POLI OPPOSTI: VERGINE & PESCI

VER-PES

POLI OPPOSTI: VERGINE & PESCI

Siamo arrivati all’ultima coppia di segni opposti dello Zodiaco, Vergine e Pesci, che si “confrontano” sull’asse “ordine-caos”. Anche loro appartengono alla famiglia dei segni mobili, proprio come Gemelli e Sagittario, e per questo sono segni piuttosto elastici e adattabili, e il loro principio guida è l’esperienza: vogliono fare, vedere, toccare, sentire, e in una parola conoscere ciò che il circonda.

Questo è un tratto che hanno in comune, ma che rielaborano ciascuno a modo proprio.

Per la Vergine è importante analizzare ciò che la circonda, comprendere le ragioni del suo funzionamento, individuarne le pecche e i difetti e intervenire per aggiustare, sistemare, adattare. È puro spirito inventivo e risolutivo. La sua capacità di trovare soluzioni originali a problemi pratici (che guarda caso è proprio la definizione che la Legge dà del “Brevetto”) la rende la regina delle invenzioni. Per la Vergine, affinché un sistema funzioni, deve essere ordinato sin nei minimi dettagli. Non ama salti (il)logici, bug nel sistema, non ama lasciare le cose al caso ma tendenzialmente vorrebbe tenere tutto sotto controllo.

Dall’altra parte dello zodiaco ci sono i Pesci, che alla concretezza organizzativa della Terra della Vergine, rispondono con l’Acqua delle emozioni. Anche loro vogliono conoscere ed esperire il mondo circostante, ma lo fanno “sentendolo”, dialogandoci emotivamente. Per i Pesci sentire e la cosa più importante. Un eccessivo ordine inteso come ripetizione costante di routine che funzionino è soffocante. Hanno bisogno di muoversi secondo una coordinata più libera, sperimentando le situazioni per capire se li emozionino o meno. Hanno bisogno di sentirsi innamorati di ciò che fanno.

Come per tutte le altre coppie di opposti, ciascuno dei due contiene dentro di sé un prezioso frammento dell’altro dal quale impara l’equilibrio.

Così la Vergine, sotto l’apparenza concreta e razionale, ha un mondo emotivo sconfinato, solo che lo tiene a bada, lo lascia esprimere in maniera “controllata” perché ne sente la potenza e ha paura che possa far dilagare il caos, verso il quale ha una naturale diffidenza.

Allo stesso modo, i pesci oltre la apparente follia creativa del loro caos, hanno una forte logica. Sono “diversamente logici”. Basti pensare ad Albert Einstein, che meglio di chiunque altro è riuscito a cogliere l’aspetto spirituale e divino dei numeri e della matematica e ci ha spalancato una porta che altrimenti sarebbe forse rimasta chiusa molto a lungo, quella dei “Quanti”.

Io credo che un giorno (quando i diversi modi di guardare la realtà saranno meno distanti l’uno dall’altro) qualcuno dirà che tutta la fisica quantistica risuona dell’asse Vergine-Pesci. I Pesci sono “quantici” per eccellenza, amano nuotare nell’oceano delle infinite possibilità, amano pensare che ci siano infiniti mondi. Perché “finché non scegli, tutto resta possibile” (“Mr. Nobody”). Ma è anche vero che finché non scegli, tutto è potenza ma nulla è in atto. La Vergine fa proprio l’opposto… in mezzo a quest’oceano a volte in tumulto delle infinite possibilità, ne sceglie una: seleziona, definisce, trasforma in atto ciò che nell’oceano quantico esiste solo a livello potenziale. Il discorso potrebbe andare avanti all’infinito e allontanarci dal tema, ma è molto interessante.

Vergine e Pesci sono forse i due segni più sensibili e compassionevoli dell’intero Zodiaco. I Pesci con la loro epidermide così sottile e ricettiva sono vere e proprie spugne emotive: sentono tutto, avvertono immediatamente gli stati emotivi altrui. La Vergine ha un atteggiamento più razionale, un approccio più risoluto e risolutivo, ma la sua vera natura è empatica e compassionevole, proprio come quella dei Pesci del resto. Non è una caso che la Vergine sia per eccellenza il segno della medicina e della ricerca di una cura, mentre i Pesci siano associati a infermieri e a tutti coloro che orbitano attorno alla cura medica ma soprattutto emotiva dei pazienti. O che la Vergine sia rappresentata con una spiga di grano in mano e nella simbologia del Cristianesimo “i pani e i pesci” tornino costantemente. Ma anche questa è un’altra storia e andrà raccontata in un altro momento, come diceva Micheal Ende ne La Storia Infinita.

È chiaro che ad un livello più comportamentale, sono segni molto diversi. La Vergine contesterà sempre ai Pesci di essere “illogico”, di avere scarso senso pratico, di vivere costantemente con la testa tra le nuvole. Al contrario, i Pesci contesteranno alla Vergine di essere troppo formale, inquadrata, troppo portata a ragionare in termini di “bianco & nero” (mentre per i Pesci esistono infiniti colori), di analizzare troppo ogni cosa. Ma proprio come tutte le coppie di poli opposti, sotto sotto sono molto più simili di quanto non vogliano ammettere 🙂

Termina qui la nostra carrellata sulle 6 coppie di segni opposti dello Zodiaco. Chiudo con la stessa precisazione di sempre. Qui ho analizzato i “simboli” di ciascun segno. E’ chiaro che a livello individuale nessuno potrà mai immedesimarsi fino in fondo con il simbolo del proprio segno, perché ognuno di noi è una persona che ha un tema di nascita ricco di elementi, di interazioni e anche di contraddizioni che lo rende unico, irripetibile e pieno di sfaccettatura. Ma allo stesso modo è importante tenere a mente che ognuno di noi nel proprio tema ha tutti i 12 archetipi zodiacali. Perché oltre al Sole in un determinato segno, abbiamo altri 9 pianeti nel tema di nascita, che potrebbero essere sparpagliati in altri segni, oltre agli “Angoli”, i “Nodi” e una miriade di altri elementi. Ma anche se un segno fosse totalmente “vuoto”, ci sarà comunque una “Casa” (e quindi un intero settore di esperienze di vita) per ciascun segno. Questo significa che – sia metaforicamente che tecnicamente – non esistono segni “inattivi” e che ognuno di noi nel proprio tema li possiede tutti e 12. Alcuni la fanno da padroni, altri giocano in rimessa, ma ci sono tutti e 12. E’ per questo che vi consiglio di leggere tutte le coppie di opposti, non solo quella che coinvolge il vostro segno solare!

ARIETE-BILANCIA      TORO-SCORPIONE     GEMELLI-SAGITTARIO

CANCRO-CAPRICORNO    LEONE-ACQUARIO

Questa cosa non smetterò mai di ripeterla, perché secondo me la comprensione dell’astrologia nasce da qui. Finché penseremo di essere “solo” il nostro segno, ci sfuggiranno gli 11 dodicesimi della nostra realtà.

Un abbraccio a tutti!
A dopo!
xxx
S*

comments

A lezione di Stelle