VENERE IN ACQUARIO – SEGNO PER SEGNO! 

Per il Capricorno e per la Vergine, Venere in Acquario è un transito che aiuta a riportare l’armonia nell’ambiente di lavoro (soprattutto se di recente ci sono stati attriti o situazioni problematiche). E che, in parecchi casi, porta soldi, come le lenticchie di Capodanno. Si sbloccano vecchi pagamenti in sospeso, ma aumentano anche le opportunità per futuri guadagni. Per gli altri segni (Pesci e Cancro) l’ingresso di Venere in Acquario non crea particolari aspetti dinamici con il Sole di nascita, ma dovrebbe comunque portare un’aria piacevole di novità e di leggerezza. Attenua un senso di pesantezza che potrebbe essere calato nei rapporti “zoppicanti” nelle ultime settimane, aiuta a guardare avanti e a pensare che c’è sempre una via d’uscita. 

Una piccola curiosità. Ho notato che i precedenti transiti di Venere in Acquario (dal 18 febbraio al 12 marzo 2016, dall’8 dicembre 2016 al 3 gennaio 2017, e ancora dal 18 gennaio al 10 febbraio dello scorso anno) hanno sempre coinciso con piccoli passi avanti nei diritti civili e, in particolare, nella questione delle coppie omosessuali. D’altro canto, per associazione d’idee, questi due ingredienti astrologici producono spesso una visione più aperta e progressista: Venere è il pianeta dell’amore, delle relazioni ma anche degli accordi sociali, e l’Acquario è il segno che rivoluziona lo status quo e introduce il progresso. Ed il sillogismo è presto fatto: è un transito che allarga i confini dei rapporti di coppia. Lo scorso anno proprio mentre Venere transitava in Acquario, il vicepresidente della Conferenza episcopale tedesca, monsignor Franz-Josef Bode, chiese alla Chiesa di benedire le unioni tra persone dello stesso sesso, dal momento che “ormai sono un fatto: visto che c’è molto di positivo, buono e corretto in questo, perché non considerare non una messa, ma almeno una benedizione?”.

A parte esprimere il mio personale plauso alla visione moderna ed inclusiva del monsignore, mi piace anche notare come da punto di vista astrologico i transiti di Venere e Giove in Acquario e Pesci (segno della con-passione) spesso coincidano con un “occhio” più democratico ed empatico verso i diritti e le esigenze di chi fa parte di una minoranza, qualunque essa sia.

D’altro canto, uno dei messaggi più belli dell’Acquario, a mio avviso, è questo: il solo fatto che le cose per lungo tempo siano state in un certo modo non esclude che ad un certo punto possano essere riviste, aggiornate, migliorate, per creare nuovi equilibri. Perché tutto è costantemente in movimento, in perenne evoluzione, e (con un’unica eccezione) non esiste istituzione, concezione o paradigma che sia fuori dal tempo e che vada bene indiscriminatamente per qualsiasi era e periodo storico sociale.

Con un’unica eccezione, la sola cosa che resta immutabile nel tempo, da sempre e per sempre, è l’amore tra le persone. Per l’appunto.

Buona Venere in Acquario a tutti!
Con amore,
xxx
S*

comments

Bollettino del Cielo