ACCORCIAMO LA DISTANZA DALLA LUNA! – PARTE QUINTA: IL “VUOTO” LUNARE

4130947_PER_UNDICI_CANZONI_in_giro_per_astri

Parte Quinta – Il tempo dell’attesa
(dall’Ultimo Quarto alla successiva Luna Nuova)

Dopo l’Ultimo Quarto, la luna inizia a “dissolversi” nel cielo. Sorge sempre più tardi notte, e la sua forma cala; prima all’ultima “falcetta”, e poi scompare del tutto. È la fase che precede di circa tre giorni e mezzo la Luna Nuova. È un tempo di attesa, di sospensione. Le persone che sono più in sincronia con la luna tendono inconsciamente a rimandare le cose più importanti fino al novilunio. In inglese chiamano questa luna “old and wise moon”, luna “vecchia e saggia”.

È una luna che guarda al futuro con la consapevolezza del passato, una luna che attende di “morire” sapendo che subito dopo rinascerà rinnovata dal nuovo contatto con l’energia del Sole. L’influsso astrologico di quest’ultima fase calante della Luna è di creare un silenzio di rielaborazione, simile a quegli istanti che precedono il momento di soffiare sulle candeline formulando il fatidico “desiderio”, seme di un rinnovato ciclo che inizierà con la successiva Luna Nuova.

Siamo giunti al termine di questo primo set di “Istruzioni per l’uso delle fasi lunari”!
Per chi le avesse perse, le “puntate” precedenti sono ai link riportati qui sotto:

Mi raccomando, se avete dubbi o curiosità scrivetemele nei commenti! 🙂
Un abbraccio a tutti!
xxx
S*


comments

Bollettino del Cielo