I PUNTI CARDINALI DEL TEMA: IL FONDO CIELO (IC)

I PUNTI CARDINALI DEL TEMA: IL FONDO CIELO (IC)

Ciao a tutti! Come state? Nelle “puntate” precedenti abbiamo parlato dei Punti Cardinali del tema di nascita. Siamo partiti dall’Ascendente (AC) che rappresenta l’Est del tema, la sorgente, l’alba, il modo in cui ci mostriamo agli altri. Poi siamo passati al Discendente (DC), posto all’Ovest del tema, che esprime il nostro approccio alle relazioni e ai rapporti interpersonali.

Da lì siamo passati al Medio Cielo (MC), che rappresenta lo Zenith del tema, il suo punto più alto e di conseguenza, dal punto di vista simbolico, la nostra immagine “pubblica”, la carriera, la realizzazione, la  fronda più alta dell’albero. E chiudiamo il discorso con il quarto punto cardinale: (pro)Fondo Cielo, il punto più profondo (il “Nadir”) della carta. Nel tema di nascita è posto nella parte basse (corrispondente alle ore 5, 6 o 7 di un normale orologio) ed è contrassegnato con le lettere “IC” (“Imum coeli”). E anche dal punto di vista simbolico, rappresenta un po’ le nostre “radici”, quelle certezze e quei punti fermi che sostengono ed alimentano l’albero della nostra esistenza. Quello stesso albero che si esprime “pubblicamente” nelle fronde più alte della realizzazione (Medio Cielo) trae il proprio nutrimento “privato” nelle radici del Fondo Cielo.

Parlando di radici, la prima associazione di idee è naturalmente con la famiglia, prima radice di ognuno di noi. E così il Fondo Cielo può dirci molto sulla nostra famiglia, sulla percezione che ne abbiamo avuto, sul tipo di “humus” che abbiamo respirato. Ci dice se la nostra esperienza familiare è stata più stimolante o più protettiva, se ci ha spinto verso l’indipendenza oppure se ha cercato di tenerci “al sicuro”. Ci racconta se veniamo da una famiglia che ha attraversato continui cambiamenti, trasferimenti, traslochi, o se al contrario veniamo da una famiglia “a chilometro zero”, rimasta magari per generazioni in un piccolo centro.

Molto racconta naturalmente il segno nel quale cade il Fondo Cielo, con le caratteristiche e gli insegnamenti che esprime. Così un Fondo Cielo in Ariete può descrivere un’esperienza familiare che spinge all’iniziativa e all’indipendenza, che stimola un certo spirito di “competizione” (magari per la presenza di molti fratelli e sorelle sui quali cercare di “prevalere”). Un Fondo Cielo in Toro esprime un’esperienza familiare più protettiva, dove si insegnano i valori del risparmio, dove si insegna che chi va piano va sano e va lontano, e così via. In un prossimo post li analizzeremo tutti e dodici. Per comprendere il significato dei vari elementi del tema di nascita nei vari segni zodiacali, comunque, è importante afferrare il senso simbolico di ciascun segno, sforzandosi di eliminare tutti i preconcetti legati a persone di quel segno che magari possono starci più o meno simpatiche.

Perché la verità è che ognuno di noi (a prescindere dal proprio segno) ha dentro di sé almeno un frammento di tutti e dodici i segni zodiacali. Ma questo è un discorso larghissimo che ho già approfondito (per esempio in questo POST) e che riprenderò quanto prima.

Tornando al rapporto tra Fondo Cielo e Medio Cielo, c’è un’immagine che mi ha sempre colpito e che può rendere bene l’idea. Immaginate tanti uomini in piedi in diversi punti della terra. Se prolungassimo l’asse della colonna vertebrale di ciascuno di loro, dal loro capo partirebbe una linea immaginaria, una sorta di raggio di luce che raggiungerebbe un punto qualsiasi dell’Universo. Ogni linea, ogni persona, avrebbe la propria direzione individuale. Ma se facessimo la stessa cosa con una linea immaginaria che parte da sotto i piedi di ognuno per andare in profondità, arriveremmo ad un punto in cui tutte queste linee si incrociano. Un “centro comune“. O meglio ancora una “radice comune“.

E’ questa è un’altra profonda verità: per quanto ognuno di noi possa aver avuto un’esperienza diversa delle proprie radici (come ci racconta il segno al Fondo Cielo), condividiamo tutti una radice comune. Ognuno di noi ha il proprio Medio Cielo  (il “moto a luogo” dell’esistenza), un tratto distintivo unico, proprio come unica è la direzione del raggio che parte dal capo e si perde nell’Universo. E come unica è la destinazione evolutiva di ciascuno di noi, perché rispecchia l’unicità del nostro potenziale, espresso in pura potenza dal tema di nascita e svolto come un “tema” nel corso della vita.

E ognuno di noi ha anche un proprio Fondo Cielo (il “modo da luogo”), una propria radice di provenienza sia in termini familiari che caratteriali. Ma scavando sempre più in profondità possiamo arrivare ad una radice comune, unica, che ci rende tutti membri della stessa famiglia. O tutti discendente di Adamo ed Eva, se preferite. Una comune radice di provenienza in quanto esseri umani. 

Il segno e la casa (per chi adotta il sistema delle Case Uguali) in cui cade il Fondo Cielo ci darà importanti informazioni sulle radici familiari della persona e simbolicamente su ciò che lo fa sentire “a casa”. Il senso di sicurezza personale, le esperienze che ci fanno sentire al sicuro sono descritte dalla posizione dell’IC. In qualche misura anche tutto quello che diamo per scontato perché ci viene naturale e spontaneo senza particolari sforzi è descritto dall’IC. In questo senso l’IC insieme al Nodo Lunare Sud (che vedremo in futuro) ci raccontano un po’ ciò che siamo (già) stati e da dove veniamo, mentre il Nodo Lunare Nord ed il Medio Cielo ci indicano “dove andiamo“. O meglio la direzione nella quale sarebbe meglio andare per esprimere pienamente il nostro potenziale latente.

La vita è un vettore direzionale, giorni mesi ed anni descrivono un percorso in evoluzione. IC ed MC in qualche modo fanno parte della descrizione di questa direzione, di cui il Medio Cielo rappresenta la meta, mentre il Fondo Cielo ne esprime l’origine. In quanto segni opposti, cadono sempre in segni di elemento complementare. Se l’uno è in Fuoco, l’altro sarà immancabilmente in Aria (e viceversa). E lo stesso vale per Acqua e Terra. In futuro se la cosa vi interessa potremmo esaminare le varie coppie di segni opposti in cui possono cadere, e molti altri aspetti interessanti che danno colore e spessore a questi due importanti punti cardinali che si comprendono meglio se analizzati insieme, come una coppia, come la punta e la coda di una stessa freccia.

Io torno alla scrittura del libro, e noi ci vediamo stasera per le dirette e per la pubblicazione dell’oroscopo!
Un abbraccio a tutti, a dopo!
Con amore,
xxx
S*

comments

Bollettino del Cielo