tema di nascita indicano solo il Nodo Nord: è una scelta grafica, ma anche in questo caso pur non essendo “segnato” sul tema, il Nodo Sud si trova sempre all’opposto del Nodo Nord.

Un’ultima osservazione. Una lettrice mi ha chiesto che differenza ci fosse tra l’asse di Nodi Lunari e l’asse formato dal Medio Cielo (MC) e dal Fondo Cielo (IC). E’ un’ottima domanda perché in effetti ci sono delle somiglianze: entrambi segnano una “provenienza” (Nodo Sud e Fondo Cielo) ed una “destinazione” evolutiva (Nodo Nord e Medio Cielo). Con una differenza importante, però:  l’asse MC/IC ha più a che fare con l’incarnazione presente, laddove il Fondo Cielo esprime il contesto familiare e sociale che ci ha visto nascere, mentre il Medio Cielo che descrive la realizzazione, l’immagine pubblica ed il nostro posto nel mondo.

Diversamente, l’asse dei nodi viene da più lontano, da “prima” che arrivassimo qua e getta la sua luce oltre. Rappresenta un po’ il bagaglio delle vite passate e delle possibili vite future (per chi ci crede), o comunque il “contratto” che la nostra anima ha fatto prima di incarnarsi in questo piano di realtà. Mettiamola così: se l’asse IC/MC è la sceneggiatura del film della vita, l’asse dei nodi esprime la visione poetica del regista, i suoi sogni ad occhi aperti ed i suoi incubi notturni, e la sua aspirazione ad elaborare tramite il film almeno una piccola parte del mistero dell’esistenza.

Mi raccomando, condividete eventuali dubbi o punti poco chiari su Facebook o Instagram. Per chi poi ha perso le prime lezioni della nostra Scuoletta di Astrologia (che possono essere utili per inquadrare meglio questi approfondimenti) c’è la possibilità di recuperarle sul canale YouTube a questo link! 

Un abbraccio a tutti!
Con amore,
xxx
S*

Altro da A Scuola di Astrologia